• 12/01/2012

Funghi Russule

(primavera - autunno)

 

Sono buone se non pizzicano. I boschi in autunno sono pieni di questi funghi. Nel dubbio si può tranquillamente assaggiare un piccolo frammento di tessuto mettendolo sulla punta della lingua. Questo test permette di scartare le russule dal sapore pepato che, anche se non velenose, sono certamente immangiabili.

Le russule costituiscono una sterminata categoria di funghi largamente diffusi e quindi facilmente visibili anche dai cercatori “alle prime armi”. Ma molte specie sono generalmente immangiabili a causa del sapore più o meno acre dei loro tessuti.

Il test dell’assaggio, anche se empirico, può essere facilmente effettuato, senza correre nessun rischio di tipo tossicologico.
Consiste semplicemente nel mettere sulla punta della lingua un frammento di tessuto del fungo e dopo pochi secondi, a seconda della specie, possiamo spesso avvertire un sapore dolce o bruciante.
Stiamo parlando di un genere di funghi piuttosto complesso a causa delle numerose specie che vi appartengono, spesso morfologicamente simili fra loro, che mettono in difficoltà, per l’esatta classificazione, anche micologi di consolidata esperienza.

Sono ottime la colombina maggiore (Russula cyanoxantha), la colombina verde o verdone (Russula virescens), ma sono di buona qualità anche la Russula aurata, la Russula vesca ed altre specie commestibili.


Didascalia
Colombina maggiore (Russula cianoxantha
)