Ciclo di conferenze sul ruolo della scienza. Attestati di partecipazione validi come "crediti formativi"

Scienziati in corso 2
Dopo il successo dello scorso anno,
tornano gli incontri dedicati alla scienza, un'iniziativa molto interessante promossa dal Museo per la Matematica e dal circolo Arci Isolotto di via Maccari, in collaborazione con la sezione soci Coop Firenze sud ovest, l'associazione per l'educazione degli adulti "Il filo ritrovato" e il patrocinio del Consiglio di Quartiere 4. In questo nuovo ciclo di conferenze, dal titolo "La scienza scopre e riscopre il mondo", si parlerà de "Il '600 e la rivoluzione scientifica" e de "Il '900 e la scienza contemporanea", attraverso le straordinarie vite degli scienziati che ne furono i protagonisti: Cartesio, Stenone, Newton, Heisenberg, Gödel e Pauling.
Gli incontri si svolgeranno in alcuni martedì di febbraio, marzo e aprile, con inizio alle 17.30. Sede degli incontri saranno - a turno - il Circolo Arci Isolotto, in via Maccari 104, e Il Giardino di Archimede - Un Museo per la Matematica, via San Bartolo a Cintoia 19/a, a Firenze.

Scienziati in corso 1
Questo il programma:
martedì 13 febbraio, Il Giardino di Archimede: Renato Cartesio, del professore Enrico Giusti, presidente del "Giardino di Archimede; martedì 27 febbraio, circolo Arci Isolotto: Niccolò Stenone, di Paolo Rossi, storico della scienza e professore emerito; martedì 6 marzo, Il Giardino di Archimede, Isaac Newton, di Niccolò Guicciardini, fisico e filosofo; martedì 20 marzo ore 17,30, circolo Arci Isolotto: Werner Heisenberg, di Marco Cattaneo, fisico e giornalista scientifico, direttore responsabile de "Le Scienze", oltre che fotografo noto per le sue corrispondenze sulla condizione femminile in Afghanistan; martedì 27 marzo, Giardino di Archimede, Kurt Gödel, di Daniele Mundici, professore di logica matematica; martedì 3 aprile, circolo Arci Isolotto, Linus Pauling, di IvanoBertini, chimico, direttore del Cerm (Centro risonanze magnetiche), il primo scienziato non statunitense ad avere ricevuto la medaglia Basolo, il riconoscimento che dal 1991, anno in cui è stato istituito dall'Università di Chicago, è andato ai ricercatori che maggiormente si sono distinti nella chimica inorganica a livello mondiale.

Al termine del ciclo di incontri verrà rilasciato, a coloro che ne faranno richiesta, un attestato di partecipazione valido quale credito formativo, valutabile ai fini dell'esame di maturità e per il curriculum formativo personale.
La partecipazione al ciclo di conferenze è gratuita. Per motivi organizzativi è gradita la comunicazione di partecipazione, in particolare per chi intende richiedere l'attestato di frequenza finale.

Info: Leonardo Brunetti, tel. 3383769999