Scritto da Leonardo Romanelli |    Ottobre 2005    |    Pag.

docente e pubblicista. Insegnante all'istituto alberghiero "Buontalenti di Firenze, è sommlier Ais e relatore ai corsi di degustazione di Slow Food. A partire dalla metà degli anni '90, ha iniziato un'intensa attività pubblicistica con una serie di collaborazioni con quotidiani come L'Unità, Corriere di Firenze e Tirreno, e dal '98 è direttore responsabile della rivista Gola Gioconda. Ha preso parte a numerosi programmi televisivi, oltre a condurre due programmi su Canale 10 "Vie del Gusto " e "Di vin parlando". Responsabile toscano della Guida Espresso dei ristoranti e coautore della Guida "Vini d'Italia" di Gambero Rosso e Slow Food Editore.

Cibbè si trova nel pieno cuore di Prato, affacciato sull'antica e centralissima piazza Mercatale. Nonostante una notorietà in costante crescita fra gli amanti della buona tavola, il locale ha saputo rimanere fedele alla sua natura di antica trattoria di paese, un ambiente rustico e tranquillo il cui calore è garantito dalla gestione da parte della famiglia Panerai, da otto anni ormai al timone dell'attività.
I piatti sono quelli più tipici della tradizione toscana e pratese in particolare, alla cui preparazione pensano le esperte mani di mamma Giuseppina. In sala si muovono con altrettanta professionalità e simpatia il marito Spartaco ed i figli Tommaso e Francesco, capaci di assicurare un servizio attento e scrupoloso anche nei momenti di maggiore calca. Già, perché nonostante il numero abbastanza ristretto di coperti, raccolti nell'ampia sala con volta a mattoni a cui si aggiunge, nel periodo estivo, qualche posto all'aperto, sono sempre numerosi gli avventori che si danno appuntamento da queste parti all'ora dei pasti. Ed il motivo, neanche a dirlo, risiede proprio nella genuinità della cucina, che affianca ad autentici capisaldi della tradizione allettanti proposte che seguono la stagionalità delle materie prime.

La partenza è con i classici antipasti a base di crostini e salumi, fra cui spicca la mortadella di Prato, che rientra fra i prodotti nazionali tutelati dal marchio Slow Food.
Fra i primi da provare la ribollita, la trippa al sugo, la pappa al pomodoro, la minestra con riso e lampredotto , e poi la pasta fatta in casa, ad esempio le pappardelle condite con rigaglie di papero, o ancora i maccheroncini ai fiori di zucca e il pancotto con funghi porcini.
Altrettanto varia e gustosa la scelta dei secondi, come gli involtini di manzo con carciofi e radicchi o la lepre in salmì, arricchita ogni venerdì da un ottimo baccalà alla fiorentina.
Non possono mancare per concludere autentiche golosità fra i dolci, rigorosamente di produzione casalinga, fra cui la torta di mele e quella di farro, preparata con uvetta e noci.
Da sottolineare infine l'impegno profuso in questi ultimi anni per arricchire l'offerta dei vini, oggi decisamente all'altezza dell'esperienza gastronomica. Accanto ad uno sfuso di tutto rispetto, si può così trovare un'ampia panoramica che comprende circa un centinaio di etichette regionali, con un occhio di riguardo accordato ai prodotti della prestigiosa Doc pratese di Carmignano.


Cibbè
Piazza Mercatale 49, Prato
Tel. 0574 607509

Chiuso: domenica (mai a dicembre)
Ferie: tre settimane in agosto, ultima di dicembre
Coperti: 30

Prezzi: 25 euro (vini esclusi)
Carte credito: Visa, MC, Bancomat