Quattro libri sulla nostra regione

Scritto da Silvia Gigli |    Maggio 2007    |    Pag.

Giornalista E' nata e vive a Firenze ma è per metà senese. Ha iniziato a frequentare il mondo del giornalismo giovanissima, collaborando con quotidiani come La Città, Paese Sera e numerosi mensili toscani. Ha lavorato al quotidiano Mattina, allegato toscano dell'Unità, fino al '99, poi al Corriere di Firenze, infine caposervizio delle pagine dell'Unità in Toscana. Scrive sull'Informatore dal 1990.

Toscana in primo piano
Falsi storici

Smontando le leggende con la forza delle armi storiche se ne scoprono altre, forse più belle ed avvincenti. E soprattutto vere. È l'assunto da cui parte Franco Cardini, illustre storico, docente di storia medievale all'Istituto di studi umanistici di Firenze e directeur d'etudes alla Ehess di Parigi nonché fellow della Harvard University, nel suo libro La stoffa dei nostri sogni (Sassoscritto editore, 123 pp, 12 euro). Fin dal sottotitolo, il libro del professor Cardini svela con chiarezza il proprio intento: schierarsi "contro il Codice da Vinci e non solo", ovvero contro tutti quei falsi miti storici di cui si pasce la nostra contemporaneità, spesso poco incline alla ricerca e all'approfondimento.
Il mito, la memoria, la storia, la fantasia, il sogno, la menzogna, sono ritagliati dalla stessa stoffa. Possono sembrare talvolta opposti fra loro, eppure sono fratelli: figli tutti della medesima notte, scrive Cardini nell'introduzione. Partendo dalla rilettura critica del best seller di Dan Brown (che peraltro dichiarava senza mezzi termini di avere ambizioni di veridicità), Cardini affronta poi la pressione sulla cultura popolare di alcuni archetipi tradizionali come l'oro, la mezzaluna (ritenuta a torto simbolo esclusivo dell'Islam), il medioevo e i suoi miti e i misteri di San Galgano a metà strada tra Oriente e Occidente. Un libro piccolo ma denso, in cui lo storico cerca di rintracciare le verità sepolte da secoli di leggende educando chi legge all'amore per la storia. Il mondo è pieno di bei miti e di belle favole - scrive Cardini nel suo agguerrito pamphlet contro Il Codice da Vinci-. È un vero peccato che, con tante cose belle che ci sarebbero da leggere e da imparare, la gente corra dietro a indecorosi prodotti della sottocultura massificata. E, non senza un pizzico di ironia, smonta pezzo per pezzo la presunta verità storica dell'autore del Codice, dimostrando incongruenze, abbagli e vere e proprie sacche di ignoranza. Da leggere per divertirsi ad imparare.

Tutte le feste
Una Toscana di feste, giostre, palii, fiere, infiorate e corteggi è quella che ci racconta il giornalista Marco Ferri nel suo Feste e tradizioni popolari della Toscana pubblicato dalla Newton Compton (319 pp. 20 euro). Dalla Lunigiana alla Maremma, con perizia certosina, Ferri ha cercato e trovato tutte le feste che animano paesi e anfratti della nostra regione e le ha organizzate mese per mese in un flusso ininterrotto di occasioni in cui la tradizione si sposa allo sport, alla gastronomia, all'arte e alla spiritualità. Sono trecentotrenta le feste censite dall'autore: si va da quelle celeberrime, come il Palio di Siena e la Giostra del Saracino, a quelle più piccole e defilate come la festa delle Rocche di Guazzino, a Sinalunga, o il Salto della Contessa di Gavorrano. Il libro è un compendio verosimilmente esaustivo di tutto il repertorio delle tradizioni più o meno goderecce della regione e può essere letto sia con occhio storico che come strumento per avventurarsi alla scoperta delle trecento e passa occasioni di festa della Toscana. Quasi un anno intero di appuntamenti per un'ininterrotta vacanza.

Alla ricerca dell'identità
Sulle tracce dell'identità toscana. Lontani dai luoghi comuni, dalle teorie vecchie e abusate, dal ritrattino di maniera che vuole il toscano doc un mix di sagacia, spirito critico e feroce campanilismo. Provocatoriamente, ma non troppo, Sergio Salvi, autore di un interessante volume su L'identità toscana - Popolo, territorio, istituzioni dal primo marchese all'ultimo granduca (Le Lettere, 202 pp., 12,50 euro) afferma allora che, a voler essere precisi, «i tratti distintivi rilevanti dei toscani sono l'uso del pane "sciocco" (senza sale) e il "governo" del vino». Sia come sia, l'autore compie un vero viaggio, documenti alla mano, alla ricerca dell'identità dei toscani, cercando di non cadere nelle solite trappole ma scandagliando le pieghe della storia con il piglio del cercatore d'oro.

Medici in giallo
Un vero giallo storico, di quelli che da secoli appassionano gli studiosi, è rappresentato dalla morte di Francesco de' Medici e della veneziana Bianca Cappello, amante divenuta poi moglie. Adesso tre docenti di tossicologia forense, Francesco Mari, Elisabetta Bertol e Aldo Polettini, hanno detto una parola definitiva sulla tragica fine dei due sposi. Fu avvelenamento da arsenico. Ma come? E per mano di chi? Lo scoprirete leggendo Un giallo di quattro secoli fa (Le Lettere, 128 pp., 19 euro) in cui le indagini scientifiche sui corpi dei due sposi diventano materia per un appassionante thriller.

I libri citati sono in vendita nello scaffale "Toscana da leggere" dei seguenti punti vendita:
Arezzo, Ipercoop
Borgo S.L., Coop
Cascina, Ipercoop
Empoli, via Ridolfi
Firenze, via C. del Prete
Firenze, Gavinana
Firenze, Ponte a Greve
Lastra a S., Ipercoop
Montecatini, Ipercoop
Montevarchi, Ipercoop
Prato, via Viareggio
Sesto, Ipercoop
Siena, strada Paradiso
Per quelli non in vendita alla Coop, forniamo il numero telefonico dell'editore, al quale chiedere informazioni.

Concorsi letterari

"Orme gialle". Un concorso per racconti del genere "giallo" nella sua accezione più ampia (noir, mistery, thriller...), in lingua italiana, inediti e mai premiati in altri concorsi. Ogni racconto deve avere un minimo di 5.000 e un massimo di 30.000 caratteri (spazi esclusi), esclusivamente in formato elettronico. I racconti devono pervenire entro il 31 ottobre 2007, all'indirizzo di posta elettronica concorso@ormegialle.it, con oggetto "Concorso", oppure su supporto magnetico (cd-Rom) a circolo culturale Orme Gialle, Via 1° Maggio 5, 56025 Pontedera (PI). Per ogni elaborato la quota d'iscrizione è di 20 euro.
Info: tel. 3385934447, info@ormegialle.it, www.ormegialle.it "Un monte di poesia". Sezioni: tema libero adulti, tema la montagna, tema libero giovani. Lunghezza opere ammesse: 30 versi. Scadenza iscrizione: 30 giugno 2007. Organizzazione: Pro Loco Abbadia San Salvatore, assessorato alla cultura Comune Abbadia San Salvatore, associazione culturale Accademia V. Alfieri. Indirizzo: Pro Loco di Abbadia San Salvatore, via Renato Rossano 2, 53021 Abbadia San Salvatore (SI), e-mail: atondi@terreditoscana.net, tel. 0577778324, www.terreditoscana.net.

"Le conchiglie e il mare". Concorso di poesia e narrativa abbinato alla mostra-scambio di conchiglie rare Mirabilia. Le opere, edite o inedite, dovranno avere per soggetto "Le conchiglie ed il mare" (prima sezione) o un tema libero (seconda sezione). Le opere dovranno pervenire entro e non oltre il 30 giugno 2007 al seguente indirizzo: concorso "Le conchiglie e il mare", associazione culturale Marginalia, casella postale 327, 59100 Prato.
Info: tel. 0574876100 (dalle 9.30 alle 13), e-mail marginalia@gruppocolle.it

"Il femminile tra le righe". Premio nazionale di narrativa per romanzi e racconti sul tema della donna. Storie di donne scritte da donne, ma anche di uomini che vogliono offrire la loro immagine della donna. Le opere devono arrivare alla sede del concorso entro il 14 luglio 2007. Il bando e le modalità su www.murenaletteraria.it.
Info: tel 0555213911

"Un albero di...". Concorso nazionale indetto in occasione della Festa dei nonni dall'associazione culturale Osa. Il concorso è articolato in tre sezioni: poesie (ma anche filastrocche e ninne nanne), racconti e favole, manufatti (video, foto ecc.). Finalità dell'iniziativa è quella di aprire un dialogo tra vecchie e nuove generazioni. I lavori dovranno pervenire in tre copie ad Osa, via Cavour 33, casella postale 35, 53021 Abbadia San Salvatore (Siena) entro il 5 giugno. La partecipazione è gratuita
Info: tel. 0577778008, cell.3284740282



Cristianesimo e Islam

Su questo tema il prof. Franco Cardini, docente di storia medioevale all'Università di Firenze, terrà una conferenza organizzata dalla sezione soci Firenze Sud Est, lunedì 21 maggio alle nove della sera presso il circolo L'Affratellamento, via G.P.Orsini 73, Firenze