La forneria Coop offre ogni giorno ai suoi clienti pane fresco e di qualità. Si tratta di un prodotto genuino e salutare fatto proprio come un tempo, con pochi e semplici ingredienti: acqua, farina, lievito di birra e pasta madre (pasta del giorno prima lasciata in quantità sufficiente per essere impastata con gli altri ingredienti il giorno dopo), assolutamente privo di additivi e conservanti. La produzione interna di pane è presente in Toscana in tutti gli ipermercati e in ben 14 supermercati (le Piagge a Firenze, Pisa Cisanello, Firenze Piazza Leopoldo, Fucecchio, Borgo San Lorenzo, Agliana, Poggibonsi Salceto, Pistoia, Gavinana, Prato via Viareggio, Firenze Ponte a Greve, Firenze Carlo del Prete, Lucca via Puccini, Empoli via Raffaello Sanzio). In questi punti vendita vengono realizzati quotidianamente e più volte al giorno oltre 20 tipi di pane diverso: toscano, salato, pugliese, siciliano, integrale, ciabatte, vari tipi di panini, pane di grano duro, bozza pratese e pane panda.

Tutte le tipologie sono prodotte in diverse pezzature da 200-300 g, fino ai 2 kg. Nel 2007 sono stati prodotti oltre 3 milioni di chilogrammi di pane a cui si aggiunge la produzione di schiacciata (realizzata con sale e olio extravergine di oliva). C’è anche il pane cotto a legna. Due sono i sistemi di cottura utilizzati: il forno elettrico, con il metodo a vapore, e il forno a legna. Per la cottura a legna esperti artigiani hanno costruito negli ipermercati (Lastra a Signa, Montevarchi, Arezzo, Cascina e Sesto Fiorentino) dei veri forni a legna (due blocchi di 3 metri per 2 di base e 2 metri e mezzo di altezza) realizzati secondo vecchi canoni, impiegando solo mattoni refrattari come si faceva secoli fa. Il prodotto sfornato ha un profumo e un sapore particolare, è più gustoso e croccante e si mantiene a lungo, anche per una settimana.

ll pane toscano prodotto e venduto nei negozi Ipercoop e Coop con produzione interna è certificato con il marchio Agriqualità della Regione Toscana, che garantisce la qualità, la tipicità e il rispetto della filiera della materia prima coltivata con il metodo della lotta integrata. Questo marchio prevede l’utilizzo di tecniche “trasparenti”, compatibili con la conservazione dell’ambiente e la sicurezza alimentare attraverso la riduzione a livelli minimi dell’uso di prodotti chimici di sintesi e il controllo dell'intero processo produttivo. Processi e i passaggi sono tutti controllati (dalla Regione) e controllabili (sull’etichetta) a tutela del consumatore: dalla produzione alla distribuzione. Questo significa che il pane prodotto nei forni dei punti vendita Coop dotati di questo servizio è vero pane toscano al 100%, fatto in modo tradizionale e genuino, con l’impiego di grano tenero (esclusivamente toscano), acqua e lieviti naturali. Lo scopo è quello di garantire il consumatore e di conservare, attraverso questi prodotti certificati, una parte importante della storia e della cultura della nostra regione.

 


Notizie correlate

Pane in...pappa

  • 15/05/2008

Domenica 15 giugno a Borgo San Lorenzo