A San Miniato, sposa con abito fatto con cento tipi diversi di rifiuti

Scritto da Andrea Marchetti |    Settembre 2010    |    Pag.

Dopo gli studi giuridici, si è occupato di ambiente ed energie rinnovabili: scrive per www.greenme.it, www.greenews.info e per alcune riviste del Gruppo Tecniche Nuove S.p.A. Collabora, inoltre, con la redazione di Pontedera (Pisa) de La Nazione e, dal 2010, con l'Informatore. Ha frequentato il Master in "Scrittura e Storytelling" della Scuola Holden di Alessandro Baricco e oltre a scrivere per i giornali si cimenta come sceneggiatore per cinema e fumetti.      

Lampadine fulminate, fili elettrici, ritagli di pelle e carta, tessuto non tessuto, plastiche, viti, bulloni, vecchi cd, pezzetti di metallo, perfino fiori secchi e un vecchio santino. Assemblati e cuciti su misura, sono diventati il prezioso abito di nozze della sposa. La notizia proviene da San Miniato, in provincia di Pisa, e precisamente dalla frazione di Stabbio.

L'abito per questo matrimonio "sostenibile" è stato confezionato da Angela Nocentini, artista e docente dell'Accademia delle Belle Arti di Firenze e dal modellista Francesco Campidori, utilizzando ben cento tipi diversi di rifiuti; migliaia di pezzi provati, modellati, ricamati a mano in circa due mesi di lavoro e di prove indosso alla futura sposa che, al posto del tradizionale abito bianco, ha accolto in una veste assolutamente "verde" i propri ospiti.

Lei è Elena Bertini, lo sposo Antonio Lapolla, rappresentante legale della Rew Trasporti, una delle società del Gruppo Ecolevante che, partendo da Santa Croce sull'Arno, opera a livello nazionale nello smaltimento e nel recupero di rifiuti industriali facendo della cultura del riciclo il perno della filosofia aziendale.

Ad esempio l'azienda ha instaurato progetti e collaborazioni di valore per promuovere la cultura del riciclo, come con la mostra d'arte e design "Scart", in cui i rifiuti sono stati trasformati in oggetti di bellezza che hanno arredato, ad esempio, anche lo studio della popolare trasmissione tv Alle falde del Kilimangiaro condotta da Licia Colò. Tanti auguri agli sposi!


Fotografia di Andrea Marchetti


Notizie correlate

Malata d'amore

Le molte passioni e la vita fuori dai canoni di una poetessa del 1800


Vivere a rate

Al cinema e a teatro per prevenire il fenomeno dell'usura. L'indebitamento in Toscana