Firenze
La storia sui binari

Racconta la storia della ferrovia e degli uomini che l’hanno fatta. Fuori, nello spazio all’aperto, ci sono vecchie locomotive; dentro le sale ospitano strumenti e piccoli oggetti che fanno parte della cultura ferroviaria, dall’Ottocento ai giorni nostri.

Il Museo di oggettistica ferroviaria è nato nel 1994 per iniziativa di un gruppo di volontari, ferrovieri e non, che hanno dedicato tutto il loro tempo libero a raccogliere apparecchiature, arredi, strumenti e documenti nei vecchi magazzini e nei depositi prima che fossero demoliti.

Come sede è stata scelta la stazione Leopolda, a sua volta un pezzo di storia della città: inaugurata il 2 giugno 1848, univa la capitale con Livorno, dove si trovava il più importante porto commerciale del Granducato. Nel 1861 la Stazione Leopolda fu ristrutturata per ospitare l’Esposizione nazionale di arti e manifatture, il primo di una lunga serie di eventi.

In questo legame tra arte e scienza, ben si inseriscono le raccolte e le collezioni del museo ferroviario: strumenti per il movimento e la trazione, per gli impianti elettrici e i lavori di manutenzione, ma anche leggi e circolari (documenti originali), apparati segnaletici e iconografici. Uno spaccato di quella che è stata l’evoluzione della ferrovia – e della società – negli ultimi due secoli.

Museo di oggettistica ferroviaria, viale Fratelli Rosselli 5, Firenze, ingresso libero, su richiesta. Info e prenotazioni: tel. 0552356290

Monsummano Terme
Cioccolato in piazza

Venerdì 30, sabato 31 e domenica 1° febbraio a Monsummano Terme torna “Cioccolosità”, la mostra mercato dedicata al cioccolato d’autore con la presenza degli artigiani cioccolatieri che hanno resa famosa nel mondo l’area compresa tra le province di Pistoia, Pisa e Prato. L’iniziativa, alla sua decima edizione, è organizzata dal Comune di Monsummano Terme e dalla condotta Valdinievole di Slow Food Toscana.

Da quest’anno la manifestazione diventa  a carattere nazionale, a ricorrenza biennale, dove il valore della tutela della biodiversità sarà al centro di tutte le iniziative.

Negli spazi allestiti presso la seicentesca Fattoria Medicea si potrà apprezzare la migliore produzione del “cioccolato puro”, che impiega esclusivamente burro di cacao. I laboratori del gusto Slow Food proporranno i migliori abbinamenti con caffè e distillati, mentre i musei cittadini ospiteranno per l’occasione mostre e degustazioni.

Info: Comune di Monsummano Terme, tel. 05729590; Puntoinforma, tel. 0572954412, www.cioccolosita.it

Sovigliana
Calcoli da museo

È la Piramide del Louvre in scala 1:100, ricostruita con 360 magneti e 181 sfere. È una delle novità del Laboratorio di matematica di Sovigliana, allestito nella Scuola secondaria di primo grado “Leonardo da Vinci” dove ha sede anche il Museo interattivo del Calcolo, visitato lo scorso anno da oltre 600 studenti.

Sia il museo che il laboratorio si sono arricchiti di nuove proposte didattiche: i visitatori, ad esempio, potranno utilizzare i quattro kit contenenti sfere e magneti per ricostruire i cinque solidi platonici oppure farsi guidare dalla Macchina binaria alla scoperta di mondi sconosciuti.
È possibile richiedere materiale informativo, le visite sono su prenotazione.

Info e prenotazioni: Renato Verdiani, tel. 3478726229, e-mail: r.verdiani@tin.it

Firenze e Montemurlo
Dalla scherma al karate

Dopo i successi olimpici degli atleti azzurri scoppia la voglia di scherma: non importa essere campioni per divertirsi, e diventare più agili e pronti di riflessi. La scherma è uno sport adatto a tutte le età: lo storico circolo Scherma Firenze (nato nel 1906 e affiliato alla Federazione italiana scherma dal 1908) invita a sperimentarlo nella propria palestra di via Corelli 19 (zona via Baracca).
Info: tel. 055410976, www.raggetti.it

Corsi di karate per bambini dai 6 ai 12 anni. Li organizza la società sportiva Viglos’ club karate nel Palazzetto dello sport di Montemurlo, presso le scuole elementari Anna Frank di Oste di Montemurlo, in via Maroncelli. Le lezioni si svolgono il martedì e giovedì dalle 19.30 alle 20.30.
Info: tel. 3331076270

Firenze
Dalla macchia alla foto

I Macchiaioli e la fotografia è il titolo della mostra ospitata nei locali del Museo nazionale di fotografia Fratelli Alinari (piazza Santa Maria Novella 14 a rosso), a chiusura dei molti eventi organizzati per celebrare il centenario della morte di Giovanni Fattori.

In esposizione una selezione particolarmente significativa di circa 200 opere tra fotografie (numerosi gli inediti), dipinti (di Fattori, Signorini, Boldini, Banti, Gioli, Cabianca) e raffronti iconografici secondo un racconto diviso in cinque capitoli. Diventano così evidenti le connessioni tra i due diversi modi di riprodurre la realtà: la fotografia fa propri i canoni estetici e le regole della pittura contribuendo a trasformare le prospettive e le ricerche artistiche, in particolare dei Macchiaioli.

La mostra, che nasce da una collaborazione tra Ente Cassa di Risparmio di Firenze, Fondazione Alinari e Biblioteca Marucelliana di Firenze, resterà aperta fino al 15 febbraio 2009, orario 10-19, chiuso il mercoledì, ingresso 6 euro, comprensivo dell’ingresso e della visita al museo Alinari.

Info: tel. 055216310, e-mail: mnaf@alinari.it

Nella foto: Fotografo non identificato, Donne in costume, 1870 circa, Archivio eredi Cabianca


Firenze
Annigoni a Casa Siviero

Fino all’11 gennaio, museo Casa Siviero (lungarno Serristori, Firenze), mostra dedicata a Pietro Annigoni, nel 20° anniversario della scomparsa. L’ingresso è libero sabato, domenica e lunedì.
Info: Casa Siviero tel. 0552345219, www.museocasasiviero.it

Maestri cioccolatieri
Firenze, piazza Santa Croce, dal 22 al 25 gennaio Fiera del cioccolato artigianale, orario 10-22, ingresso libero. Info: tel. 0553289 619, www.fieradelcioccolato.it

Toscana
Delitti d’autore

Anno nuovo nuovi omicidi per la Compagnia del delitto: diretta dalla giallista toscana Paola Alberti, continua il suo tour enogastronomico a sfondo thriller, dove il pubblico oltre a gustare specialità tipiche della cucina regionale potrà cimentarsi con l'investigazione seguendo le mosse di un investigatore simpatico e stralunato, Sherlock (alias Franco De Rossi) e di un gruppo di attori tra i quali Carlo Emilio Michelassi, Tiziana Rinaldi, Gabriele Bianchi, Elisa D'Agostino e Valeria Plasmati. Il calendario degli appuntamenti è su www.cattivabambina.it

Info: Compagnia del delitto, tel. 3474736920, e-mail: compagniadeldelitto@tele2.it o paola1.a@libero.it

Le Sieci
Corsi di potatura

Corsi di potatura aperti a tutti, della durata di un giorno. Li organizza Mondo Rose, il venerdì e sabato, nel periodo compreso tra il 17 gennaio e il 14 febbraio, in orario 9.30-16.30. Lo scopo del corso è fornire tutti gli elementi utili affinché le rose abbiano la migliore riuscita nel giardino o nel terrazzo: un corretto approccio permetterà di prevenire malattie, aiutando la vegetazione e la fioritura delle piante.

Il corso è strutturato in due momenti: una parte teorica dove si parla del ciclo biologico della rosa (come è strutturata, come si nutre, come si riproduce) con accenni su habitat e necessità colturali fondamentali e teoria sulle tecniche di potatura; una seconda parte pratica, dove ciascuno avrà la possibilità di intervenire, forbici in mano, su cespugli e rampicanti adulti piantati in piena terra nel bel giardino del vivaio.

Il costo del corso è di 60 euro; per i soci Coop sconto del 10% presentando la carta socio.

Info ed iscrizioni: Mondo Rose, via Aretina 241, Le Sieci (FI), tel. 0558328725, www.mondorose.it

L’iniziativa
Gatti in festa

È un concorso fotografico dedicato a tutti gli amanti dei gatti. Per partecipare basta inviare una sola foto, a colori o in bianco e nero, al Centro socio culturale anziani il Fuligno, in via Faenza 52, 50123 Firenze, entro e non oltre l’11 gennaio. Sul retro della foto (formato minimo 12x16, formato massimo 20x30) dovrà essere riportato nome, cognome, indirizzo e recapito telefonico dell’autore.

Questi i temi del concorso, a cui le foto dovranno ispirarsi: gatti nelle quattro stagioni, gatti in campagna, gatti in città o gatti in casa. La direzione del Fuligno premierà le tre foto più significative in occasione della seconda manifestazione “Tutti matti per i gatti” dei poeti dell’Accademia Alfieri, che si terrà sabato 21 febbraio.

Info: Il Fuligno, tel. 0552399731

 

Empoli
A voce spiegata

Torna ad Empoli A voce… spiegata!, la rassegna di vari generi musicali cantati, suonati e… raccontati. In programma un recital di musica-teatro con Anna Ugolini e Andrea Nesti; i virtuosismi lirici di Marialuisa Pepi; una serata di jazz d'autore con Antonio Gesmundo; canzoni e poesie da “Spoon River”, con il gruppo musicale I mercanti di liquori.

Durante ogni serata, gli stessi interpreti si faranno narratori di storie e curiosità legate ai brani eseguiti. La rassegna è organizzata dall'associazione culturale Le Ninfee e si svolgerà nei giorni di giovedì 5, 12, 19 e sabato 28 febbraio alle ore 21 presso l'Auditorium di Palazzo Pretorio, in piazza Farinata degli Uberti a Empoli.

A conclusione della rassegna, sabato 7 marzo, sarà proposto come evento speciale lo spettacolo La cioccolata – colloquio ad uno di e con Alessandro Riccio (nella foto), sulla storia e i segreti della cioccolata, con golosi assaggi per tutti.

L'ingresso per ogni spettacolo è di 8 euro; riduzioni per i soci Coop.

Info: associazione Le Ninfee, tel. 3471267305, 3404171978, associazione.leninfee@gmail.com

 

Al Politeama di Prato
Marasco per Toscana Oggi

Venerdì 9 gennaio, alle ore 21, al Teatro Politeama di Prato, concerto del cantautore e interprete della canzone popolare toscana Riccardo Marasco, per festeggiare i 25 anni del settimanale "Toscana oggi".

Marasco spazierà attraverso i canti della tradizione, molti dei quali recuperati grazie al suo appassionato lavoro di ricerca, e quelli più divertenti della propria produzione. Il concerto è ad ingresso libero.

 

Il progetto
L’Africa in un museo

Una missione di ricerca, promossa dalla rivista fiorentina Archeologia Viva, dal Museo archeologico e dall’Archeoclub di Corleone (Pa), ha visitato la Repubblica democratica del Congo per un progetto che prevede la realizzazione nella capitale Kinshasa di un grande Museo panafricano che racconti la storia, la cultura e i popoli del continente.

Nonostante il dramma umanitario determinato dalla guerra civile in corso nel Kivu, il Congo è un paese che vuole ritrovare se stesso, anche attraverso iniziative e progetti culturali.

Il primo grande problema è l’assenza di strutture museali. A Kinshasa le ricche collezioni di interesse etnoantropologico giacciono nei capannoni all’interno di uno straordinario parco tropicale, con vista sul maestoso fluire del fiume Congo, che qui divide il paese dal confinante Congo Brazzaville.

Le collezioni sono davvero notevoli: in particolare una serie di maschere cerimoniali e grandi tamburi in legno, alcuni dei quali erano utilizzati nella foresta per comunicare a distanza; di grande pregio sono anche le sculture totemiche oppure i mantici in pelle e terracotta adoperati nella metallurgia.

L’ingente materiale conservato (oltre 45.000 oggetti) necessita di catalogazione e di cure conservative. L’originalità dei reperti è tale che nel corso dei colloqui con i funzionari congolesi è sorta l’idea di una grande mostra in Europa sulla cultura del Congo.

Dal numero di gennaio/febbraio di Archeologia Viva (Giunti Editore), www.archeologiaviva.it