• 14/10/2008

Pasta con carciofi e prosciutto

400g pasta, 4 cuori di carciofi, 150g prosciutto crudo, 2 spicchi di aglio, peperoncino qb, panna da cucina qb, sale qb, pepe qb, Olio extravergine di oliva, prezzemolo e vino bianco qb.

In una padella fare rosolare l'olio, l'aglio a spicchi il prezzemolo e il peperoncino, unire i carciofi puliti e tagliati a fettine, il prosciutto tagliato a pezzetti, salare, pepare, sfumare con vino bianco e finire la cottura con l'aiuto di ½ bicchiere d’acqua. A questo punto fare saltare la pasta precedentemente lessata, con il sugo ottenuto, spolverare con prezzemolo e legare con la panna.


Benefici e gustosi

I carciofi hanno un effetto benefico sul fegato grazie ad una sostanza di cui sono ricchi: la cinarina. Le varietà coltivate presenti sul mercato sono numerose, nel mondo se ne conoscono più di 90.

Si può conservare fresco anche per qualche giorno, mettendo il gambo, senza tagliarlo, nell’acqua. Una volta pulito e fatto a spicchi per non farlo annerire basta strofinarlo con un po’ di limone. Meglio lessarlo in poca acqua, o cuocerlo addirittura al vapore, per non disperdere i sali minerali e conservare intatti i principi nutritivi.

Il carciofo si presta ad un’infinità di preparazioni: si può consumare crudo (anche tagliato fine fine a carpaccio), in pinzimonio, lesso, fritto, in umido, saltato in padella; si può unire ad altre verdure in risotti o minestre, farne torte salate, o cuocerlo insieme alla carne (ottimo con lo spezzatino di vitella) o al pesce.