Scritto da Giulia Caruso |    Febbraio 2005    |    Pag.

Giornalista Si è formata professionalmente come collaboratrice stabile della cronaca toscana de l'Unità, redazione cultura e spettacoli, dal '90 al '97, per la quale si è occupata di musica - in prevalenza rock - moda, costume e cinema. Attualmente collabora con il Corriere di Firenze per il quale è corrispondente per la cronaca locale da Empoli, e per il mensile Rockstar. Esperta di linguaggi e culture giovanili, di viaggi e turismo, è inoltre appassionata di enogastronomia.

Mondo donna
È formata dalle associazioni
che lavorano sul tema della violenza alle donne in tutte le sue sfaccettature. All'indirizzo web www.donne.toscana.it/htm/aree2/htm/viol.htm si trovano informazioni sulle associazioni che si occupano di donne e minori in situazioni di disagio.
Ecco di seguito una mappa di alcune delle principali associazioni operanti nella nostra regione:


Associazione Artemisia - Firenze
indirizzo web: soalinux.comune.firenze.it/artemis/

E' attiva dalla fine degli anni Ottanta e gestisce il centro donne contro la violenza "Catia Franci" in via del Mezzetta a Firenze, rivolgendo una particolare attenzione anche ai maltrattamenti e all'abuso sessuale in età minore.
Il centro è aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 10 alle ore 18 e opera con il sostegno della Regione Toscana, della Provincia di Firenze, e come servizio in convenzione con il Comune offre aiuto alle donne in momentanea difficoltà a causa di maltrattamento o violenza sessuale, al numero di telefono 055 602311.
Offre anche sostegno a minori vittime di maltrattamento o abuso sessuale e anche per adulti che hanno subito gli stessi abusi durante l'infanzia o l'adolescenza, allo 055 601375.
Il centro prende il nome dalla fondatrice, assessore comunale alla pubblica istruzione, scomparsa prematuramente all'inizio degli anni '90.


Centro antiviolenza donne La Nara - Prato
indirizzo web: www.donne.toscana.it/centri/lanara/home.htm

Offre servizi a sostegno di donne maltrattate o che hanno subito violenza sessuale. E' in via Pistoiese 245.
In convenzione con il Comune e la Provincia di Prato e i Comuni dell'area pratese, è il luogo in cui ogni donna in momentanea difficoltà dovuta a qualsiasi forma di violenza può trovare ascolto e confronto con altre donne, attraverso colloqui telefonici e personali.
Il centro fornisce informazioni sui servizi esistenti a Prato ed in altre città italiane, oltre a dare informazioni di tipo legale e a sostenere la donna nel caso in cui debba ricorrere al pronto soccorso o alle forze dell'ordine.
Il centro La Nara ha una segreteria telefonica che funziona 24 ore su 24. E' un servizio gratuito.
Dispone anche di una "casa rifugio", dove vengono ospitate temporaneamente donne ed eventuali figli minorenni che hanno problemi di violenza e si trovano in pericolo di vita.


Casa della donna - Pisa
indirizzo web: www.comune.pisa.it/casadonna

Gestisce il servizio "Telefono donna" (attivo dal 1993), attraverso il quale le donne possono usufruire di consulenza psicologica e legale.
Dal 1998 gestisce una casa di accoglienza per donne in difficoltà e dalla primavera 1999 ha aperto "Help adolescenti", un altro servizio telefonico di aiuto per adolescenti e madri di adolescenti.
La Casa offre un primo aiuto alle donne indirizzandole ai servizi esistenti sul territorio o a quelli interni all'associazione, quali la consulenza psicologica, l'informazione legale e la consulenza del gruppo sul lavoro.
Aperto lunedì, mercoledì e giovedì dalle 17.30 alle 19.30 e il martedì con orario 10-12 e 17-19.
Oltre alle attività di consulenza e assistenza, vi si svolgono seminari e percorsi formativi per operatrici.