Latte fresco, microfiltrato e biologico, ma anche mozzarelle, crescenze e parmigiano

Scritto da Anna Somenzi |    Marzo 2011    |    Pag.

Giornalista. Nata a Cremona, cresciuta a Bologna della quale ha assorbito, e goduto, l'emilianità. E' diventata giornalista professionista "da grande", ma lavora nell'editoria da molto tempo in giornali aziendali del movimento cooperativo, prima Comma di Conad e poi Consumatori di Coop. Si occupa soprattutto di prodotti e produzioni, consumi e consumatori. Da qualche anno, sempre per Coop, lavora anche come coordinatrice editoriale per la collana dei Quaderni dei consumatori dell'Editrice Consumatori.

Il latte è il primo alimento per l'uomo: il suo contenuto di preziosi nutrienti è più ricco del suo apporto calorico. Infatti le proteine del latte contengono tutti gli amminoacidi essenziali; fra i grassi ci sono acidi grassi essenziali; gli oligosaccaridi agiscono positivamente sulla salute. La presenza di minerali, in particolare calcio e fosforo, è in rapporto ottimale.
Per la legge italiana l'unico alimento che può essere definito semplicemente "latte", anche in etichetta, è il latte vaccino.

Nel banco frigo
Considerato un prodotto di primaria importanza per il quale garantire, oltre alla bontà e al giusto prezzo, salubrità e sicurezza, il latte a marchio Coop venduto nel banco frigorifero è prodotto secondo le regole certificate da Qualità Sicura Coop: provenienza esclusivamente italiana, alimentazione delle mucche priva di organismi geneticamente modificati (ogm), selezione degli allevamenti e dei mangimifici, conoscenza e controllo di tutta la filiera produttiva e delle caratteristiche igienico-sanitarie del prodotto. Controllo di tutta la filiera vuol dire rintracciabilità, cioè la conoscenza e il controllo di tutti i passaggi della "costruzione" del prodotto (qualità del latte, temperature di lavorazione ecc.). Sui fornitori c'è poi una rigorosa valutazione, a partire dai requisiti dell'allevamento, sia per gli aspetti strutturali che produttivi.

Tutti i tipi
Tutto il latte Coop venduto nel banco frigo è confezionato da due aziende che si trovano in Lombardia e Trentino, gli allevatori coinvolti nella filiera sono 35 e si trovano tutti nelle vicinanze degli stabilimenti di lavorazione e imbottigliamento.
Con una durata di sei giorni troviamo: il latte fresco Alta qualità che proviene, come previsto da una specifica normativa, da materia prima di alta qualità appunto, migliore per parametri nutrizionali e sanitari; grazie a queste caratteristiche, è sottoposto a un processo di pastorizzazione blando che lascia integro e completo il prodotto finito; il latte parzialmente scremato è per chi sceglie un'alimentazione più leggera.
Il latte microfiltrato si distingue per avere una durata di oltre 10 giorni, grazie al processo di microfiltrazione. Passa infatti attraverso filtri finissimi di ceramica che trattengono il 99,9% dei batteri. Questo passaggio seguito dalla pastorizzazione mantiene le proprietà nutritive, organolettiche e di bontà garantendo a lungo la freschezza.
Microfiltrato è anche il latte Viviverde da agricoltura biologica che è prodotto in un allevamento in Lombardia a ciclo chiuso, con coltivazione interna dei foraggi destinati all'alimentazione degli animali e con una grande cura al benessere delle vacche da latte.

Oltre il latte
La cura e l'attenzione riservata al latte (bontà, sicurezza e conoscenza approfondita delle materie prime) sono dedicate anche ai suoi derivati: mozzarelle e crescenze Coop sono tutte da latte 100% italiano; come pure i formaggi e gli yogurt Viviverde da agricoltura biologica sono prodotti con latte italiano.
Per la mozzarella di bufala campana d.o.p. fior fiore sono stati selezionati allevamenti dell'alto Casertano, ai confini con Lazio e Molise, ben lontani dall'emergenza rifiuti; l'alimentazione delle bufale è priva di ogm e di grassi animali; c'è uno specifico piano analitico di controlli di Coop in aggiunta a quelli di legge.
Il Parmigiano Reggiano d.o.p. fior fiore, è prodotto secondo i disciplinari d.o.p. che prevedono l'assenza di qualsiasi additivo e conservante, con latte da allevamenti situati ad un'altitudine di oltre 600 metri; il caseificio, sull'Appennino reggiano, stagiona il parmigiano fior fiore per 30 mesi.

Nota: gli italiani consumano 61 litri di latte all'anno; il 40% è fresco (il preferito è biologico); il consumo dei formaggi è di circa 23 kg all'anno e quello di burro solo 3 kg.