Sansepolcro Il 14 settembre il "Palio della Balestra"

La denominazione 'Palio della Balestra' individua in maniera univoca la gara che ogni anno si svolge nella città di Gubbio líultima domenica di maggio in onore di SantíUbaldo (loro santo patrono), ed a Sansepolcro la seconda domenica di settembre in onore di SantíEgidio (fondatore della nostra città). Questa gara fra le due cittadine ha attraversato i secoli dal 1400, sospesa a tratti soltanto a causa di guerre, pestilenze e terremoti. Dal 1951 si svolge in costume, ma si distingue a ragione da ogni altra manifestazione díispirazione medievale o rinascimentale, in quanto non è una rievocazione o una invenzione a sfondo turistico, ma una vera e propria celebrazione.
La balestra, arma molto diffusa durante il medioevo, è arrivata fino ai nostri giorni come strumento di gioco e di divertimento grazie alla assiduità con cui a Sansepolcro e a Gubbio si è continuato a gareggiare il Palio. Recentemente la denominazione 'Palio della Balestra' è stata registrata come marchio, al fine di tutelare líoriginalità delle gare tra Gubbio e Sansepolcro.
Quindi in riferimento allíarticolo 'Il Palio della Balestra a Lucca', apparso sullíInformatore di luglio/agosto, tengo a precisare che quello del 12 Luglio a Lucca è conosciuto e documentato come 'Il Palio di S. Paolino'.

Alessandro Goretti - Presidente della Società dei Balestrieri di Sansepolcro