Gli appuntamenti organizzati dalle sezioni soci Coop

tante volte 8 marzo
La giornata internazionale della donna
compie cento anni. Era l'8 marzo 1908 quando, negli Stati Uniti, 129 operaie morirono in un incendio (forse accidentale, forse doloso) in una fabbrica tessile, dove da alcuni giorni stavano scioperando per protestare contro le terribili condizioni in cui erano costrette a lavorare. Pochi anni dopo quella data è diventata un simbolo in tutto il mondo. Quest'anno, per il centenario, sono previste grandi celebrazioni.

Montevarchi/San Giovanni Valdarno
Il coordinamento per l'organizzazione della giornata internazionale della donna, composto da sezioni soci e associazioni di Montevarchi e San Giovanni Valdarno, con il patrocinio dei due Comuni, organizza "1908-2008: cento anni di 8 marzo. Cento volte contro la violenza", due giornate dedicate al tema delle violenze sulle donne e della violazione dei diritti, fenomeni purtroppo in preoccupante crescita. Le iniziative, come tutti gli anni, cercano di mantenere un equilibrio tra approfondimento e la spensieratezza di un momento di festa comune.
Il 7 marzo, a Montevarchi, nell'auditorium comunale (via Marzia), va in scena "Teresa", spettacolo teatrale che racconta la breve ma intensa vita della poetessa cilena Teresa Wilms Montt. Lo spettacolo, alle ore 21, sarà preceduto dal saluto dell'assessore alle politiche Pari opportunità Nadia Acciai.
L'8 marzo, al cinema teatro Masaccio di San Giovanni Valdarno, alle ore 10, incontro con i ragazzi e le ragazze delle scuole superiori del Valdarno, per una riflessione sui diritti umani, in particolare quelli femminili. Intervengono Bruna Giovannini, consigliera regionale, e Donata Bianchi, associazione Artemisia. Modera gli interventi Eva Desiderio, giornalista de "La Nazione". La giornata prosegue nel pomeriggio, dalle 15.30, nella Sala della musica, con interventi e testimonianze della Fraternità della Visitazione di Piandiscò intervallati da intermezzi musicali a cura di Monica Barghini e un piccolo rinfresco offerto a tutti gli intervenuti. Partecipano, tra gli altri, l'assessore provinciale alle pari opportunità Alessandra Dori, la psicologa Cristina Dini e la presidente della commissione Pari opportunità di Montevarchi Katia Zadi. Alle ore 20, nei saloni della basilica, tradizionale cena di solidarietà e a seguire, al circolo Arci Marzocco, serata danzante con buffet.

Scandicci
La giornata inizia alle 10, con l'inaugurazione della mostra fotografica realizzata in collaborazione con il gruppo fotografico Il Prisma e allestita nei locali del punto vendita, in via Aleardi. La mostra propone immagini di volti femminili, stralci delle leggi e frasi sui diritti acquisiti o negati delle donne. Interviene il sindaco di Scandicci Simone Gheri. Alle 10.30 spettacolo delle donne del Laboratorio Auser di Lastra a Signa "Diamo un futuro alla nostra memoria", seguirà rinfresco. Nel corso della mattinata saranno eseguite e consegnate foto ricordo.
Alle 15.30 visita della mostra "100 capolavori 100 giochi" alla scuola Rodari, via Sassetti 1. Alle 21 gioco di burraco presso la sede della sezione soci: è richiesta la prenotazione, tel. Gianna 3381013731 o Anna Maria 3493206715.

tante volte 8 marzo_02
Firenze Ponte a Greve
Il gruppo sportivo Florence Dragon Lady, costituito da donne operate di tumore al seno, in collaborazione con la sezione soci Coop Firenze sud ovest e il centro commerciale Ponte a Greve, organizza per il 6 marzo alle 21.30 una serata evento dedicata alla raccolta fondi per le iniziative de "Il Cuore si scioglie".
Si tratta di una sfilata di moda femminile che abbraccia il periodo storico di un secolo, dal 1860 al 1960, ed è realizzata esclusivamente con capi originali delle varie epoche. L'excursus parte da uno dei momenti più opprimenti - con le donne costrette in corsetti steccati - per arrivare, attraverso la belle époque, i folli anni '20 e gli anni '40 e '50, alla genesi della totale liberalizzazione dell'abito. Le fasi dell'emancipazione femminile vengono vivacemente ripercorse attraverso l'abbigliamento e i relativi accessori: gioielli, borse, cappelli, ombrellini, scarpe e guanti, ventagli e quant'altro concorre a definire l'abbigliamento femminile, dall'epoca della crinolina alla minigonna. La rassegna è a cura di Luisa Moradei, presenta la serata Bruno Santini, l'appuntamento è al centro commerciale di Ponte a Greve. Prosegue così la collaborazione tra Florence Dragon Lady e Unicoop Firenze, iniziata con la donazione, da parte della cooperativa, del dragon boat, l'imbarcazione sulla quale la squadra pratica questo sport riabilitativo, partecipando anche a gare internazionali.

Arezzo
Sabato 8 marzo, presso la Borsa Merci, alle ore 15.30, incontro dedicato a "Le donne nella pubblicità Coop. Il fascino discreto della normalità", organizzata nell'ambito dell'iniziativa della commissione Pari opportunità della Provincia "Ti vendo - Ti compro", che ha come contenuto l'uso strumentale e scorretto dell'immagine della donna nella pubblicità. Partecipa Gabriella Masciaga, direttore comunicazione di Coop Italia. A tutte le partecipanti saranno donate le collane della solidarietà realizzate dalle donne ugandesi. Sempre l'8 marzo, alle ore 19, inaugurazione della mostra fotografica "La donna che non c'è", nella chiesa di San Piergentino e Lorentino in via Cavour (aperta tutti i giorni dalle 16 alle 19, sabato e domenica anche 10-13). All'interno della mostra, a cura della sezione soci, c'è una sezione dedicata agli elaborati della classe quarta del liceo psicopedagogico di Arezzo sull'immagine della donna veicolata dai mass media e una raccolta di documenti, a cura della Provincia, su "La memoria storica dell'8 marzo".
La sezione soci ha deciso inoltre di dare un contributo a Scudo, acronimo di Servizio CUre Domiciliari Oncologiche, nato dalla collaborazione tra Calcit e Asl 8 di Arezzo, per assistere a domicilio i malati di tumore.