Scritto da Edi Ferrari |    Aprile 2018    |    Pag. 46, 47

Giornalista. Dal 1988 nel magico mondo della comunicazione (uffici stampa, pubbliche relazioni, editoria, eccetera), e con una quasi (senza rimpianti) laurea in Lettere, collabora con Unicoop Firenze anche per l'aggiornamento dei contenuti del sito internet, per le pagine del tempo libero. Ha lavorato anche nella redazione di Aida (attuale Sicrea), dove si è occupata principalmente della realizzazione di trasmissioni televisive, fra le quali anche InformaCoop. Per l'Informatore si occupa delle pagine degli "Eventi".

Facciata Museo Richard Ginori della Manifattura di Doccia

Facciata Museo Richard Ginori della Manifattura di Doccia

TOSCANA

Artigianato e Palazzo per il Museo di Doccia

Una raccolta fondi per la riapertura della più importante testimonianza manifatturiera della porcellana in Italia. A lanciarla è “Artigianato e Palazzo” che riunisce ogni anno al Giardino Corsini di Firenze circa 90 artigiani chiamati a mostrare dal vivo le tecniche di lavorazione nelle quali eccellono. L’iniziativa vedrà coinvolto sia il pubblico sia le aziende sostenitrici della XXIV edizione di “Artigianato e Palazzo”, dal 17 al 20 maggio. A fronte di un’offerta minima di 8 euro all’ingresso (6 per i ragazzi tra i 12 ed i 18 anni, i più piccoli entrano gratuitamente), il pubblico potrà visitare la mostra. Sarà possibile anche donare un ulteriore contributo attraverso il dispositivo “Donachiaro”, allestito nel Giardino Corsini nei giorni della manifestazione. E ancora, dal 3 aprile, in tutti i 35 punti vendita Unicoop Firenze nei quali è attivo il servizio Box Office, sarà possibile effettuare una donazione liberale e ricevere un titolo di accesso per visitare la mostra. Il ricavato di tutte queste iniziative andrà all’associazione Amici di Doccia che destinerà l’intero contributo a favore del Museo. Info www.artigianatoepalazzo.it

 

PECCIOLI (PI)

Fra arte e letteratura

Vittorio Corsini, Souvenir

Un artista (Vittorio Corsini) e alcuni dei nomi più interessanti della letteratura italiana contemporanea (Laura Bosio, Mauro Covacich, Maurizio de Giovanni, Romano De Marco, Ferruccio Parazzoli, Laura Pugno) per un percorso artistico-letterario tra le colline toscane, costituito da sei nuove installazioni permanenti. Il 21 aprile si inaugura “Voci”, un progetto del Comune di Peccioli in collaborazione con la Fondazione Peccioliper. La cittadina già da tempo porta avanti un progetto che interseca l’arte contemporanea con il territorio e la sua identità, e grazie ad una serie di interventi ad hoc di artisti contemporanei si è costituito nel tempo una sorta di museo a cielo aperto. “Voci” nasce dalla volontà di creare un percorso artistico-letterario che accompagni alla scoperta di luoghi nuovi e inesplorati. Le voci narranti sono quelle di alcuni tra i maggiori autori contemporanei. A ciascuno di loro è stato chiesto di scrivere un racconto a partire dalle suggestioni nate dall’incontro con alcuni edifici religiosi del territorio: trasposte in forma audio dagli stessi autori, queste storie tornano al luogo che le ha generate e trovano modalità di ascolto attraverso sei nuove opere concepite appositamente da Vittorio Corsini. L’ingresso è libero. Info www.fondarte.peccioli.net

 

FIRENZE

Mercoledì Musicali

Tornano a risuonare le canne dell’organo Clementi dell’Auditorium di via Folco Portinari per l’edizione 2018 dei “Mercoledì musicali” della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze, rassegna dedicata ai massimi virtuosi della tastiera a livello internazionale. Al programma organistico si affiancano, come ormai da qualche anno, concerti di musica da camera che vedono protagonisti i solisti dell’Orchestra di Toscana classica (25 aprile, 2 e 30 maggio), dell’Orchestra da Camera Fiorentina (giugno e settembre) e della Scuola di musica di Fiesole (ottobre). Ingresso 5 euro; il ricavato delle serate è interamente devoluto in beneficenza. Consigliata la prenotazione. Info 0555304001, sul web www.fondazionecrfirenze.it

 

ARTIMINO (PO)

Pasquetta al museo

Museo archeologico di Artimino

Un piccolo gioiello alle pendici del Montalbano: il Museo archeologico di Artimino è situato in una cornice paesaggistica tra le più belle della Toscana, nell’antico borgo di Artimino di fronte alla Villa Medicea La Ferdinanda. Il Museo illustra il centro etrusco omonimo e il suo territorio attraverso il “mondo dei vivi” e le testimonianze del “mondo dei morti” restituite dalle necropoli di Artimino e Comeana. Il 2 aprile, giorno di Pasquetta, il museo propone una visita guidata ai reperti e manufatti che conserva e, conclusa la visita, offre a tutti i partecipanti una deliziosa degustazione di ovetti al cioccolato. Appuntamento alle 16. L’iniziativa è gratuita per i residenti nel Comune di Carmignano; per i non residenti ingresso e visita guidata a 5 euro. Info e prenotazioni: parcoarcheologico@comune.carmignano.po.it

 

POGGIO A CAIANO (PO)

La riscoperta di un artista

Un pittore pienamente inserito nella corrente del ‘900 italiano, una scomparsa prematura a soli 28 anni, un nome troppo presto dimenticato. Ad Amighetto Amighetti, artista ligure ma “poggese” di adozione, il Museo Soffici e del ’900 italiano e il Comune di Poggio a Caiano rendono omaggio con una mostra antologica – circa 45 opere, molte prestate da collezionisti privati e quasi mai esposte al pubblico – nei locali delle Scuderie medicee. Dopo due mostre postume a Genova, nel 1946 e nel 1951, quella del Museo Soffici è la prima antologica dedicata all’artista e al felice recupero di un pittore ingiustamente dimenticato. Fino al 3 giugno. Ingresso 3 euro (gratuito se minori di 18 anni). Con lo stesso biglietto è possibile accedere al Museo Soffici. Aperto da giovedì a domenica 10-13 / 14,30-19. Info 0558701287

 

MONTE PISANO (PI)

Camminanti in festa

Dal 13 al 15 aprile torna l’evento che coinvolge il territorio del Monte Pisano – con 100 iniziative fra Altopascio, Bientina, Buti, Calci, Calcinaia, Montecarlo, Capannori, Cascina, Lucca, Pontedera, Pisa, San Giuliano Terme – radunando camminatori da tutta Italia. La 7ª edizione della “Festa Dèi Camminanti” propone escursioni, viaggi a piedi, conferenze in cammino, libri, arte e convivialità per grandi e piccoli. Al centro della festa – che è gratuita, e la cui realizzazione è resa possibile anche grazie al contributo di molti volontari – la tradizionale merenda del sabato: appuntamento il 14 aprile alle 17 al Frantoio di Vicopisano. Info e iscrizioni 050796581 (ore 10-13 dal lunedì al sabato, 16-19 dal lunedì al venerdì) o all’indirizzo info@camminanti.it, sul web www.camminanti.it

 

FIRENZE

Arte al baluardo

L’8 aprile torna al Baluardo di San Giorgio “Baluarte!”, la manifestazione organizzata dai Balestrieri fiorentini alla quale prendono parte non solo artisti (pittori, scultori, ceramisti), ma anche il mastro balestraio ed il fabbro che utilizza l’antica forgia a mantice mostrando la propria arte ai visitatori. La manifestazione propone anche una gara di tiro con la balestra e prove gratuite di tiro con l’arco. II Baluardo a San Giorgio, detto della Ginevra, si trova a pochi metri dal Forte di Belvedere ed è attualmente sede e campo di tiro del corpo dei Balestrieri Fiorentini appartenenti al Corteo del Calcio storico fiorentino: l’iniziativa può essere così l’occasione per scoprire un luogo sconosciuto a molti fiorentini. Via di Belvedere 2, dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18. Info balestrierifiorentini@gmail.com

 

FIRENZE

Un Gramsci mai visto

La vita e il pensiero di Antonio Gramsci, sabato 21 aprile al Circolo Arci Il Progresso di Firenze in via Vittorio Emanuele III, 135. Alle ore 18 presentazione del libro di Angelo d’Orsi Gramsci. Una nuova biografia (Feltrinelli) con la partecipazione dell’autore. Alle 21 spettacolo teatrale Un Gramsci mai visto. Il pensatore rivoluzionario fra teatro, musica e poesia, con Angelo d’Orsi e i Suonatori della leggera. Conoscere e avvicinare il pensiero gramsciano al più vasto pubblico con due momenti, uno di approfondimento storico e l'altro di intrattenimento teatrale, con l’aiuto importante della musica. Info: 055496670

 

FIESOLE (FI)

Giuliano Ghelli inedito

Indicapaesaggi, 1974, Giuliano Ghelli

La Sala del Basolato (piazza Mino da Fiesole) ospita, dal 7 aprile al 20 maggio, “Giuliano Ghelli inedito. Gioco e forma in opere dal 1963 al 1983 nel clima fiorentino contemporaneo”. La mostra ricorda l’artista toscano, scomparso nel 2014, attraverso una cinquantina di opere, dagli esordi negli anni ‘60, in cui abbracciò le tendenze pop dell’arte italiana ed internazionale dell’epoca, sino agli inizi degli anni ‘80. Non dunque il Ghelli maturo, più conosciuto, ma un Ghelli giovane, totalmente “inedito”, per gioco e forma, che guarda all’avanguardia italiana ed europea degli anni ‘60 e ‘70, produce quadri e oggetti che desteranno stupore e ammirazione. Insieme ai suoi lavori, esposte opere di altri artisti a lui contemporanei, affini per ricerca pittorica: fra gli altri, Luca Alinari e Vinicio Berti. Ingresso libero. Aperta da martedì a venerdì 14-18, sabato e domenica anche 11-13. Info www.archivioghelli.it

 

FIRENZE

Occhi al cielo

Venere, Giove e la Luna quasi al plenilunio sono i protagonisti della serata di osservazione della volta celeste con telescopio proposta dalla Saf-Società astronomica fiorentina. La serata fa parte di un ciclo di incontri dedicati all’osservazione della volta celeste, con particolare riferimento all’orientamento e all’individuazione delle principali costellazioni e dei pianeti. L’appuntamento è per il 26 aprile alle 21 alla BiblioteCanova in via Chiusi 4/3 A, zona Isolotto. In caso di maltempo la serata si svolgerà all’interno della Biblioteca, con proiezioni del cielo del mese. La partecipazione è gratuita. Info www.astrosaf.it

 

FIRENZE

Alla scoperta dell’italiano

È dedicato alla nostra lingua l’appuntamento di domenica 8 aprile degli Incontri con la città, organizzati dall’Università di Firenze. Paola Manni docente di Linguistica italiana, terrà una conferenza dal titolo “Da Dante all’italiano: un’eredità vitale” e ci racconterà come i cambiamenti della nostra lingua si affermano e dall’uso quotidiano passano nel vocabolario. Introduce e coordina Maria Grazia Giovannini. Alle 10.30 in piazza San Marco 4, a Firenze, negli spazi dell’Ateneo fiorentino.

 

FIRENZUOLA (FI)

La guerra e la memoria

La II Guerra mondiale vista attraverso gli occhi della stampa quotidiana: il 2 aprile apre nello Spazio espositivo culturale “La guerra e la memoria” (via Villani 11 a Firenzuola, Firenze) la mostra “Pagine di guerra”. La mostra ripercorre, attraverso le testate di 33 quotidiani, avvenimenti che vanno dall’invasione della Polonia il 1° settembre 1939, alla dichiarazione di guerra del 10 giugno 1940, e poi la caduta del fascismo, l’armistizio, la Repubblica di Salò, la resa della Germania, le bombe atomiche a Hiroshima e a Nagasaki. Fino al 28 ottobre; aperta le domeniche e i festivi in orario 10-12.30 e 14-18 (luglio e agosto anche il lunedì dalle 10 alle 12.30). Ingresso libero. Info lineadelfronte@virgilio.it

 

LUCCA

Deredia e l’energia cosmica

Jiménez Deredia

Opere monumentali in bronzo e in marmo en plein air nelle principali piazze del centro storico della città e, in contemporanea, opere di media e piccola dimensione al Palazzo delle esposizioni della Fondazione Banca del Monte di Lucca (piazza San Martino 7). “Deredia a Lucca. L’energia cosmica nelle sculture di Jiménez Deredia” è un evento artistico che si inserisce nell’ambito di un circuito internazionale di mostre monumentali che hanno visto il maestro come protagonista assoluto, da Firenze a Roma, da Valencia a Trapani, da Città del Messico a Miami. E Lucca, con la sua storia e la sua cultura, diventa lo scenario ideale per accogliere la scultura di Jiménez Deredia. Dal 28 aprile al 10 settembre. Palazzo delle esposizioni è a ingresso gratuito, dal martedì alla domenica dalle 15 alle 19.