Parco canile ad Arese. Grandi spazi, servizi veterinari e di ausilio non solo per i cani

Scritto da Silvia Amodio |    Febbraio 2007    |    Pag.

Giornalista e fotografa Milanese, laureata in filosofia con una tesi svolta alle isole Hawaii sulle competenze linguistiche dei delfini. Ha collaborato come giornalista free-lance con settimanali e mensili (Famiglia Cristiana, Airone, D la Repubblica delle Donne, l'Espresso, Mondo Sommerso, New Age), scrivendo sempre di animali e accompagnando gli articoli con le sue foto. Ha lavorato anche all'enciclopedia sul gatto della De Agostini. Negli ultimi tempi la fotografia d'autore è divenuta la sua occupazione principale.

Vita da cani 2
Sara D'Angelo soffre della forma più grave di allergia al pelo degli animali, la cosiddetta asma severa, che per una vita intera l'ha costretta a prendere medicinali e, nei momenti più difficili, anche a farsi ricoverare negli ospedali per sottoporsi a cure specializzate. Nonostante questo, il suo amore per gli animali è talmente grande che niente avrebbe potuto scoraggiarla dal realizzare il suo sogno: l'apertura di un parco canile. L'idea è maturata negli anni insieme a due compagne del liceo, Francesca Camiciottoli e Monique Bacchioni, con le quali condivide la stessa filosofia di vita e lo stesso motto: l'uomo non è superiore alle altre creature.
Nel 1992 le tre ragazze fondano l'associazione "Vita da cani onlus", membro dell'Oipa (Organizzazione internazionale protezione animali), organo consultivo dell'Onu. L'associazione combatte tutte le violenze e i maltrattamenti nei confronti degli animali: l'abbandono, il randagismo, la vivisezione, l'importazione e l'esportazione di animali e via dicendo. Per affrontare temi così complessi non basta avere un grande amore per gli animali, bisogna essere innanzitutto persone preparate, in grado di affrontare ogni tipo di situazione e imprevisto con sangue freddo e competenza.

Il parco canile, un'altra grande scommessa, ha preso concretamente forma solo nel 2005. «È costato 500 mila euro - spiega Sara -, abbiamo ottenuto una convenzione per 50 anni sul terreno dell'ex depuratore. È nato con la cooperativa che abbiamo messo in piedi nel 2002 per partecipare ad un bando sull'imprenditoria femminile». Il parco si trova ad Arese, alla periferia nordovest di Milano, si estende su una superficie di 4.500 metri quadrati di prato, alberi, cucce e gazebo e ospita 150 cani.
Inutile dire che è unico nel suo genere in tutta Italia. Contrariamente ai canili tradizionali, infatti, dove gli animali sono chiusi in gabbie, ad Arese gli ospiti scorrazzano liberi in grandi recinti e il parco stesso è aperto al pubblico. Chiunque può venire per passare del tempo con il proprio cane oppure per usufruire dei servizi che vengono offerti: la tolettatura, il veterinario, l'asilo dove i padroni possono lasciare i loro compagni quando vanno a lavorare, la pensione per brevi o lunghi periodi. È inoltre possibile fare acquisti nel negozio specializzato in prodotti per animali che si trova all'interno.

Vita da cani 1
Tutti i cani che hanno bisogno, ma proprio tutti, trovano amore e una cuccia accogliente: quelli salvati dai laboratori di vivisezione, quelli salvati dai combattimenti clandestini, quelli incidentati e paralitici che altrove sarebbero sicuramente soppressi. Qui ognuno è seguito singolarmente, c'è anche una vasca che viene usata per fare fisioterapia e un artigiano aiuta a costruire dei carrellini, una specie di sedie a rotelle, per cani disabili, che nonostante l'handicap non perdono la voglia di correre e di dare amore. Quelli più docili vengono coinvolti in un progetto di pet therapy, "Vecchi amici", in collaborazione con un ospizio di Arese. È ormai scientificamente dimostrato che una creatura scodinzolante che ti riempie di baci e di affetto sincero e incondizionato talvolta può ottenere più risultati di tante terapie.

La definizione di parco canile è un po' riduttiva dal momento che tra gli ospiti possiamo incontrare anche maiali, oche e galline, che altrove finirebbero in padella! Naturalmente c'è spazio anche per i gatti, con un progetto apposta per loro, "Gattiscalzi", che si occupa della gestione e della cura delle colonie feline.
Come se non ci fosse già tanto da fare è partito anche il progetto "Cerbero" per recuperare i cani "pericolosi", quelli sottratti ai combattimenti clandestini, e al quale il favoloso trio ha destinato a Magnago, sempre in provincia di Milano, un terreno tre volte maggiore di quello del parco canile, dove scorrazzano altri 160 cani. Con la guida di persone specializzate i cani verranno riabilitati e, se possibile, inseriti in famiglia.

Sara, Francesca e Monique ci hanno dimostrato che quando c'è la volontà unita all'amore anche i progetti più difficili si possono realizzare e ci ricordano che gli animali non hanno bisogno della nostra compassione ma della nostra azione. Aiutiamole!



PARCO CANILE
Sostegno a distanza

Vita da cani 3
Tra i vari appelli del parco uno tra i più impellenti riguarda l'acquisto di cibo. Occorrono 300 sacchi di cibo secco al mese per sfamare gli ospiti, ogni sacco costa 10 euro, cioè 3000 euro di spese mensili solo per il cibo, di cui ovviamente non si può fare a meno! Basterebbe donare (con un versamento o un bonifico) 10 euro al mese per dare un aiuto grandissimo! L'associazione "Vita da cani" si occupa anche di contattare i laboratori di vivisezione per riscattare, quando possibile, gli animali vivisezionati per evitarne la soppressione. Dopo un periodo di recupero psicologico gli animali, cani e gatti adulti e spesso anziani, possono essere affidati alle famiglie.

Infine è possibile anche donare il 5 per mille dell'Irpef all'associazione apponendo la propria firma nel riquadro dedicato alle onlus nella dichiarazione dei redditi e indicare il codice fiscale numero 10734290157.

Puoi donare il tuo sacco di cibo facendo un versamento sul c.c.p. 13545264, Abi 07601, Cab 01600 intestato a: Vita da cani, via Mazzini 4, 20020 Arese (Milano) specificando la causale "food raising".


Info: tel. 0293871132 oppure 3490581076, e-mail: vitadacani@vitadacani.org, www.vitadacani.org