Climbing, pattini "in linea", canoa, tiro con l'arco

Scritto da Rossana De Caro |    Maggio 1998    |    Pag.

Laureata in Lettere all'Ateneo fiorentino, ha lavorato per molti anni come giornalista in emittenti televisive e radio locali, realizzando programmi di costume e società. Ha collaborato inoltre con La Nazione per la cronaca di Firenze e gli spettacoli. 

Dal 1998 scrive articoli per l'Informatore. Si occupa anche di uffici stampa per la promozione di eventi a Firenze e in Toscana.

Ha pubblicato il libro 'Ardengo Soffici critico d'arte'. 

Dal 2009 al 2015, sempre come collaborazione esterna, è stata coordinatrice redazionale dell'Informatore.

Sport all'aria aperta
Arrampicarsi su un muro altissimo provando il brivido dell'altezza senza però correre il rischio di cadere. Oppure sfrecciare come lampi con ai piedi i pattini 'in line', quelli con le quattro ruote in fila. L'alternativa rilassante potrebbe essere un bel giro in canoa sul fiume cittadino oppure, novelli Robin Hood, tirare d'arco per prati e per boschi.
Sono soltanto alcune delle discipline sportive alternative che stanno attirando sempre più l'attenzione dei giovani. Attività ad alto tasso ecologico, sportive e ricreative al tempo stesso, per imparare a riscoprire il piacere di stare in mezzo al verde e vivere la città in modo decisamente diverso.

In cima alla parete
Il 'climbing', o 'arrampicata sportiva', può essere praticato all'aperto su pareti rocciose più o meno scoscese (dipende dal grado di abilità dell'arrampicatore), ma anche al chiuso su pareti artificiali (pannelli forniti di prese), allestite in modo fisso o temporaneo in palestre, scuole o palazzetti dello sport. Questa emozionante e spettacolare disciplina si differenzia dall'alpinismo in quanto chi si arrampica non corre nessun pericolo. Il temerario, che ovviamente non deve soffrire di vertigini, è infatti imbragato e assicurato con una corda che nel caso di un volo accidentale garantisce l'incolumità fisica. Inoltre il climbing è uno sport ottimo anche da un punto di vista psicofisico, soprattutto per giovani e bambini, perché favorisce la coordinazione motoria e uno sviluppo fisico armonico. Non esistono limiti di età: ci si può arrampicare da piccolissimi fino a quando uno se la sente. L'importante è seguire le istruzioni dei maestri. Un corso base di roccia con 5 uscite teoriche e pratiche può costare dalle 320 alle 350 mila lire. A Firenze ci si arrampica alle Cave di Maiano, oppure su una struttura artificiale, una parete allestita all'interno della Galleria dello sport (ex cinema Cavour) in via Venezia, l'unica attualmente esistente in città.
Per scarpette e imbrago la spesa è di circa 150 mila lire, per corda e moschettoni (che ai principianti vengono forniti dai maestri) sulle 350 mila lire. L'abbigliamento è casual al massimo, vanno benissimo anche i jeans o una tuta da ginnastica.

Le rotelle ai piedi
Chi invece preferisce stare con i piedi ben piantati per terra, e provare l'ebbrezza della corsa su ruote, può cimentarsi con i pattini 'in line' o 'roller-blade'. Gli americani li hanno scoperti ormai da anni e li usano in modo disinvolto come mezzo di trasporto alternativo, tanto che per le strade delle varie città degli States ci sono ben 14 milioni di persone che sfrecciano ogni giorno con le rotelle ai piedi. In Italia, dove l'uso dei pattini non è permesso nelle strade e si rischiano multe salate, gli appassionati sono assai meno. Ciò nonostante c'è stato un vero e proprio boom dei pattini 'in line', quelli con le quattro ruote in fila, veloci, pratici e amati soprattutto da giovanissimi e bambini.
I prezzi: di pattini da corsa ce ne sono per tutte le tasche, dai più economici, sulle 50 mila lire, ai più costosi (250 mila). A Firenze esistono 15 società sportive dove è possibile praticare tutte le discipline del pattinaggio (hockey, fitness, artistico, in linea o corsa). A Scandicci è attiva una delle più famose, la Robur, che mette a disposizione una pista invernale al chiuso e un percorso stradale a San Giusto. Un corso di pattinaggio 'in linea' per bambini e principianti costa 60 mila lire per tre mesi, iscrizione compresa, per adulti 30 mila lire al mese più la quota annua di iscrizione di lire 30 mila. Il 2 giugno è prevista una grande pattinata per le strade di Firenze aperta a tutti.

In canoa come i Sioux
Chi preferisce come elemento l'acqua, può cimentarsi nell'antica arte della pagaia importata dagli indiani canadesi. Canoa e kayak sono a portata di mano sulle rive dell'Arno, presso il Ponte da Verrazzano. Bastano poche lezioni per riuscire a navigare sul fiume con l'esile imbarcazione. Fondamentale essere dotati di equilibrio e avere un buon rapporto con l'acqua, perché può capitare di fare un bagno non previsto. I corsi vengono tenuti da istruttori qualificati, anche per ragazzini dagli 8 ai 14 anni. L'attrezzatura non costa niente, in quanto canoe e pagaie vengono messe a disposizione dalla società sportiva che organizza i corsi. Chi non si accontenta della canoa può sperimentare il dragon boat, l'esotica imbarcazione cinese con a prua una fiammante testa di drago. Comunque sia ammirare la città dal fiume è un'esperienza unica. Provare per credere: la Società canottieri comunali di Firenze invita tutti a partecipare alla festa della canoa. L'appuntamento è per il 14 giugno.

Sulle orme di Robin
Per chi ama passeggiare per campi e boschi non c'è niente di meglio che il tiro con l'arco di campagna, più difficile del tiro con l'arco olimpico che viene fatto in piano. Il tiro con l'arco di campagna avviene sempre in zone boschive o agricole, dai 5 ai 60 metri, in pendenze varie, o in salita o in discesa a distanze sconosciute. Potrete provare così l'abilità della vostra mira su bersagli appositi e attraversando stupendi luoghi all'aperto. In genere le gare durano uno o due giorni: si parte la mattina e si torna la sera. Il corso base, più la tessera d'iscrizione, costa 100 mila lire. L'attrezzatura, che comprende arco, frecce e parabraccio, ha un costo che si aggira sulle 200 mila lire.

Per saperne di più

Arrampicata sportiva:
Andrea Astorri, Galleria dello Sport, via Venezia 20, Firenze, tel. 055/580611
Pattinaggio in linea o corsa:
Polisportiva Robur Scandicci, piazza G. Marconi, Scandicci, tel. 055/251364, mercoledì e venerdì dalle 18 alle 19
Canoa:
Società canottieri comunali, lungarno Ferrucci 4, Firenze, tel. 055/6812151
Tiro con l'arco di campagna:
Arcieri del Giglio (c/o agenzia 'Patti chiari'), via Carducci 26, Scandicci, tel. 055/252429