Fino al 6 gennaio, su tutta la rete Coop, inCoop e Ipercoop di Unicoop Firenze

Altroconsumo, rivista mensile, pubblica ogni anno una rilevazione dei prezzi eseguita dai propri collaboratori volontari su molti super, ipermercati e hard discount d’Italia. I risultati di questo settembre, che per la prima volta non ci vedono primi in convenienza, hanno sorpreso molti soci e anche noi.

Ogni 15 giorni acquistiamo i dati di una società che rileva tutti i prezzi di super, iper e discount in tutta Italia. Questi dati sono utilizzati anche dalle altre catene di distribuzione, quindi attendibili e professionali, e servono per capire realmente qual è il livello dei prezzi di ogni insegna rispetto alle altre. Negli ultimi 12 mesi i nostri prezzi sono stati costantemente inferiori a quelli di tutte le altre insegne che operano in Toscana. Rispetto all’Esselunga abbiamo una media dei prezzi dall’1 al 2 per cento inferiore. Su 2324 prodotti confrontabili (Altroconsumo ne considera solo 119) nella rilevazione dell’agosto 2008, 460 sono i prodotti che hanno un prezzo inferiore nei nostri supermercati rispetto ad Esselunga, 256 sono i prezzi più bassi di Esselunga rispetto a Unicoop Firenze, 1608 hanno un prezzo uguale. Quindi è possibile che i 119 prodotti rilevati da Altroconsumo siano in prevalenza con prezzi inferiore o uguali ai nostri, anche se era molto più probabile trovarli uguali. Una sfortuna che non ci era capitata negli ultimi 10 anni! Resta il fatto che nel complesso e a giudizio della maggior parte dei consumatori toscani i prezzi sono più bassi da noi, e che Esselunga a Firenze faccia i prezzi più bassi rispetto alle altre città in cui è presente proprio perché qui e a Pisa c’è Unicoop Firenze. Fatto 100 il “carrello” dei prezzi di Esselunga a Firenze, secondo Altroconsumo quello della stessa catena a Bologna è 110, a Bergamo 115, a Milano 107, a Parma 115...

Un altro dato che ci ha sorpreso è la differenza fra supermercati Coop e Ipercoop: secondo la rivista sono più convenienti i super degli iper di ben 5 punti nei prodotti confezionati, quelli più facili da confrontare. Dato che i listini li facciamo noi, sappiamo che non c’è un prezzo più basso nei nostri super rispetto ai nostri iper. Com’è possibile che il rilevatore di Altroconsumo ne abbia trovati tanti – i prodotti – da fare la spesa al super meno cara che all’Ipercoop di cinque punti su cento? Gli altri anni non era successo e quindi questa volta non c’è stata, come minimo, precisione e accuratezza nelle rilevazioni.

Quello della convenienza è un nostro impegno prioritario, insieme alla sicurezza e alla qualità dei prodotti. Perciò la cooperativa si è mossa per migliorare ulteriormente l’offerta e le occasioni di risparmio per i nostri soci e consumatori. Il 20 per cento di sconto sui prodotti a marchio Coop, che da noi sono spesso i più venduti nelle loro famiglie merceologiche, sono una risposta forte al carovita, specie per i nostri soci più affezionati.


Notizie correlate

Contro il carovita

  • 13/10/2008

Per tre mesi un taglio prezzi del 20% sui prodotti a marchio Coop