Visite guidate alla Basilica di Santa Croce

Firenze ospita una buona parte del patrimonio culturale e artistico mondiale, eppure quanti fiorentini (o toscani) possono dire di conoscere, almeno in parte, questi gioielli? Unicoop Firenze, in collaborazione con
Sepolcri illustri
l'Associazione Ars et Fides, offre l'opportunità ai propri soci di scoprire (o rivedere) una di queste meraviglie, la Basilica di Santa Croce.
E' il 3 maggio 1294: l'architetto Arnolfo di Cambio pone la prima pietra della Basilica, dando inizio alla costruzione di quello che sarà uno dei capolavori del gotico italiano.
La pianta è a croce egizia (a forma di T), con un interno a tre navate, un coro e un transetto con numerose cappelle. Le pareti di queste ultime, così come quelle di tutta la chiesa, costituiscono un vero e proprio trionfo di arte gotica, con affreschi, polittici e vetrate di Cimabue, Giotto, Maso di Banco, ai quali si sono aggiunti, nel corso dei secoli, i contributi di Andrea Orcagna, Agnolo Gaddi, Luca e Andrea della Robbia, Giorgio Vasari, Bronzino, Alessandro Allori, Santi di Tito.
Moltissime anche le sculture, che rappresentano un vero e proprio campionario rinascimentale: fra le più famose il Crocifisso e l'Annunciazione di Donatello, il pulpito di Benedetto da Maiano, la Madonna del Latte di Antonio Rossellino, quest'ultima collocata sopra la tomba di Francesco Nori, morto per salvare la vita di Lorenzo il Magnifico durante la congiura dei Pazzi.
Peculiarità della Basilica è il gran numero di monumenti funebri e lastre tombali (sul pavimento se ne contano ancora 276), che ha fatto sì che fosse considerata il Pantheon cittadino, luogo di sepoltura dei fiorentini più illustri. Qui giacciono, fra gli altri, Michelangelo, Galileo Galilei, Vittorio Alfieri, mentre è solo un monumento sepolcrale quello a Dante Alighieri, le cui spoglie si trovano a Ravenna.
La visita guidata è a cura della sezione fiorentina di Ars et Fides (si tratta infatti di un'associazione internazionale, a Firenze dai primi anni '90), costituita da un centinaio di volontari che, a titolo gratuito, offrono quotidianamente il proprio tempo per mantenere l'accoglienza in cinque chiese fiorentine; organizza poi, periodicamente, visite guidate a diversi luoghi di culto.

Visite il 14, 21 e 28 marzo alle 15.30, il 16 e 23 marzo alle 10.30. Prenotazioni presso le agenzie di Toscana Turismo. Costo 3 euro. Il contributo per la visita sarà devoluto in beneficenza al Centro internazionale studenti Giorgio La Pira di Firenze.