Largo agli home video nei supermercati

Scritto da Bruno Santini |    Novembre 1997    |    Pag.

Attore e giornalista. Attore teatrale (con esperienze al fianco di S. Randone, E. M. Salerno, A. Asti...), cinematografico (in film di Pieraccioni, Monicelli, Panariello, Vanzina...) e televisivo (in fiction come 'La squadra', 'Carabinieri 2", "Vivere", "Questa casa non è un albergo"...). Giornalista dal 1990, è anche speaker ed autore radiofonico. E' il conduttore del programma televisivo "InformaCoop".

Voglia di cinema
Staccate il telefono, mettetevi comodamente seduti sul divano buono del salotto, assicuratevi che i bambini siano già stati in bagno, chiudete fuori dalla porta il gatto e i problemi di lavoro... e regalate a voi e alla vostra famiglia una serata di buon cinema in tv con una videocassetta.
E a proposito di home video, il supermercato sta diventando sempre più un luogo dove poter comprare al volo l'ultimo successo o il film che non si è riusciti a vedere al cinema.
Ovviamente al super non si può trovare tutta la gamma di proposte che quasi quotidianamente l'industria mette a disposizione. Che regole vengono usate, allora, per fare la selezione? «Quella più semplice ed ovvia - spiega Paolo Volpi, della direzione commerciale dell'Unicoop Firenze -. Puntiamo su quei titoli largamente popolari che hanno già incontrato i favori del pubblico nelle sale cinematografiche».
Daniela Celli - che cura le vendite dei prodotti non alimentari del magazzino Coop di piazza San Marco a Prato - ci aiuta ad identificare il 'cinefilo' tipo che acquista le video cassette nella grande distribuzione. «Un identikit preciso - dice - non si può fare. Certo i maggiori acquirenti sono i ragazzi dai 20 ai 30 anni, però anche i cinquantenni non disdegnano l'offerta. Meno interessate sono le persone anziane, che trovano posto nel loro carrello solo per i prodotti Disney da regalare, ovviamente, ai nipoti. Una cosa però va detta: chi si avvicina allo scaffale dell'home video - e sono in prevalenza uomini - ha le idee molto chiare; non sceglie tra i titoli proposti, come accade invece più spesso con i libri, ma va a colpo sicuro, portandosi a casa il film che già aveva deciso di comprare. Inoltre sono rarissimi i casi in cui il cliente ci coinvolge, chiedendoci pareri e consigli sulla scelta; a noi si rivolgono solo per sapere quando il dato titolo sarà disponibile».
Ma i motivi dell'acquisto al supermercato sono quasi esclusivamente due: la convenienza e la comodità di non dover andare in un altro negozio quando comunque si deve fare la spesa. Riguardo alla convenienza, ad esempio, i punti vendita Coop assicurano titoli con sconti interessanti rispetto a quelli che sono i prezzi di mercato.

I titoli di novembre
Comunque, anche con i limiti di scelta, per questa fine d'anno negli scaffali Coop ci saranno titoli per la gioia di qualsiasi cinefilo. C'è il catastrofico 'Twister' e il romantico-sportivo 'Tin cup', con il tenebroso Kevin 'Balla coi lupi' Costner; il quasi fiabesco ''Michel'', nel quale sono addirittura spuntate le ali a Travolta; i fantascientifici (filone molto in voga nella appena passata stagione cinematografica) 'Mars Attacks', con Jack Nicholson 'for president', 'Star Trek' con l'ennesimo capitolo della serie che deve gran parte della sua fortuna alla tv e infine la ricca trilogia di 'Guerre Stellari', riproposta in una nuova veste e con effetti speciali inediti. Nell'elenco della 'I.T. Video', distributrice di gran parte del materiale home video che poi finisce nei carrelli della spesa, c'è spazio anche per l'eterna lotta tra il bene e il male, con il thriller di ottima fattura 'Extreme Misure'. I palati fini non storcano la bocca, ce n'è anche per loro con il bel 'Fratelli' del regista Abel Ferrara... e soprattutto non piangano i più piccoli: per loro c'è un inedito Schwarzenegger protagonista di 'Una promessa è una promessa', in cui l'ex Conan è alle prese con un introvabile regalo di Natale che ha promesso al figlioletto, e il lungometraggio di animazione 'L'incantesimo del lago 2'. Infine, fiato alle trombe, arriva sua maestà 'Il ciclone', il film di Leonardo Pieraccioni che ha battuto tutti i record al botteghino con i suoi oltre settanta miliardi d'incassi. «Inoltre - conclude Volpi - una parte importante delle nostre vendite riguarda i cartoni animati e i film per bambini, che da soli incidono su oltre la metà del fatturato degli home video. Un fatturato che, comunque, dovrebbe sensibilmente aumentare, dal momento che insieme ai libri ed ai cd la video cassetta viene identificata come prodotto da lanciare anche nei supermercati di medie e piccole dimensioni».