Oltre 10 mila donazioni al Banco Alimentare. Nuova sede a Calenzano. Al Banco anche i prodotti difettati dell'iper di Sesto

Scritto da Rossana De Caro |    Novembre 2004    |    Pag.

Laureata in Lettere all'Ateneo fiorentino, ha lavorato per molti anni come giornalista in emittenti televisive e radio locali, realizzando programmi di costume e società. Ha collaborato inoltre con La Nazione per la cronaca di Firenze e gli spettacoli. 

Dal 1998 scrive articoli per l'Informatore. Si occupa anche di uffici stampa per la promozione di eventi a Firenze e in Toscana.

Ha pubblicato il libro 'Ardengo Soffici critico d'arte'. 

Dal 2009 al 2015, sempre come collaborazione esterna, è stata coordinatrice redazionale dell'Informatore.

Pochi punti per donare a chi ne ha bisogno prodotti di prima necessità. La collaborazione tra Unicoop Firenze e l'associazione benefica del Banco Alimentare della Toscana dura ormai dal 1999 e prosegue con successo.
Si può contribuire tutti i giorni: la solidarietà al Banco è stata infatti rinnovata anche nel catalogo dei premi 2004-2005, e con le stesse modalità.
E' semplice, basta donare dei punti ricavati dalla spesa: il socio deve comunicare alla cassa che intende fare una donazione, a scelta tra 6 confezioni di succhi (150 punti), 6 litri di latte intero Coop (150 punti), 6 scatole di fagioli cannellini Coop (100 punti), 6 confezioni di pasta Coop da mezzo chilo (100 punti). I punti saranno scaricati dallo scontrino. La cooperativa provvede a consegnare al Banco il prodotto scelto e, a sua volta, si impegna per ogni 100.000 punti donati dai soci ad aggiungere un ulteriore contributo di 516 euro da versare al Banco Alimentare.

Nel 2004 (i dati sono aggiornati a settembre) sono stati oltre 10 mila i soci donatori.
Un gesto che ha permesso di consegnare circa 8 mila confezioni di succhi di frutta, 25.686 confezioni di pasta da 500 g, 11.970 confezioni di fagioli cannellini e 15.708 confezioni di latte da un litro. In tutto un "patrimonio" in solidarietà pari a 1 milione 219.500 punti, a cui si vanno ad aggiungere i 6.200 euro stanziati da Coop.

Il Banco Alimentare della Toscana è un'associazione che combatte contro lo spreco e contro la fame, e che aiuta i meno fortunati.
La nuova sede è a Calenzano (in via del Pratignone 25): un magazzino ampio e spazioso di 800 mq, inaugurato a febbraio dello scorso anno, situato davanti al casello autostradale in posizione strategica sia per i camion che devono scaricare le provviste sia per le associazioni che devono fare i ritiri.
«Questo magazzino - asserisce Natale Bazzanti, presidente del Banco Alimentare della Toscana - è un sogno che si è realizzato, il lavoro è molto migliorato, il posto è dotato di tutte le attrezzature necessarie, a norma da un punto di vista sanitario e igienico, ma c'è il problema dell'affitto: 46 mila euro all'anno, tanti nonostante gli aiuti provenienti da banche, enti locali e singoli cittadini».

Il Banco rifornisce circa 350 enti ed istituzioni riconosciute, dalla Madonnina del Grappa a case famiglia, comunità, mense per i poveri, pacchi per famiglie indigenti. I prodotti vengono distribuiti a circa 40 mila persone.
«Nel 2003 - afferma Bazzanti - siamo riusciti a recuperare e ridistribuire 1600 tonnellate di prodotti che in buona parte sarebbero finiti al macero».
Si tratta infatti di confezioni male etichettate, con ammaccature o con difetti di impacchettatura, che vengono forniti al Banco da tutta la grande distribuzione organizzata e dalle ditte alimentari (circa 200 in tutta Italia).

Unicoop fornisce anche dei buoni spesa di concorsi come il carrello Jolly, che non sono stati vinti dai clienti, spendibili in beni di consumo. E ancora, l'Ipercoop di Sesto Fiorentino ogni 15 giorni mette da parte tutto ciò che non è vendibile per cambiamento di assortimento merci o perché è ammaccato, sia alimentare che extra.
«Per chi ha fame - dice il presidente Bazzanti - è un gran regalo, inoltre permette di evitare inutili sprechi. Se si potesse allargare questo discorso anche ad altri negozi ne saremmo particolarmente felici».


SOLIDARIETA'
La Giornata della colletta

Ricordiamo che il 27 novembre ci sarà l'ottava edizione della Giornata della colletta alimentare, quando sarà possibile fare la spesa per il Banco Alimentare.
Saranno coinvolti un centinaio di negozi Coop, all'interno dei quali i volontari daranno, a chi lo vuole, il sacchetto della solidarietà da riempire con i prodotti richiesti: olio, legumi in scatola, prodotti per l'infanzia e pelati.

Banco Alimentare della Toscana
Via del Pratignone 25, 50041 Calenzano (Firenze)
Tel. 055 8874051, fax 055 8861131
e-mail: bancofi@tin.it