Da molti anni nell'Unicoop Firenze, si è occupato di varie tematiche, soprattutto dal punto di vista consumerista e storico.

Autore alla fine degli anni ’80 di alcune pubblicazioni: Guida alla spesa - per spendere meglio e sapere cosa si compra (1989); Ecologia domestica - suggerimenti per rispettare l'ambiente (1989); Vivere la sicurezza - i pericoli dell'ambiente domestico; Frutti esotici – Piccola guida per conoscerli, riconoscerli e apprezzarli (1987); A come agrumi (1987).

Nel 1982 ha organizzato le Giornate dei giovani consumatori, a Firenze, che hanno visto la partecipazione di oltre 12 mila studenti e sono state la prima esperienza in grande stile della Coop nel mondo della scuola e dell'educazione ai consumi.

Dirige dal 1981 l'Informatore, mensile inviato ai soci dell'Unicoop Firenze, con una tiratura di oltre 600 mila copie. Dal '92 è responsabile della comunicazione istituzionale dell'Unicoop Firenze.

Nel 2004 esce “All’origine dell’oggi – Cronaca degli ultimi 40 anni della cooperativa”, una cronologia dei più significativi eventi che hanno caratterizzato l’Unicoop Firenze e la cooperazione di consumo dal 1960 in poi. Stampato in proprio dall’Unicoop Firenze, la ricerca, le immagini e i testi della pubblicazione sono di Comerci.

Nel 2007 ha pubblicato per "I tipi" della Mauro Pagliai Editore, il libro "sComunicati - Viaggio fra i mezzi e i messaggi della società che comunica", con la prefazione del prof. Carlo Sorrentino, docente dell'Università di Firenze.

Per i cinquanta anni dalla registrazione della testata, nel 2013 esce “Quelli che... informano – Storia e considerazioni sul giornale dell’Unicoop Firenze” pubblicato dall’Unicoop Firenze e diffuso in migliaia di copie. Nella pubblicazione s’intreccia la biografia dell’autore, la comunicazione e la storia dell’Unicoop Firenze.

Nel 2018 Comerci va in pensione e pubblica un’edizione aggiornata de “All’origine dell’oggi”. È incaricato dalla cooperativa della responsabilità dell’Archivio storico dell’Unicoop Firenze.

Da noi in Unicoop Firenze è nata la campagna “Un pipistrello per amico” per il lancio delle Bat Box, rifugi artificiali per chirotteri, diffuse in modo sperimentale nel 2006 e offerte al pubblico nel 2007. Decisiva la collaborazione con Paolo Agnelli chirotterologo del Museo di storia naturale, sezione zoologia La Specola, dell’Università di Firenze. Siamo riusciti con l’Informatore e con una comunicazione a basso costo, a cambiare l’atteggiamento delle persone e trasformare i pregiudizi contro questi mammiferi volanti, in simpatia e comprensione del loro ruolo in natura. In cinque anni la campagna nata in Unicoop Firenze è diventata nazionale e ha coinvolto tutte le altre grandi Coop.

Questo è un esempio di come funziona la comunicazione e di come si cerca di realizzarla: abbiamo dato informazione sui pipistrelli e sulla biodiversità, e abbiamo dato alle persone uno strumento per combattere gli insetti molesti, per contribuire all’equilibrio naturale, per stare meglio tutti. In due parole: informazione e partecipazione. La comunicazione è riuscita ed ha avuto successo anche per il fascino che questi mammiferi alati hanno nel subconscio delle persone, basti pensare alle rappresentazioni del diavolo con ali da pipistrello, al successo di Batman, l’eroe dei fumetti. Insomma, oltre alla razionalità ci vuole anche la suggestione per sollecitare la fantasia.

Le nostre storie