Volantini del negozio

Vai alla scheda

Eventi

Scopri tutti gli eventi in calendario

For Members Image Per i Soci
event-image
category-icon

Cultura

Splendori Celesti - L'osservazione del cielo da Galileo alle onde gravitazionali - Data recupero

10 marzo 2024 Firenze

Unicoop Firenze e il Museo Galileo danno l'opportunità di visitare la mostra "Splendori Celesti" che costituisce una delle principali iniziative realizzate per celebrare i 400 anni dalla pubblicazione del Saggiatore di Galileo Galilei, il libro che ha posto i fondamenti del moderno concetto di scienza, basato sull’osservazione e sulla sperimentazione a un prezzo ridotto e con visita guidata gratuita.

Gli “splendori celesti”, come si legge nella dedica degli Accademici Lincei a Urbano VIII (nel 2023 ricorre anche il quarto centenario dall’inizio del suo pontificato), sono le comete e, per estensione, i nuovi mondi che il cannocchiale di Galileo permise di vedere per la prima volta nella storia dell’umanità: le montagne della Luna, le macchie solari, le fasi di Venere, i satelliti di Giove e le infinite stelle della Via Lattea. Un nuovo sguardo sull’universo destinato a cambiare radicalmente la concezione cosmologica geocentrica a favore dell’ipotesi copernicana.

La mostra si propone di adottare un approccio innovativo per raccontare la rivoluzionaria concezione galileiana della scienza e le fondamentali scoperte dello scienziato toscano, in modo da coinvolgere i visitatori di tutte le età. Per raggiungere questo obiettivo l’allestimento prevede di spettacolarizzare le osservazioni telescopiche di Galileo per mezzo di installazioni immersive capaci di trasmettere l’emozione della scoperta. Le proiezioni sulle pareti e sulle vele a soffitto, dal grande impatto emotivo, costituiranno una sorta di compendio dei temi affrontati nell’esposizione.

Attraverso le lenti il cielo diventa più vicino ma al tempo stesso più grande. Da qui comincia la lunga esplorazione visuale dello spazio che oggi prosegue attraverso l’occhio dei satelliti e dei grandi telescopi spaziali. Saranno proprio le immagini catturate dai telescopi spaziali a chiudere il quadro della grande avventura dell’esplorazione visuale dello spazio iniziata con il cannocchiale di Galileo.

L’ultima sezione dell’esposizione è dedicata a tre osservatori astronomici costruiti in varie località del mondo da artisti contemporanei: Hannsjörg Voth, Charles Ross e Libero Reina, che hanno ideato architetture per fare dell’osservazione del cielo un’esperienza estetica e sensoriale.

La mostra sarà affiancata da laboratori tematici e attività per famiglie, in modo da consentire ai visitatori di tutte le età di approfondire i temi che più li hanno appassionati. A supporto dei laboratori, ma non solo, saranno realizzati alcuni modelli funzionanti che replicano gli esperimenti descritti da Galileo nel Saggiatore.

Scopri di più
For Members Image Per i Soci
event-image
category-icon

Cultura

Splendori Celesti - L'osservazione del cielo da Galileo alle onde gravitazionali

Dal 17 dicembre 2023 al 17 marzo 2024 Firenze

Unicoop Firenze e il Museo Galileo danno l'opportunità di visitare la mostra "Splendori Celesti" che costituisce una delle principali iniziative realizzate per celebrare i 400 anni dalla pubblicazione del Saggiatore di Galileo Galilei, il libro che ha posto i fondamenti del moderno concetto di scienza, basato sull’osservazione e sulla sperimentazione a un prezzo ridotto e con visita guidata gratuita.

Gli “splendori celesti”, come si legge nella dedica degli Accademici Lincei a Urbano VIII (nel 2023 ricorre anche il quarto centenario dall’inizio del suo pontificato), sono le comete e, per estensione, i nuovi mondi che il cannocchiale di Galileo permise di vedere per la prima volta nella storia dell’umanità: le montagne della Luna, le macchie solari, le fasi di Venere, i satelliti di Giove e le infinite stelle della Via Lattea. Un nuovo sguardo sull’universo destinato a cambiare radicalmente la concezione cosmologica geocentrica a favore dell’ipotesi copernicana.

La mostra si propone di adottare un approccio innovativo per raccontare la rivoluzionaria concezione galileiana della scienza e le fondamentali scoperte dello scienziato toscano, in modo da coinvolgere i visitatori di tutte le età. Per raggiungere questo obiettivo l’allestimento prevede di spettacolarizzare le osservazioni telescopiche di Galileo per mezzo di installazioni immersive capaci di trasmettere l’emozione della scoperta. Le proiezioni sulle pareti e sulle vele a soffitto, dal grande impatto emotivo, costituiranno una sorta di compendio dei temi affrontati nell’esposizione.

Attraverso le lenti il cielo diventa più vicino ma al tempo stesso più grande. Da qui comincia la lunga esplorazione visuale dello spazio che oggi prosegue attraverso l’occhio dei satelliti e dei grandi telescopi spaziali. Saranno proprio le immagini catturate dai telescopi spaziali a chiudere il quadro della grande avventura dell’esplorazione visuale dello spazio iniziata con il cannocchiale di Galileo.

L’ultima sezione dell’esposizione è dedicata a tre osservatori astronomici costruiti in varie località del mondo da artisti contemporanei: Hannsjörg Voth, Charles Ross e Libero Reina, che hanno ideato architetture per fare dell’osservazione del cielo un’esperienza estetica e sensoriale.

La mostra sarà affiancata da laboratori tematici e attività per famiglie, in modo da consentire ai visitatori di tutte le età di approfondire i temi che più li hanno appassionati. A supporto dei laboratori, ma non solo, saranno realizzati alcuni modelli funzionanti che replicano gli esperimenti descritti da Galileo nel Saggiatore.

Scopri di più
event-image
category-icon

Cultura

Levante - Teatro Verdi

18 marzo 2024 Firenze

Unicoop Firenze offre un'opportunità unica per partecipare al concerto di Levante "Opera futura" a un prezzo esclusivo.

È il momento ora di aprirsi al futuro e a quello che attenderà questa straordinaria artista nel 2024, un nuovo viaggio in direzione del suo pubblico con cui negli anni ha costruito un idillio difficile da spezzare.
Partirà infatti il 13 marzo 2024 dal Teatro Goldoni di Livorno “OPERA FUTURA LIVE NEI TEATRI”, il tour che porterà Levante dal vivo nei principali teatri italiani.

Scopri di più
event-image
category-icon

Cultura

Spazio Alfieri - La Chimera

19 marzo 2024 Firenze

Unicoop Firenze e Spazio Alfieri offrono un'opportunità unica per vedere il film di Alice Rohrwacher.

Arthur è appena uscito di prigione. Tornato a casa, in un paesino della Tuscia, si rimette a trafugare reperti archeologici nelle tombe ancora inviolate delle necropoli etrusche. E’ il suo lavoro, il suo dono di intuire l’al di là. Un percorso fra sogno e realtà. Innocenze perdute e amori dissolti. Un film libero, favolistico. Sacro e profano si mischiano e rimbalzano con imprevedibile dissonanza. Rohrwacher prosegue la sua esplorazione di tracce sotterranee, di una “realtà” altra, costruita film dopo film.

Scopri di più
For Members Image Per i Soci
event-image
category-icon

Cultura

Mostra In Campo la Balzana

Dal 9 al 21 marzo 2024 Siena

Per i soci Unicoop Firenze visita guidata e ingresso gratuito!

In Campo la Balzana è la tanto attesa mostra  sul Palio e il suo Corteo Storico.

Visitabile ai Magazzini del Sale, metterà in scena la storia secolare della sfilata che precede per due volte ogni anno la celebre corsa. A seguito di un’iniziale percorso temporale, dalle sue origini tardo quattrocentesche al XIX secolo, il focus principale dell’iniziativa sarà l’esposizione delle monture comunali utilizzate dal 1904 fino ai nostri giorni. 

Lo scopo della mostra, oltre quello di mostrare per la prima volta al pubblico la bellezza di alcuni di questi costumi, corredati da elmi, corazze e stendardi, è quello di scoprirne la storia, l’identità e il lavoro continuo che si cela dietro la loro creazione.

Sarà infine presente un ricco apparato fotografico che immergerà il visitatore nell'immaginario visivo ed emozionale della "passeggiata storica", attraversando più di un secolo di storia.

Scopri di più
For Members Image Per i Soci
event-image
category-icon

Cultura

I tasti della Poesia - Gabinetto Viesseux

Dal 8 febbraio 2024 al 28 marzo 2024 Firenze

In esclusiva per i Soci Unicoop Firenze nel mese di febbraio ci saranno visite guidate all'Archivio Contemporaneo Bonsanti.

Durante la visita sarà possibile visitare l'esposizione "I tasti della poesia. Gli scrittori alla macchina da scrivere", osservare da vicino alcuni dattiloscritti e carteggi dei maggiori autori del Novecento, una piccola parte della prestigiosa collezione d'arte conservata in Palazzo Corsini Suarez e alcune biblioteche d'autore (inizieremo con quelle di Pier Paolo Pasolini e di Alberto Arbasino).

Scopri di più
For Members Image Per i Soci
event-image
category-icon

Cultura

CortoNarrando - Turista a KM zero

Dal 24 febbraio 2024 al 30 marzo 2024 Cortona

Unicoop Firenze propone un'occsaione unica per visitare le bellezze nascoste della città di Cortona.

Accompagnati da guide esperte che si alternano in ogni appuntamento CortoNarrando prende il via sabato 24 febbraio con la visita al Teatro Signorelli, ex chiesa di Sant’Andrea.

2 marzo la visita guidata è alla chiesa di Sant’Angelo a Metelliano, sabato 9 marzo a Santa Maria Nuova, per poi proseguire a villa Sandrelli il 16 marzo, sabato 23 marzo con la chiesa di Santa Maria delle Grazie al Calcinaio e concludersi il 30 marzo con il tour dei simulacri delle chiese cortonesi.

Ogni evento inizia alle h. 15.00, direttamente nel luogo della visita in programma. Solo per l’evento del 30 marzo, alle h. 15.00 il punto di partenza è da Piazza Signorelli presso Cortona Info Point.

Le visite guidate vedranno anche la presenza di «Ciceroni a sorpresa» che affiancheranno le guide animando la presentazione, hanno già dato la loro adesione studiosi del calibro di Mario Aimi, Paolo Giulierini, Liletta Fornasari, Ada Salvi e Pietro Matracchi.

Ad l termine di ogni evento sarà offerta una degustazione con i prodotti tipici del territorio.

Cortona è un nido d'arte protetto da mura poderose. Sotto le barriere eterne, segno del glorioso passato etrusco, si dispongono campi a terrazza popolati d’ulivi e segnati da muri a secco, tra i quali si annidano sontuose ville recinte di lecci, di pini e di cipressi, case coloniche, monasteri, chiese monumentali con cupole, finestre, celle campanarie, tutto nella linda pietra serena del luogo.

Scopri di più
For Members Image Per i Soci
event-image
category-icon

Cultura

Archeologia svelata a Sesto Fiorentino - Tumulo Etrusco della Montagnola

Dal 24 marzo 2024 al 21 aprile 2024 Sesto Fiorentino

Per i soci Unicoop Firenze sono previste delle visite guidate alla mostra, lezioni didattiche e tour guidati da un archeologo ai siti presenti sul territorio, il Tumulo etrusco della Montagnola e i resti della Villa Romana.

Il calendario dei prossimi mesi è il seguente:

- domenica 24 marzo, ore 10.00 - Visita alla mostra “Archeologia svelata a Sesto Fiorentino” e tour guidato al Tumulo Etrusco della Montagnola, ritrovo presso la Biblioteca Ernesto Ragionieri, Piazza della Biblioteca 4, Sesto Fiorentino;

- domenica 21 aprile, ore 10.00 - Visita alla mostra “Archeologia svelata a Sesto Fiorentino” e tour guidato al Tumulo Etrusco della Montagnola, ritrovo presso la Biblioteca Ernesto Ragionieri, Piazza della Biblioteca 4, Sesto Fiorentino.

ritrovo presso la Biblioteca Ernesto Ragionieri, Piazza della Biblioteca 4, Sesto Fiorentino

Scopri di più
For Members Image Per i Soci
event-image
category-icon

Cultura

Museo di Storia Naturale, ‘La Specola’

Dal 7 marzo 2024 al 16 maggio 2024 Firenze

‘La Specola’ ospita un’ampia collezione zoologica, la più grande collezione al mondo di cere anatomiche settecentesche, la collezione unica del ceroplasta siciliano Gaetano Giulio Zumbo (1656-1701), il Salone degli Scheletri, la Tribuna Galileo e l torrino astronomico.

Nel corso della visita guidata i soci potranno ammirare due ali del museo completamente nuove, dedicate alla mineralogia e alla ceroplastica, con opere mai esposte prima, come le straordinarie cere botaniche. Ma ritroveranno anche la collezione zoologica. Perché ‘La Specola’ è nuova e antica insieme, una realtà quasi unica: il primo fra i musei scientifici ad aprire le porte alla cittadinanza secondo il progetto illuministico del Granduca Pietro Leopoldo di Toscana, tra i pochi a poter disporre di una sede che ha di per sé un valore storico.

La Tribuna Galileo, le cere anatomiche, il salone degli scheletri e il torrino astronomico sono visitabili ma non fanno parte della visita guidata.

Scopri di più