Scritto da Rossana De Caro |    Gennaio 2002    |    Pag.

Laureata in Lettere all'Ateneo fiorentino, ha lavorato per molti anni come giornalista in emittenti televisive e radio locali, realizzando programmi di costume e società. Ha collaborato inoltre con La Nazione per la cronaca di Firenze e gli spettacoli. 

Dal 1998 scrive articoli per l'Informatore. Si occupa anche di uffici stampa per la promozione di eventi a Firenze e in Toscana.

Ha pubblicato il libro 'Ardengo Soffici critico d'arte'. 

Dal 2009 al 2015, sempre come collaborazione esterna, è stata coordinatrice redazionale dell'Informatore.

Quali sono i migliori vini italiani? E quanto può
Vini in classifica
costare in media una buona bottiglia di vino? Per trovare una risposta a questi quesiti basta consultare le nuove guide enologiche del 2002, interamente dedicate alla bevanda degli dei.

Vini d'Italia 2002 (Gambero Rosso Editore, 28,41 euro, lire 55 mila), ovvero la Bibbia dei vini del Gambero Rosso, quindicesima edizione, aggiornata e ancora più ricca degli anni passati. All'interno una selezione assai ampia di vini valutati (12 mila 610) e di cantine schedate (oltre 1700).
I vini sono giudicati con il sistema ormai consolidato dei "bicchieri", da zero a tre. Quest'anno sono 241 i vini che si sono aggiudicati il massimo punteggio, suddivisi per regioni. In testa alla hit parade il Piemonte con 61 vini, seguito dalla Toscana con 52 e dal Friuli Venezia Giulia con 27. Quarto posto per l'Alto Adige, con 19, e quinto il Veneto, con 18. In sesta posizione la Lombardia con 12 e settime, a parità, Marche e Sicilia, con 9 vini premiati. Nono posto per Umbria e Campania, con 6, e undicesimo il Trentino con 5, a cui fanno seguito Emilia Romagna e Sardegna a quota 4. Infine concludono la classifica Puglia e Abruzzo, con due vini, e Lazio, Calabria, Valle D'Aosta, Molise e Basilicata, fanalini di coda, tutte con un solo voto massimo ciascuna.

L'Almanacco del bere bene 2002 (Gambero Rosso Editore, 6,20 euro, lire 12 mila) è uno strumento utile per chi vuole bere bene a costi ragionevoli. Sono segnalati 2.231ottimi vini a prezzi di convenienza, entro i 7,75 euro (15 mila lire). Assegna "gli oscar degli oscar" a 20 vini, uno per ogni regione italiana, e dà una menzione speciale ad altrettante enoteche, in ogni regione, valutate per la qualità dell'offerta, i prezzi e le iniziative. Chiude l'Almanacco 2002 una selezione dei "top 100" dei vini nel rapporto qualità-prezzo.

I vini d'Italia 2002 (ed. L'Espresso, euro 19,62, lire 38 mila) presenta oltre 14 mila 300 vini recensiti di 3.220 produttori. Inoltre ci sono anche tabelle sulle migliori annate recenti e passate, note sui principali vitigni in Italia e suggerimenti su come degustare e conservare le bottiglie.

Concludiamo questa carrellata enologica con I vini di Veronelli 2002, Guida Oro (Veronelli ed., euro 24,78, lire 48 mila), tredicesima edizione, redatta dall'esperto enogastronomo milanese insieme a Gigi Brozzoni e Daniel Thomases, una sorta di 'mappa', come la definiscono gli stessi autori, del vino italiano. Ottomila i vini recensiti e 1.835 le aziende schedate con indirizzo e recapito telefonico, suddivise per regione. Sono indicate anche le fasce di prezzo dei vari vini. Tanti dati corredati da curiosità e aneddoti.