Scritto da Rossana De Caro |    Luglio 2007    |    Pag.

Laureata in Lettere all'Ateneo fiorentino, ha lavorato per molti anni come giornalista in emittenti televisive e radio locali, realizzando programmi di costume e società. Ha collaborato inoltre con La Nazione per la cronaca di Firenze e gli spettacoli. 

Dal 1998 scrive articoli per l'Informatore. Si occupa anche di uffici stampa per la promozione di eventi a Firenze e in Toscana.

Ha pubblicato il libro 'Ardengo Soffici critico d'arte'. 

Dal 2009 al 2015, sempre come collaborazione esterna, è stata coordinatrice redazionale dell'Informatore.

È uno dei salumi più appetitosi, consumato soprattutto durante la stagione estiva. La bresaola, un prodotto tipico della Valtellina, è ricavata da carne bovina salata e stagionata. Una specialità della zona di Sondrio che si è diffusa con successo in tutta Italia. Non solo è molto apprezzata anche all'estero, tanto da ricevere (nel 1996) da parte dell'Unione Europea il riconoscimento di Igp.
Il nome bresaola deriva probabilmente da "brasa", con riferimento ai bracieri utilizzati per riscaldare gli ambienti dove avveniva la stagionatura, o dal termine dialettale "brisa" il cui significato è salata, per via della salagione.

La bresaola si ottiene mediante la salatura e la stagionatura della coscia di manzo. La carne selezionata viene unita al sale, al pepe macinato e agli aromi naturali. La salatura può durare fino a due settimane, quindi la carne viene lavata per rimuovere la salamoia e insaccata in budelli naturali o artificiali. In alcuni casi si procede anche all'affumicatura. La preparazione si conclude con la fase di stagionatura.
Da un punto di vista nutrizionale la bresaola è un salume povero di grassi (4-7%), non molto calorica (100 g forniscono 170 calorie) e quindi molto indicata nelle diete, con una notevole ricchezza di ferro e sali minerali.

È sconsigliata agli ipertesi che devono consumarla con moderazione a causa dell'alto contenuto di sale. Per il suo elevato valore nutrizionale e la facile digeribilità, è consigliata anche ai bambini e alle persone anziane.

Il modo più tradizionale per gustarla è tagliata a fette finissime, distese sul piatto, condita con olio d'oliva e pepe e l'aggiunta di un goccio di limone, scaglie di parmigiano e rucola.

In offerta per i soci dal 16 al 31 luglio negli iper, super e Incoop