L'attività dell'Associazione italiana endometriosi

E' una malattia poco conosciuta e forse, proprio per questo, molto sottovalutata. Colpisce quelle donne - il 2/4 per cento della popolazione femminile mondiale, secondo le ultime stime - nelle quali l'endometrio, tessuto normalmente presente nell'utero, si impianta anche in altri organi (come l'addome) provocando infiammazioni, aderenze, dolori pelvici e in alcuni casi anche sterilità. Questa malattia si chiama endometriosi, ed è cronica e incurabile. Può essere trattata con vari metodi, che vanno dall'utilizzo di semplici antidolorifici a cure ormonali, fino ad arrivare a veri e propri interventi chirurgici, comunque mai risolutivi.
L'Aie, l'associazione italiana endometriosi, è nata proprio per dare un aiuto concreto alle donne affette da questa patologia ma anche per diffonderne la conoscenza. L'associazione mette a disposizione gruppi di auto-aiuto, una rete di sostegno telefonico, un servizio di consulenza con un medico esperto di endometriosi, informazioni su centri specializzati ai quali potersi rivolgere. C'è anche un sito internet, www.gb-tech.it/endo/

L'Aie ha una propria sezione anche in Toscana; per mettersi in contatto telefonare allo 03398877492, dal lunedì al venerdì in orario 20-22.