Domenica 4 maggio, al mercato ortofrutticolo di Empoli. La collaborazione con il mondo della scuola

Torna l'appuntamento con "Solidarietà in festa", domenica 4 maggio, dalle 15 fino a tarda serata, al mercato ortofrutticolo di Empoli, via Magolo 1. Sulle tante bancarelle del mercato - l'anno scorso erano 36 - i visitatori potranno trovare di tutto: dai giocattoli all'abbigliamento, dagli oggetti per la casa ai piccoli strumenti per il fai da te, tutti prodotti provenienti dal progetto Re.so. (Recupero solidale). Oltre al mercato ci sarà musica, animazione per bambini e stand gastronomici.

solidarietà in festa
Da spreco a risorsa
Più di 55 tonnellate di prodotti raccolti per un totale di almeno 100 mila pasti assicurati a chi ha più bisogno. È questo il bilancio del 2007 del grande progetto Recupero merce che ormai da anni lavora con una grande task force costituita unicamente dal lavoro dei volontari. Oggi "Recupero merce" è stato "adottato" da una classe del liceo artistico "Virgilio" di Empoli, nel quadro di "Noi con gli altri", il progetto di cittadinanza solidale nato nel quadro della campagna "Il Cuore si scioglie". Nei prossimi mesi due animatori di Re.so (Recupero solidale) accompagneranno i ragazzi in tutte le fasi del percorso di recupero con l'obiettivo di elaborare una campagna di comunicazione del progetto.
Trasformare lo "spreco" in risorsa, riutilizzando tutti quei prodotti invendibili per difetti di confezionamento o per magagne del tutto insignificanti dal punto di vista del prodotto. Questo è l'obiettivo di "Recupero merce", il progetto nato nel 1998 ad Empoli e che oggi coinvolge, accanto alle sezioni soci Coop di Empoli, Lastra a Signa, Castelfiorentino, Certaldo e Fucecchio, tutte le più importanti associazioni di volontariato dell'area: Auser Filo d'Argento, Venerabile Misericordia, Pubblica Assistenza, Caritas, accanto a Publiambiente e Asl 11 per le certificazioni sanitarie. Le istituzioni che hanno sottoscritto la convenzione su cui si basa "Recupero merce" sono i Comuni di Empoli, Castelfiorentino, Certaldo, Fucecchio, Montelupo Fiorentino, Vinci, Lastra a Signa. Vi aderiscono l'Ipercoop di Lastra a Signa e altri 7 supermercati Coop, oltre ad un numero sempre crescente di donatori occasionali. Al centro di tutto questo complesso meccanismo sta l'organizzazione Re.so, fondata a novembre 2006 dalle associazioni sopra citate per gestire il progetto.

Un anno di recupero
Si tratta di una vera e propria macchina organizzativa che nel 2007 ha ritirato 55,3 tonnellate di merce, ne ha redistribuite 32,3 sotto forma di aiuti alimentari e raccolto 15 mila euro nelle varie feste di solidarietà, che a loro volta sono stati investiti in alimenti e in 13 adozioni a distanza. Il progetto infatti non riguarda solo i prodotti come biscotti, pasta e quant'altro, ma anche generi extra alimentari: maglie, pantaloni, biancheria. Le merci che non vengono richieste dagli enti assistenziali vengono smaltite attraverso fiere di beneficenza o iniziative che coinvolgono anche gli istituti scolastici. Lo scorso anno infine è iniziata la raccolta quotidiana di prodotti freschi in 3 supermercati Coop e nell'Ipercoop di Lastra a Signa, a cura delle associazioni onlus. Il risultato è stato: altre 7,8 tonnellate di prodotti freschi a cui si sono aggiunti 72 mila euro dell'Ipercoop. Nel futuro il progetto prevede la realizzazione di un marchio di qualità etica per le aziende che aderiscono al servizio.