I risultati dell’assemblea dell’Associazione nazionale Coop consumatori

Scritto da La Redazione |    Giugno 2015    |    Pag.

Stefano Bassi

Stefano Bassi è stato eletto presidente dell’Ancc-Coop (Associazione nazionale Cooperative di consumatori), l’organismo nazionale di rappresentanza delle Coop consumatori. «La reputazione è il bene più prezioso che ha la cooperazione italiana – afferma Stefano Bassi subito dopo la sua elezione -. Dobbiamo chiudere ogni varco che può gettare discredito su di essa e contrastare ogni contiguità con il malaffare.

La cooperazione di consumo forte dei valori che l’hanno sempre animata sarà in prima fila in questa azione, determinante per il futuro e la credibilità dell’esperienza cooperativa. Allo stesso tempo dovremo continuare, in tempi così difficili, a difendere il potere d’acquisto dei cittadini e la loro aspirazione alla sicurezza e alla qualità alimentare.

La vera sfida sarà quella di valorizzare le nostre differenti esperienze cooperative, puntando a obiettivi comuni per rafforzare la capacità complessiva di Coop di essere là dove sono i problemi e le difficoltà della gente comune, accanto ai nostri oltre 8 milioni di soci e contribuire alla costruzione della nuova Alleanza delle cooperative italiane».

Un nuovo presidente e un nuovo organigramma al vertice dell’Ancc, con due vicepresidenti: Enrico Migliavacca e Massimo Bongiovanni. Questo il risultato della due giorni che ha visto a Firenze svolgersi la 3ª Assemblea nazionale dei delegati Coop: oltre 200 fra rappresentanti dei soci, quadri e dirigenti delle più importanti cooperative di consumatori italiane riunite a congresso. Obiettivo: trovare una guida istituzionale unitaria per il settore del consumo e avviare un necessario riposizionamento nazionale.

Toccherà a Stefano Bassi, 62 anni, fiorentino, eletto al suo primo mandato nazionale ma con incarichi importanti già coperti in altri organi del movimento (dal 2009 al 2015 è stato Presidente di Legacoop Toscana e 2007 presidente del Distretto tirrenico della Cooperazione di consumatori, dopo un’iniziale parentesi in ruoli istituzionali, come assessore all’Ambiente, al Bilancio e all’Urbanistica del Comune di Firenze).