Il dibattito intorno al libro di Turiddo Campaini

Scritto da Antonio Comerci |    Febbraio 2011    |    Pag.

Da molti anni nell'Unicoop Firenze, si è occupato di varie tematiche, soprattutto dal punto di vista consumerista e storico.

Autore alla fine degli anni ’80 di alcune pubblicazioni: Guida alla spesa - per spendere meglio e sapere cosa si compra (1989); Ecologia domestica - suggerimenti per rispettare l'ambiente (1989); Vivere la sicurezza - i pericoli dell'ambiente domestico; Frutti esotici – Piccola guida per conoscerli, riconoscerli e apprezzarli (1987); A come agrumi (1987).

Nel 1982 ha organizzato le Giornate dei giovani consumatori, a Firenze, che hanno visto la partecipazione di oltre 12 mila studenti e sono state la prima esperienza in grande stile della Coop nel mondo della scuola e dell'educazione ai consumi.

Dirige dal 1981 l'Informatore, mensile inviato ai soci dell'Unicoop Firenze, con una tiratura di oltre 600 mila copie. Dal '92 è responsabile della comunicazione istituzionale dell'Unicoop Firenze.

Nel 2004 esce “All’origine dell’oggi – Cronaca degli ultimi 40 anni della cooperativa”, una cronologia dei più significativi eventi che hanno caratterizzato l’Unicoop Firenze e la cooperazione di consumo dal 1960 in poi. Stampato in proprio dall’Unicoop Firenze, la ricerca, le immagini e i testi della pubblicazione sono di Comerci.

Nel 2007 ha pubblicato per "I tipi" della Mauro Pagliai Editore, il libro "sComunicati - Viaggio fra i mezzi e i messaggi della società che comunica", con la prefazione del prof. Carlo Sorrentino, docente dell'Università di Firenze.

Per i cinquanta anni dalla registrazione della testata, nel 2013 esce “Quelli che... informano – Storia e considerazioni sul giornale dell’Unicoop Firenze” pubblicato dall’Unicoop Firenze e diffuso in migliaia di copie. Nella pubblicazione s’intreccia la biografia dell’autore, la comunicazione e la storia dell’Unicoop Firenze.

Nel 2018 Comerci va in pensione e pubblica un’edizione aggiornata de “All’origine dell’oggi”. È incaricato dalla cooperativa della responsabilità dell’Archivio storico dell’Unicoop Firenze.

Non è un trattato di filosofia, quello che ha scritto Turiddo Campaini, presidente del consiglio di sorveglianza dell'Unicoop Firenze. Non è nemmeno una piattaforma politica o ideologica per chissà che cosa. In "Un'altra vita è possibile" Campaini ripercorre l'esperienza maturata in 40 anni nella cooperativa per spiegarne l'evoluzione e per chiarire quali sono i valori che sono stati e stanno alla base dell'azione dell'Unicoop Firenze, come impresa e come associazione di cittadini.

Naturalmente quello di Campaini è un punto di vista particolare: quello dell'imprenditore che deve conciliare vari fattori per tenere a galla l'impresa e, nel caso dell'Unicoop Firenze, farla sviluppare e mantenerne un ruolo leader nelle zone in cui opera. Insomma un'azione d'equilibrio il cui fine non è il profitto dell'impresa, ma la difesa del potere d'acquisto dei soci, il considerarli cittadini e non consumatori.
Insomma, dal libro nasce spontanea una battuta: non si nasce manager, ma lo si diventa. E lo si può diventare in tanti modi: trascurando i valori umani e aderendo fino in fondo alle logiche del mercato e del profitto, oppure usando le leggi economiche per portare avanti con coerenza i valori in cui si crede.

In una delle numerose presentazioni del libro è stato chiesto a Campaini perché ha scritto il libro. «Il prof. Giulio Sapelli, docente universitario, mentre parlavamo di un suo libro, se ne uscì con una considerazione: "perché chiamate noi per insegnare ai vostri quadri e dirigenti? Otterreste molto di più raccontando, per esempio, la sua storia". Ecco: il primo intento è quello di trasmettere ai giovani, nei quali vedo grosse potenzialità, la mia esperienza. Ma anche quello di dare, a tutti quelli che operano nell'Unicoop Firenze, il senso di quello che abbiamo realizzato. Il secondo è provocatorio, nei confronti del movimento cooperativo e per la società in cui viviamo: c'è bisogno di guardare più in alto e più lontano di quanto non faccia l'attuale classe dirigente e gran parte di coloro che aspirano a diventarne parte».

Non è un filosofo, Campaini. Né vuole essere santificato per le cose che dice. Ha voluto solo dare una testimonianza, un esempio di come si possono fare le cose mettendo al centro dell'impresa la persona, i valori, gli interessi dei più deboli. Un'alchimia difficile ma possibile, che non dà risultati eclatanti, ma concreti.
Ad altri il compito di indicare le strade del Paradiso o del Mondo Perfetto. A noi il compito di svolgere al meglio il ruolo di cooperatori e cittadini.

Presentazioni
Il calendario di febbraio delle presentazioni del libro intervista a Turiddo Campaini, presidente del Consiglio di Sorveglianza di Unicoop Firenze, "Un'altra vita è possibile", a cura del giornalista Pietro Jozzelli, edito da B.C. Dalai Editore.

Empoli, domenica 6 febbraio, ore 10, presso la Casa del popolo di Ponte a Elsa, a cura della sezione soci di Empoli quelle di Certaldo e Valdarno Inferiore.
Fucecchio, giovedì 10 febbraio, ore 21.15, presso l'Auditorium la Tinaia del Parco Corsini, promossa dal Movimento Shalom Onlus.Interventi di: Claudio Toni, Sindaco di Fucecchio; Don Andrea Cristiani, fondatore del Movimento Shalom; Roberto Bernabò, direttore de Il Tirreno.
Firenze, lunedì 14 febbraio, ore 17.30, presso Villa Arrivabene, piazza Alberti, a Firenze, a cura della sezione soci Coop Firenze nord est e il Quartiere 2. Introduce Renato Burigana.
Pistoia, venerdi 18 febbraio, ore 21, Auditorium Terzani, presso la biblioteca di San Giorgio
Arezzo, lunedì 21 febbraio, ore 17,30, a cura della sezione soci, presso l'Auditorium "Aldo Ducci" in via Montetini.

Per ogni copia venduta, due euro, in pratica i diritti d'autore, andranno alla Fondazione Il Cuore si scioglie Onlus e serviranno a finanziare progetti di solidarietà.