Scritto da Antonio Comerci |    Novembre 2006    |    Pag.

Da molti anni nell'Unicoop Firenze, si è occupato di varie tematiche, soprattutto dal punto di vista consumerista e storico.

Autore alla fine degli anni ’80 di alcune pubblicazioni: Guida alla spesa - per spendere meglio e sapere cosa si compra (1989); Ecologia domestica - suggerimenti per rispettare l'ambiente (1989); Vivere la sicurezza - i pericoli dell'ambiente domestico; Frutti esotici – Piccola guida per conoscerli, riconoscerli e apprezzarli (1987); A come agrumi (1987).

Nel 1982 ha organizzato le Giornate dei giovani consumatori, a Firenze, che hanno visto la partecipazione di oltre 12 mila studenti e sono state la prima esperienza in grande stile della Coop nel mondo della scuola e dell'educazione ai consumi.

Dirige dal 1981 l'Informatore, mensile inviato ai soci dell'Unicoop Firenze, con una tiratura di oltre 600 mila copie. Dal '92 è responsabile della comunicazione istituzionale dell'Unicoop Firenze.

Nel 2004 esce “All’origine dell’oggi – Cronaca degli ultimi 40 anni della cooperativa”, una cronologia dei più significativi eventi che hanno caratterizzato l’Unicoop Firenze e la cooperazione di consumo dal 1960 in poi. Stampato in proprio dall’Unicoop Firenze, la ricerca, le immagini e i testi della pubblicazione sono di Comerci.

Nel 2007 ha pubblicato per "I tipi" della Mauro Pagliai Editore, il libro "sComunicati - Viaggio fra i mezzi e i messaggi della società che comunica", con la prefazione del prof. Carlo Sorrentino, docente dell'Università di Firenze.

Per i cinquanta anni dalla registrazione della testata, nel 2013 esce “Quelli che... informano – Storia e considerazioni sul giornale dell’Unicoop Firenze” pubblicato dall’Unicoop Firenze e diffuso in migliaia di copie. Nella pubblicazione s’intreccia la biografia dell’autore, la comunicazione e la storia dell’Unicoop Firenze.

Nel 2018 Comerci va in pensione e pubblica un’edizione aggiornata de “All’origine dell’oggi”. È incaricato dalla cooperativa della responsabilità dell’Archivio storico dell’Unicoop Firenze.

Settembre, sembra, non è un mese che invita alla lettura, oppure le vendite eccezionali di agosto (2600 libri) hanno creato un riflusso. Comunque 1700 libri venduti in un mese non sono pochi e confermano il trend positivo della piccola editoria toscana.

A settembre i libri di ricette si prendono la rivincita sugli altri titoli dello spazio "Toscana da leggere" e si piazzano tra i primi dieci più venduti, trainati dal più venduto in assoluto in questo primo anno, Ricette toscane di Paolo Petroni. Anche i libri in vernacolo (passateci l'espressione) emergono nel top, con ben quattro presenze. Il dialetto, i misteri, i pettegolezzi, le storielle curiose della nostra regione interessano sempre una parte dei lettori. Resta poco spazio alla narrativa, che piazza solo tre titoli, confermandone il successo degli ultimi mesi: "Nada, la ragazza di Bube", "Buio" e "Cronache nere". Ma arrivano da ottobre tanti nuovi titoli, come "I vili" di Claudio Bruni un medico di Pontassieve al suo romanzo d'esordio. Vedremo i risultati nel prossimo numero.



I più venduti

1. Paolo Petroni, Ricette toscane, Il Centauro

2. Sandra Lotti, Dolci della Toscana, PaciniFazzi editore

3. Massimo Biagioni, Nada la ragazza di Bube, Polistampa

4. Carla Geri Camporesi, 100 ricette con l'aglio, PaciniFazzi Editore

5. Giacomo Aloigi, Buio, Polistampa

6. Franco Ciarleglio, Struscio Fiorentino, ed. Polistampa

7. Alfio Cavoli, Principesse e popolane di Toscana, Editrice Laurum

8. Franco Valleri, Cronache nere, Editrice Laurum

9. Renzo Raddi, A Firenze si parla così, Polistampa?

10. Luigi Prunetti, La Toscana dei misteri, Le Lettere


La sezione Toscana da leggere è presente nei sei ipermercati e nei supermercati di Firenze (Gavinana, Carlo del Prete e Ponte a Greve), Siena (Strada del Paradiso), Empoli (via Ridolfi) e Borgo San Lorenzo. Le vendite si riferiscono al mese di settembre.