In via di attivazione a Pisa lo sportello di orientamento con gli operatori di Emergency

Scritto da Sara Barbanera |    Febbraio 2014    |    Pag. 28

Laureata in Scienze della comunicazione presso l'Università La Sapienza di Roma nel 2001, nel 2016 consegue la laurea in Sviluppo Economico e Cooperazione Internazionale presso l'Università degli studi di Firenze.

È giornalista dal 2001, dopo la collaborazione con la cronaca umbra del Messaggero e con altri periodici locali.

Dal 2004 lavora in Unicoop Firenze dove, per 5 anni, ha svolto attività in vari punti di vendita, con un percorso di formazione da addetta casse a capo reparto servizio al cliente. Dal 2009 al 2011 ha coordinato le sezioni soci Coop di Firenze.

Dal giugno 2011 è direttore responsabile dell'Informatore Unicoop Firenze, responsabile della trasmissione Informacoop e della comunicazione digitale presso gli spazi soci Coop.

Un punto di riferimento sui servizi socio-sanitari del territorio di Pisa, perché la fase di crisi generale non pregiudichi i risultati raggiunti e il diritto alla salute continui a essere una garanzia per tutti i cittadini, italiani e stranieri.

Tutti sono a lavoro per attivare lo sportello gratuito di orientamento lanciato con la campagna 2013/2014 della Fondazione Il Cuore si scioglie che lo sostiene per un anno, in collaborazione con Emergency, Comune, Usl 5, Società della Salute di Pisa e Regione Toscana.

Tanti i soggetti all’opera, perché tante sono le necessità da soddisfare su un fronte complesso e importante come quello sanitario. Proprio perché in Toscana e a Pisa la sanità può vantare punti forti, il settore va sostenuto e integrato in un momento di maggiore bisogno sociale, perché i servizi siano effettivamente accessibili alle fasce più deboli: gli stranieri, a esempio, con maggiori difficoltà di lingua, ma anche gli italiani in condizioni di disagio e a volte all’oscuro dei servizi a loro disposizione.

Se Emergency è al lavoro per reclutare e formare gli operatori che effettueranno il servizio, il Comune di Pisa ha già allestito le due stanze, previste presso il distretto sanitario di San Marco.

In attesa che tutto sia a regime, abbiamo chiesto a Sandra Capuzzi, assessore alle Politiche sociali del Comune di Pisa, quali sono gli obiettivi principali dello sportello e quali le prospettive del servizio: «l’obiettivo principale è di rimettere le persone e i loro bisogni al centro della politica e dei suoi interventi. Inoltre è fondamentale uscire dalla logica dell’emergenza continua e programmare le attività in modo coordinato con i tanti soggetti del territorio.

Lo sportello rappresenta l’occasione di collaborare con Emergency che, dal fronte internazionale, si sta spostando sull’Italia con modelli socio-sanitari integrativi rispetto al settore pubblico. Mettiamo a disposizione del territorio la pluriennale professionalità dei suoi operatori, unita alla progettualità e al sostegno della Fondazione Il Cuore si scioglie: una formula innovativa che domani, anche in vista di un eventuale cambiamento del servizio sanitario, potrebbe trasformarsi in qualcosa di più ampio e articolato».

Come ribadisce Daniela Mori, vicepresidente della Fondazione, il progetto è un modello di collaborazione fra pubblico e privato che risponde alle crescenti urgenze sociali: «lo sportello fa tesoro dell’esperienza dell’ambulatorio di Polistena che si è rivelato utile ed efficace.

Alla base c’è un filo rosso che lega i nostri progetti: accogliere, ascoltare e garantire quelle necessità fondamentali per una piena realizzazione di ciascuno: un riscatto individuale che metta in moto anche una ripartenza collettiva fatta di dignità, equità e solidarietà sociale».

Nella foto in alto Gino Strada e Turiddo Campaini. Foto di Torrini Fotogiornalismo


Notizie correlate

Teatro puccini firenze

Ridere… di cuore

Fra divertimento e solidarietà, al via la seconda edizione della Rassegna amatoriale, protagonisti i dipendenti Unicoop Firenze

Photogallery Video

Progetti solidarieta cuore si scioglie onlus unicoop firenze

Solidarietà a colori

“Il Cuore si scioglie”: progetti in Italia e sostegni a distanza per i bambini del Sud del mondo


Grazie di Cuore

10 candeline per la campagna Il Cuore si scioglie: esperienze, valori, incontri fra realtà diverse, all'insegna della solidarietà