• 01/01/2002

Ananas

Ananas
Provenienza:
principalmente dalla Costa d'Avorio, Costa Rica, Kenia, ma quasi tutti i Paesi tropicali lo producono.

Stagione: in Italia lo si può trovare dai primi d'ottobre ai primi di giugno.

Aspetto/varietà: la varietà più comune è la Cayene lisse. Ha una caratteristica forma a pigna con un ciuffo più o meno lungo. All'interno la polpa è giallo-chiara con un cuore fibroso.

Come scegliere: quando la buccia è verde cangiante in giallo-oro.

Conservazione: posto in un sacchetto si conserva in frigo per 3 o 4 giorni.

Come consumare:fresco al naturale, spruzzato con vino bianco o liquore dolce, in macedonia. Ecco, tra i tanti, un modo per gustarlo: si taglia la polpa a fette orizzontali, non troppo sottili. Si dispongono a strati in una terrina, spruzzando dello zucchero fra fetta e fetta, su questa 'pila' si poggia un piatto con un peso sopra. Dopo una o due ore si possono gustare le fette immerse in abbondante succo aromatico. Volendo si può aggiungere del rum.

Proprietà nutrizionali: fornisce circa 50 calorie ogni 100 grammi di parte edibile, che è il 57% del frutto. Contiene un enzima, la bromelia, che aiuta la digestione delle proteine. Per questo viene consigliato come fine-pasto. La bromelina viene distrutta dal calore, perciò non è presente nell'ananas in scatola e quando è sottoposto a cottura (marmellate, crostate, ecc.).