Scritto da Edi Ferrari |    Dicembre 2010    |    Pag.

Giornalista. Dal 1988 nel magico mondo della comunicazione (uffici stampa, pubbliche relazioni, editoria, eccetera), e con una quasi (senza rimpianti) laurea in Lettere, collabora con Unicoop Firenze anche per l'aggiornamento dei contenuti del sito internet, per le pagine del tempo libero. Ha lavorato anche nella redazione di Aida (attuale Sicrea), dove si è occupata principalmente della realizzazione di trasmissioni televisive, fra le quali anche InformaCoop. Per l'Informatore si occupa delle pagine degli "Eventi".

Fra il regalo per la mamma e quello per i nipoti, fra una cena natalizia fra colleghi di lavoro e una maratona familiare a tombola, breve itinerario cultural-musicale per alleggerire lo spirito (ma non le tasche).

C'è tempo fino al 5 dicembre per vedere al Puccini di Firenze la nuova produzione della premiata ditta Sorrisi e Veleni, ovvero Paolo Poli ne Il Mare: tratto dai racconti di Anna Maria Ortese, mette in scena figure e figurine di una Italietta arrancante nella storia dove le canzonette fanno la parte del leone.

Spettacolo sorprendente è Swan Lake, balletto vincitore di più di 30 prestigiosi premi internazionali che unisce danza, humour e grande spettacolarità. Cos'ha di diverso questa reinterpretazione in chiave moderna del Lago dei Cigni? C'è che il corpo di ballo femminile è sostituito da un ensemble tutto maschile, incluso il Cigno protagonista della storia. Al Verdi di Firenze dall'8 al 12.

Debutta alla Pergola di Firenze Il principe della gioventù, OperaMusical di Riz Ortolani dedicata alla Firenze dei Medici fra intrighi e passioni e nella quale la tradizione dell'opera si unisce alla modernità del musical con un risultato unico di nuova espressione di teatro musicale contemporaneo. Il 7 e l'8.

E teatro musicale è quello di Io provo a volare. Omaggio a Domenico Modugno, unione di storie che partendo dalla biografia dell'artista e dalle suggestioni evocate dalle sue canzoni, raccontano con ironia e leggerezza le quotidiane fatiche e i personaggi di quel sud che diede i natali al celebre cantante. Al Manzoni di Calenzano il 18.

Il pranzo di Natale è invece proprio il protagonista di quello che ormai è un classico del teatro, Benvenuti in casa Gori. Per questa nuova versione in scena dal 17 al 19 al Dante di Campi Bisenzio, Alessandro Benvenuti - coautore con Ugo Chiti, e qui regista - ha scelto di chiamare a raccolta attori toscani non professionisti, mentre nei due ruoli principali, quelli di Adele e Gino, ci sono Anna Meacci e a Carlo Monni.

Commedia scritta nel 1936 per Vittorio De Sica, Due dozzine di rose scarlatte gioca sul sempre efficace espediente dell'equivoco - in questo caso uno splendido mazzo di rose recapitate alla persona sbagliata - che travolge la quotidianità di una coppia di coniugi. La malizia e l'ironia di Aldo De Benedetti colpiscono ancora dopo decenni. Allo Shalom di Empoli il 5.

Esiste ancora l'italianità? E come si manifesta oggi? E che fine hanno fatto "Dio Patria e Famiglia" o gli inevitabili e invadenti "poeti, santi e navigatori"? Per scoprirlo, Italiani si nasce... e noi lo nacquimo, sarabanda di parole, lazzi, luci, suoni e riflessioni sul nostro Belpaese di e con Maurizio Micheli e Tullio Solenghi. Al Politeama di Poggibonsi il 14 e 15.

Ancora commedia. La prima a carattere giallo, piena di suspence e con molti colpi di scena alla Hitchcock, protagonisti Paolo Ferrari e Andrea Giordana, è Un ispettore in casa Birling, al Giglio di Lucca dal 3 al 5. La seconda più "intellettuale", è Il misantropo di Molière: un uomo non più giovanissimo sceglie di chiamarsi fuori da un mondo che disprezza e alle cui regole non riesce a stare, ma la sorte gli gioca un tiro mancino... al Niccolini di San Casciano Val di Pesa il 17.

Sono lontane dallo spirito natalizio ma promettono molte emozioni Mistica d'amore, in cui Lucilla Morlacchi interpreta Maria, così come la vedeva la poesia di Alda Merini, e cioè una donna giovane, fragile, umanissima, smarrita e stupita di fronte al mistero della divinità del figlio; e la favola teatrale Love, tratta da un racconto di Susanna Tamaro: a raccontarci la storia della protagonista - un'adolescente rom alle prese con un destino che si subisce e che non si sceglie - è Mascia Musy. Al Metastasio di Prato l'11 e il 22 dicembre.

Stesso discorso per Donna non rieducabile di Stefano Massini, al Teatro del Popolo di Colle Val d'Elsa il 10, storia dell'impegno per i diritti umani e dell'omicidio della giornalista russa Anna Politkovskaja: i suoi pensieri, il suo punto di vista, le sue emozioni, rivivono attraverso l'intensa interpretazione di Ottavia Piccolo; e per Un genio ribelle Federico Garcia Lorca, arte e vita", che alterna dialoghi d'invenzione fra personaggi realmente esistiti, brani e canzoni della tradizione gitana e andalusa composte o raccolte da Lorca, poesie. Al Piccolo Teatro di Rufina il 4 e 5.

Ci spostiamo gradualmente verso i concerti con uno spettacolo che unisce gesti e parole, poesia e musica: sulle note di Sakamoto e Reich, Monk e Reinhardt, al Comunale Corsini di Barberino di Mugello il 17 c'è l'Ensemble di Micha Van Hoecke con Monsieur, Monsieur.

Un magico viaggio nella tradizione musicale scozzese e irlandese, attraverso la letteratura per viola celtica, è il concerto che vede protagonisti, il 5 per gli Amici della Musica, la viola da gamba del grande Jordi Savall, insieme ad Andrew Lawrence-King all'arpa e a Pedro Estevan alle percussioni. Una Maratona Chopin è invece quella che propone il Centro Studi Musicali Ferruccio Busoni di Empoli, il 10 al Cenacolo del Convento degli Agostiniani. E infine al Teatro di Pisa arriva, il 18 e 19, Il Ratto dal Serraglio di Mozart, opera dal tono fiabesco, intessuta di poesia, di humour, di tenerezza.

Un'avvertenza: tutti questi spettacoli sono in convenzione per i soci, ma ogni struttura applica la convenzione con modalità diverse (solo alcuni giorni della settimana, con promozioni particolari un giorno sì e un altro no, eccetera). Chiedete quindi informazioni direttamente al teatro, o consultate la sezione "tempo libero" di www.coopfirenze.it.