• 12/01/2012

Qualche utile consiglio

Se sono stati raccolti nei boschi, appena giunti a casa devono essere subito puliti, levando terriccio e foglie.
Scartare quelli visibilmente invasi da vermi, che emanano cattivo odore e presentano tessuti marcescenti: non dimentichiamo che i funghi, anche se tenuti in frigorifero, si possono conservare al massimo un paio di giorni alla temperatura di 4-5° C.

Solitamente i funghi vengono consumati allo stato fresco tramite cottura in vari modi, secondo i propri gusti e le tradizioni gastronomiche locali.

Una parte delle specie raccolte sono essiccate, oppure messe sottolio o sottaceto per essere utilizzate come contorno o per insaporire le varie pietanze.
Occorre, naturalmente, scegliere quelli freschi, giovani, sani, dai tessuti sodi ed integri, non invasi da muffe o da vermi.