Novità sui banchi frigo: gli ortaggi di Maremma

Scritto da Melania Pellegrini |    Gennaio 2014    |    Pag. 14

Nata a Roma, si è laureata in Lettere moderne nel 1993. Comincia la sua attività giornalistica nel 1996 con il quotidiano on line Ultime Notizie che un anno dopo approda nelle edicole romane. Nello stesso periodo comincia a lavorare presso l’ufficio comunicazione e stampa dell’ass. di categoria Unione nazionale costruttori macchine agricole dove si occupa della rivista mensile MondoMacchina/MachineryWorld.

Nel 2001 si trasferisce a Firenze. Qui lavora come organizzatrice di congressi e eventi culturali al Convitto della Calza e comincia a scrivere per il settimanale locale Metropoli con cui collabora fino al 2011. Nel 2003 partecipa al concorso per entrare all’ipercoop di Sesto Fiorentino, passa tutte le selezioni e viene assunta come cassiera. Da questa sua esperienza lavorativa, che continua tutt’oggi, nel 2011 nasce “Diario di una cassiera”, una rubrica pubblicata sull’Informatore, la rivista mensile di Unicoop Firenze. Sempre nel 2011 scrive il volume “I nostri primi 30 anni. La sezione soci Coop di Campi Bisenzio fra impegno, solidarietà, socialità e partecipazione”. Da gennaio 2012 si occupa delle rubrica Guida alla spesa dell’Informatore.

Surgelati toscani di filiera corta: è questa la nuova proposta presente sui banchi surgelati dei punti vendita di Unicoop Firenze. Si tratta di spinaci, bietole e broccoli coltivati e surgelati da Orti in Maremma, una giovane cooperativa, nata a Grosseto nel 2011, che riunisce 18 soci.

L’operazione intrapresa dalla cooperativa vuole valorizzare il territorio toscano proponendo prodotti di qualità. I surgelati Orti in Maremma hanno un ottimo rapporto qualità-prezzo: si tratta di un prodotto di qualità “nostrale” a un prezzo in linea con quello di mercato delle principali marche.

Spinaci, broccoli e bietole vengono coltivati e lavorati in una zona toscana fortemente vocata all’agricoltura. Gli appezzamenti si trovano fra le province di Grosseto e Livorno, nella splendida Val di Cornia; in un raggio di 70 chilometri le verdure vengono prodotte e surgelate: per questo si può parlare di filiera corta.

I soci della cooperativa si sono impegnati in un progetto che ha fra i suoi scopi quello di portare dei vantaggi all’economia locale e che ha dato dei buoni frutti: in pochi anni infatti si sono visti dei benefici per l’occupazione sul territorio, e dai 24 dipendenti che si contavano alla costituzione della cooperativa si è passati a 58.

Broccoli orti di maremma cooperativa grossetoL’incremento occupazionale è stato possibile grazie a questa nuova attività che ha dato ai coltivatori un’opportunità in più. Infatti gli agricoltori hanno aumentato la produzione degli ortaggi venduti sia freschi che surgelati senza il rischio di sprechi inutili.

Per quanto riguarda i broccoli vengono coltivati seguendo le linee della lotta integrata, grazie all’agronomo interno della cooperativa che segue con gli agricoltori tutte le fasi, dall’acquisto del seme alle eventuali cure da fare alle piante sino alla raccolta.

Orti in Maremma sta ottenendo per questo la certificazione Agriqualità Toscana per la lotta integrata e presto sulle confezioni verrà apposta la farfallina che ne attesta la certificazione.

Queste verdure, che siano broccoli, spinaci o bietole, appena colte vanno subito in lavorazione senza nessun tipo di aggiunta, vengono solo lavate, fatte a cubetti o a pezzi e impacchettati. La qualità è quella del prodotto proveniente dalle stesse zone, che si può acquistare anche fresco.

Grazie alla surgelazione, queste verdure si potranno gustare in ogni momento dell’anno, oltre che nella loro stagione, tenendole a portata di mano nel freezer.

La cooperativa inoltre gestisce tutti i vari passaggi: da quelli sul campo, (l’acquisto del seme, la semina, la cura, la raccolta), al trasporto nello stabilimento di trasformazione, sino alla trasformazione stessa, nelle varie linee di produzione, surgelazione e confezionamento.

Orti in Maremma già pensa al futuro: ampliare la gamma dei prodotti, ricercando alcune orticole che in zona sono un po’ scomparse e riaprire loro le porte del mercato.

I prodotti Orti in Maremma saranno in promozione nei superstore dal 9 al 20 gennaio.