Facili da mantenere, arredano e rendono vivaci gli appartamenti

Scritto da Rossana De Caro |    Settembre 2006    |    Pag.

Laureata in Lettere all'Ateneo fiorentino, ha lavorato per molti anni come giornalista in emittenti televisive e radio locali, realizzando programmi di costume e società. Ha collaborato inoltre con La Nazione per la cronaca di Firenze e gli spettacoli. 

Dal 1998 scrive articoli per l'Informatore. Si occupa anche di uffici stampa per la promozione di eventi a Firenze e in Toscana.

Ha pubblicato il libro 'Ardengo Soffici critico d'arte'. 

Dal 2009 al 2015, sempre come collaborazione esterna, è stata coordinatrice redazionale dell'Informatore.

Rallegrano la nostra casa rendendola più verde durante l'inverno. Sono piante in genere di origine tropicale, provenienti da paesi caldi, che riescono a vivere bene anche all'interno delle nostre abitazioni trovando un habitat a loro abbastanza congeniale, dove si adattano facilmente e crescono, anche se in modo limitato per via della coltivazione in vaso. La loro temperatura ideale è tra i 16 e i 23 gradi: ma attenzione agli sbalzi, qualche grado in meno può significare un trauma per le nostre amiche verdi e la conseguente perdita delle foglie. Sono in genere di facile coltivazione. Non amano la luce solare diretta: alcune necessitano di posizioni più luminose, altre vivono bene anche in zone più buie, come la kentia, che pur appartenendo alla famiglia delle palme ben si adatta anche alla penombra. Al contrario, la dracena (o tronchetto della felicità) predilige zone ben illuminate, così come la yucca. Per quanto riguarda le annaffiature necessitano nella maggioranza dei casi di irrigazioni regolari durante tutto l'anno, essendo piante sempreverdi. Ma è sempre meglio valutare caso per caso.

Tropicali in casa
La dieffembachia
- Originaria del Brasile (ma deve il suo nome al curatore dei giardini imperiali austriaci, Dieffembach), appartiene alla famiglia delle Araceae. È molto apprezzata per le sue caratteristiche foglie bianche e verdi. In casa ha una bella crescita, la posizione ideale è davanti ad una finestra. Durante il periodo primaverile è bene bagnarla 2-3 volte la settimana, in inverno è sufficiente annaffiarla una sola volta con acqua a temperatura ambiente. È meglio annaffiarla sempre dal sottovaso, è sconsigliabile bagnare le foglie.
La temperatura ideale è tra i 16 e i 18 gradi (massimo 24). Preferisce ambienti umidi, il freddo può causare la caduta delle foglie. Durante il periodo estivo è bene somministrare un concime liquido ogni 10-12 giorni, d'inverno basta una volta al mese. Il rinvaso va fatto in primavera, con un vaso di diametro leggermente più grande del precedente, usando terriccio misto (torba e universale). Se necessario, pulire le foglie con un panno umido sostenendo le singole foglie con la mano, facendo attenzione che non si rompano. Se la pianta deperisce e le foglie inferiori ingialliscono significa che state dando troppa acqua; se invece le foglie tendono ad avere un aspetto trasparente vuol dire che l'ambiente è troppo freddo o ci sono correnti fredde: spostate quindi la pianta in un ambiente più caldo, lontano da correnti d'aria.



Piante da appartamento in vendita nei negozi Coop a settembre: yucca, dieffembachia, kentia, dracena.
Ficus in offerta per i soci