Ma resta ancora tanto da fare. L'appello di suor Germana

Sono ottomila i bambini adottati a distanza grazie all'associazione Progetto Agata Smeralda. Mille di queste adozioni sono avvenute all'interno dell'iniziativa 'Un cuore si scioglie', grazie alla quale è stata costruita una scuola. Bambini che sono stati tolti dalla strada, che si stanno facendo un'istruzione, che possono sperare in un futuro migliore.
Una scuola in Brasile
'Io voglio ringraziare ogni singolo adottante a distanza - dice suor Germana Ballabio, uno dei 'motori' di Agata Smeralda a Salvador Bahia, in Brasile, arrivato ormai al traguardo dei dieci anni - perché forse non riescono a capire fino in fondo il gran bene che fanno. E li invito a non desistere, a non lasciarci soli. Continuate, vi prego. Sicuramente fate dei sacrifici per inviarci questa quota mensile, ma vi assicuro che ne vale la pena. I bambini che riusciamo ad aiutare grazie al vostro contributo sono tornati ad essere bambini, persone, non più animaletti lasciati randagi nelle strade, preda di mille pericoli'.

Qual è la situazione nelle favelas brasiliane?
'C'è una grave miseria, c'è denutrizione, ci sono tante malattie, ci sono gli squadroni della morte che uccidono i bambini. Si vive in tuguri malsani, in condizioni igieniche pessime: quando piove le casupole vengono sommerse dalle acque di fogna. E c'è tanta prostituzione, perché le mamme si prostituiscono per avere quel poco necessario per sfamare i propri figli. Ci sono bambine di 13-14 anni già mamme perché sono state violentate'.

Cosa può fare Agata Smeralda?
Una scuola in Brasile
'Le nostre opere sono indirizzate soprattutto alla formazione scolastica. Poi aiutiamo le donne a trovare lavoro, e offriamo nelle scuole un buon vitto ai bambini - colazione, pranzo e merenda -. Voglio sottolineare che tutti i soldi che arrivano dall'Italia vengono utilizzati per questi scopi, non ci sono trattenute di nessun tipo. Spendiamo tutto, fino all'ultimo centesimo, per i bambini, per il loro bene, e nulla va perduto. Per questo rinnovo l'appello a tutti quelli che hanno contribuito: continuate ad aiutarci, non togliete a questi bambini la speranza in un futuro migliore'.

Progetto Agata Smeralda, tel. 055 583032, e-mail: agatafi@tin.it, www.agatasmeralda.org

Per adottare un bambino a distanza basta versare una quota mensile di 31 euro sul c.c.p. n. 502500 oppure sul c.c.b. n. 11/11 (Cab 02999.1 - Abi 3400.9) presso l'agenzia 19 della Banca Toscana, via Cavour 82/a, Firenze, entrambi intestati a Progetto Agata Seralda, via Cavour 92, 50129 Firenze