Scritto da Rossana De Caro |    Gennaio 2016    |    Pag. 36,37

Laureata in Lettere all'Ateneo fiorentino, ha lavorato per molti anni come giornalista in emittenti televisive e radio locali, realizzando programmi di costume e società. Ha collaborato inoltre con La Nazione per la cronaca di Firenze e gli spettacoli. 

Dal 1998 scrive articoli per l'Informatore. Si occupa anche di uffici stampa per la promozione di eventi a Firenze e in Toscana.

Ha pubblicato il libro 'Ardengo Soffici critico d'arte'. 

Dal 2009 al 2015, sempre come collaborazione esterna, è stata coordinatrice redazionale dell'Informatore.

Soffici in divisa da ufficiale (1918)

Segnalazioni

Poggio a Caiano / Soffici combattente 1915-1918

Prosegue al Museo Ardengo Soffici e del ’900 italiano, in occasione del centenario della prima guerra mondiale, la mostra documentaria “Tempo verrà… di guerra. Soffici combattente 1915-1918”.

Attraverso diversi tipi di documenti, come dipinti, schizzi, foto e riviste dell’epoca, la mostra intende ripercorrere le vicende e raccontare il rapporto dell’artista con la Grande guerra.

L’intellettuale fu protagonista in prima persona della guerra: dopo aver manifestato il suo pensiero interventista fin dal 1914 nell’ambito della rivista d’avanguardia “Lacerba”, da lui fondata insieme a Giovanni Papini, nel dicembre 1915 Soffici, che aveva fatto domanda di arruolamento come volontario, fu chiamato nell’83° reggimento di fanteria. Inizia così l’itinerario del Soffici militare, che si concluderà con il congedo nell’aprile 1919.

La mostra sarà aperta fino al 28 febbraio presso le Scuderie medicee - via Lorenzo il Magnifico, 9, Poggio a Caiano (Po). Orari: dal venerdì alla domenica, dalle 10 alle 13 e dalle 14.30 alle 18.30. Biglietto: 3 euro.

Info: www.comune.poggio-a-caiano.po.it; 0558701287-1-0

Firenze / Scacchi matti

Stimola la tua logica giocando! Dal 23 gennaio, per dodici sabati, dalle ore 12.20 alle 13.20, si terrà un corso di scacchi per principianti aperto a tutti, presso l’Istituto superiore “Volta-Gobetti” di Bagno a Ripoli in via Roma, 77/A.

Info: alessandro.av70@gmail.com

Firenze / Omaggio a Guccini

Domenica 7 febbraio 2016, nello storico locale letterario Giubbe Rosse, (piazza della Repubblica 13/14r Firenze), ore 17.30, si terrà la mostra di disegni umoristici originali di vari autori dal titolo “Guccini: Quella faccia un po' così...”, a cura di Stefano Giraldi.

La mostra rimarrà aperta fino a domenica 21 febbraio 2016. Ingresso libero.

Info: info@giubberosse.it

Firenze / Cinghialino coraggioso

Il 5 gennaio alle ore 18, presso la libreria Ibs, a Firenze, lo scrittore Marco Vichi presenterà il libro: Il coraggio del cinghialino, (ed. Guanda, 10 euro). È la storia di Tartufino, un canino abbandonato che viene adottato da una famiglia di cinghiali inteneriti da quel simpatico musetto. Ma il destino è in agguato…

Una fiaba per tutti, grandi e piccini, sulla convivenza anche nella diversità. Ad accompagnare il testo le illustrazioni di Giancarlo Caligaris.

Info: www.marcovichi.it

Firenze / Tutto sul giardino

Anche per il 2016 la Società toscana di orticultura organizza corsi per amanti e professionisti del verde! Sarà in calendario da gennaio il “Corso base di giardinaggio”, che prevede 26 lezioni monotematiche da frequentare anche singolarmente e in base all’argomento preferito; le lezioni verranno svolte il sabato mattina.

A partire dal 29 gennaio avrà inizio il “Corso di potatura olivi”, dal 5 febbraio quello per la “Coltivazione dei piccoli frutti” (lamponi, more, fragole ecc.); il 26 febbraio invece inizierà il “Corso di potatura e innesto alberi da frutto”. Ognuno di questi corsi avrà una durata di 4 giornate suddivise in 2 di teoria e 2 di pratica, venerdì e sabato. Sconto 10% per i soci Coop.

Info: www.societatoscanaorticultura.it oppure pagina Facebook della Società toscana di orticultura; e-mail: corsi@societatoscanaorticultura.it; tel. 05520066237 (mar. e ven. ore 9.30-13.30)

Castiglion Fibocchi (AR) / Carnevale antico

A Castiglion Fibocchi, un piccolo paese di origine medievale vicino ad Arezzo, torna il “Carnevale dei Figli di Bocco” il 24 ( ore 13.30-18) e 31 gennaio (14.30-18), giunto quest’anno alla ventesima edizione. Un carnevale antico già attestato dal XII secolo d.C., famoso per le sue belle maschere che ricordano quelle veneziane, e l’atmosfera magica. Presenti anche stand gastronomici. Sarà votata la maschera più bella.

L'ingresso alla manifestazione è 7 euro (bambini fino a 10 anni gratis).

Info: www.carnevaledeifiglidibocco.it; figlidibocco@katamail.com

Arezzo / Il ritorno di Andrea

Fino al 31 gennaio, nell’ambito del ciclo “Ritorni” (ovvero il ritorno a casa di importanti opere d’arte, allontanatesi dal territorio aretino in tempi più o meno lontani, perché possano essere viste da vicino, apprezzate e valorizzate nel loro contesto culturale d’origine), promosso dalla Fondazione Ivan Bruschi, è possibile vedere la mostra “Andrea di Nerio.

La Madonna Sarti ad Arezzo”, presso il Museo Casa Bruschi (corso Italia 14, Ar). In questo caso è esposta la Madonna con Bambino di Andrea di Nerio, da tempo custodita all’estero dall’antiquario Giovanni Sarti, cortese prestatore alla città in cui fu dipinta nel quarto/quinto decennio del secolo XIV.

La mostra intende offrire al visitatore non solo la ricostruzione della memoria storica di Andrea di Nerio, oggi riconosciuto come il maestro di Spinello Aretino, ma anche di quello che fu il suo contesto culturale, per ripercorrere il linguaggio artistico proprio della scuola aretina del Trecento, in rapporto alla lezione giottesca e alle vicine scuole fiorentina e senese.

Orario: 10-13/14-18 (chiuso il lunedì). Ingresso: 5 euro biglietto museo.

Info: Elisabetta Bidini 3666511905, Paola Falsetti 3371101923, casamuseobruschi@gmail.com

Nella foto: Madonna con Bambino, Andrea di Nerio

Firenze / La bella addormentata

Uno dei corpi di ballo più famosi del mondo, il Ballet of Moscow, porta in scena al Teatro della Pergola di Firenze uno dei capolavori del balletto dell’‘800.

Appuntamento il 5 gennaio con La bella addormentata, le sue favolose e incantate scenografie, le musiche di Tchaikovsky, le coreografie di Petipa e la particolarità del romantico finale nel quale compaiono anche molti dei personaggi delle fiabe di Perrault (Il gatto con gli stivali e la gatta bianca, Cenerentola e il Principe Fortuné, Cappuccetto rosso e il lupo).

Info: 0550763333, sul web www.teatrodellapergola.com

Concorso letterario / Meleto vuol ricordare

L’associazione “Meleto vuole ricordare” è nata tanti anni fa per raccogliere testimonianze da tramandare alle future generazioni, in primo luogo, sui tragici eventi del 4 luglio 1944. Quel giorno nella frazione persero la vita ben 93 uomini inermi per mano dei nazifascisti. In totale furono 192 le vittime nel territorio del comune di Cavriglia.

Quest'anno l’associazione ha indetto anche un concorso letterario a carattere nazionale dal titolo “Seconda guerra mondiale 1940-45. Racconti di vita”.

La partecipazione al concorso è gratuita. La scadenza della presentazione dei testi è fissata per il giorno 29 febbraio 2016. La proclamazione dei vincitori e la consegna dei premi avrà luogo a Meleto Valdarno – Cavriglia (Ar) il 4 luglio 2016.

Il testo completo del regolamento è scaricabile dal sito: www.meletovuolericordare.it.

Info: Associazione Meleto vuole ricordare tel. 055961286 – 3479683237, oppure a mezzo mail info@meletovuolericordare.it

Cerreto Guidi / Orchidee in mostra

Fino al 31 gennaio è aperta mostra fotografica “Orchidee della Toscana” al Museo della Memoria Locale. L’evento è promosso dal Comune di Cerreto Guidi e dall'Associazione Giros (Gruppo italiano ricerca orchidee spontanee) - Sezione Valdinievole “Stivi Betti”.

In mostra venti stampe, alcune ambientate per mostrare dove vivono queste piante, altre per mettere in risalto i meravigliosi particolari; le specie ritratte comprendono le sei fino a oggi censite nel Comune di Cerreto, per poi passare al Montalbano, al colle di Monsummano, alle colline empolesi, ma anche all’Appennino, alle Apuane e al grossetano.

La mostra osserva l’orario di apertura del museo (dal martedì al venerdì, dalle 9.30 alle 12.30; sabato 9.30-13.30 e 15-19; domenica 15-19). L’ingresso è gratuito.

Info: 0571906247

Firenze / Vestire ad Arte

Fino al 22 febbraio il Museo Stefano Bardini, via dei Renai 37 ospita la mostra: Vestire ad arte. Sartorie e lusso nel 900. Omaggio a Emma Bardini.

L’esposizione vuole ripercorrere i cambiamenti della moda del secolo scorso seguendo il ritmo delle foto di Emma Bardini (1883-1962), la figlia dell’antiquario fiorentino che interpretò i cambiamenti della moda all’aprirsi del XX secolo.

Il ricco corredo di abiti, cappelli e accessori di Emma è andato perduto ma restano le immagini a raccontare il passaggio dalle crinoline ai morbidi drappeggi, dai rigidi bustini alle ammiccanti scollature degli abiti da sera. Farà da cornice alla mostra l’esposizione di manufatti dei grandi artigiani fiorentini.

Info: Lun.ven.sab.dom. ore 11-17; biglietto (museo + mostra) 6 euro; museicivicifiorentini.comune.fi.it/bardini

Foto G.C.Museo S. Bardini

Toscana / Notte rossa

Dopo il successo dell’edizione 2015, che ha visto la partecipazione di circa 250 circoli su tutto il territorio regionale, torna la “Notte Rossa” delle Arci della Toscana. Sabato 23 gennaio 2016, i circoli Arci di tutta la regione diventano il palcoscenico di iniziative e manifestazioni per promuovere la cultura e condividere esperienze, interessi e idee, per comunicare attraverso gli strumenti della musica, dell’arte, del cinema e delle attività ricreative che nei circoli vengono praticate quotidianamente.

Info: arcitoscana.it

Corsi potatura / Rose bellissime

Il vivaio Mondo rose (via Aretina, 241 - 50069 Le Sieci, Fi) propone due corsi di potatura delle rose: per principianti (sab. 16, 23, 30 gennaio – ven. 5 e sab. 13 febbraio, ore 9.30-16.30, euro 65, sconto 10% per i soci coop) e di perfezionamento (ven. 22 gennaio e sab. 6 febbraio, ore 9.30-16.30, euro 65, sconto 10% per i soci Coop), rivolti a giardinieri in erba il primo, e a chi ha già acquisito una certa esperienza il secondo.

Potare le rose stimola rapidamente la pianta a formare getti giovani e forti, e ad avere una fioritura più abbondante e ripetuta.

Il corso si struttura in una parte teorica dove si parla del ciclo biologico della rosa, con accenni su habitat e necessità colturali fondamentali e teoria sulle tecniche di potatura; e una pratica dove ciascuno avrà la possibilità di intervenire su cespugli e rampicanti adulti in piena terra seguiti da un tutor.

Info: 0558328725; info@mondorose.it - www.mondorose.it