Da molti anni nell'Unicoop Firenze, si è occupato di varie tematiche, soprattutto dal punto di vista consumerista e storico.

Autore alla fine degli anni ’80 di alcune pubblicazioni: Guida alla spesa - per spendere meglio e sapere cosa si compra (1989); Ecologia domestica - suggerimenti per rispettare l'ambiente (1989); Vivere la sicurezza - i pericoli dell'ambiente domestico; Frutti esotici – Piccola guida per conoscerli, riconoscerli e apprezzarli (1987); A come agrumi (1987).

Nel 1982 ha organizzato le Giornate dei giovani consumatori, a Firenze, che hanno visto la partecipazione di oltre 12 mila studenti e sono state la prima esperienza in grande stile della Coop nel mondo della scuola e dell'educazione ai consumi.

Dirige dal 1981 l'Informatore, mensile inviato ai soci dell'Unicoop Firenze, con una tiratura di oltre 600 mila copie. Dal '92 è responsabile della comunicazione istituzionale dell'Unicoop Firenze.

Nel 2004 esce “All’origine dell’oggi – Cronaca degli ultimi 40 anni della cooperativa”, una cronologia dei più significativi eventi che hanno caratterizzato l’Unicoop Firenze e la cooperazione di consumo dal 1960 in poi. Stampato in proprio dall’Unicoop Firenze, la ricerca, le immagini e i testi della pubblicazione sono di Comerci.

Nel 2007 ha pubblicato per "I tipi" della Mauro Pagliai Editore, il libro "sComunicati - Viaggio fra i mezzi e i messaggi della società che comunica", con la prefazione del prof. Carlo Sorrentino, docente dell'Università di Firenze.

Per i cinquanta anni dalla registrazione della testata, nel 2013 esce “Quelli che... informano – Storia e considerazioni sul giornale dell’Unicoop Firenze” pubblicato dall’Unicoop Firenze e diffuso in migliaia di copie. Nella pubblicazione s’intreccia la biografia dell’autore, la comunicazione e la storia dell’Unicoop Firenze.

Nel 2018 Comerci va in pensione e pubblica un’edizione aggiornata de “All’origine dell’oggi”. È incaricato dalla cooperativa della responsabilità dell’Archivio storico dell’Unicoop Firenze.

Due articoli di A.Comerci nel n.1 e nel n. 4 dell'Informatore Coop del 1992

Nel 1992 il Consiglio d’amministrazione della cooperativa ha deciso di istituire formalmente l’Ufficio comunicazione, in staff con la Presidenza della Cooperativa, separandolo dalla Direzione soci e consumatori, e dandomene la responsabilità.

Insieme a me fu nominato a farne parte Claudio Vanni, che per molti anni ha seguito i rapporti con i media esterni e la trasmissione televisiva, ed è un vulcanico generatore d’eventi. Hanno fatto parte dell’ufficio Graziella Pezzatini in qualità di Segretaria di redazione, sostituita da Marie Casarosa nel 2001. Al pensionamento di Pezzatini è subentrato Antonello Lepore, che si occupa dell’organizzazione dell’Ufficio e anche della stampa e diffusione dell’Informatore. Insomma uno staff leggero, formato da tre, e poi dal 2011 quattro dipendenti della Cooperativa, ma che conta su numerose collaborazioni professionali esterne.

La costituzione dell’Ufficio comunicazione inoltre ci ha permesso di avere rapporti diretti con le altre direzioni. Rapporti utili anche a loro per dare visibilità a quello che viene fatto in Cooperativa.

La comunicazione non l’abbiamo mai intesa come uno strumento per abbellire la sostanza di quello che facciamo, per far intendere quello che non c’è… La comunicazione, per me, è lo strumento per far sapere quello che può servire alla gente, per migliorare la propria vita e conoscenza.

La costituzione dell’Ufficio comunicazione è stata importante anche per il giornale che da quel momento non è più, nemmeno formalmente, espressione del Settore soci e consumatori, ma dell’intera Cooperativa. Da allora abbiamo potenziato l’uso dei mezzi (televisione, affissioni, internet, ufficio stampa, inserzioni sui giornali) e organizzato le campagne pubblicitarie di contenuto istituzionale: rapidamente accanto all’Informatore sono nati nel 1994 la trasmissione televisiva settimanale InformaCoop e, nell’aprile del 1997, il sito internet www.coopfirenze.it, il primo sito web di Cooperativa.

 

Le nostre storie