Alberi e altri oggetti artigianali realizzati dai ragazzi della comunità di San Patrignano

Scritto da Melania Pellegrini |    Dicembre 2015    |    Pag. 11

Nata a Roma, si è laureata in Lettere moderne nel 1993. Comincia la sua attività giornalistica nel 1996 con il quotidiano on line Ultime Notizie che un anno dopo approda nelle edicole romane. Nello stesso periodo comincia a lavorare presso l’ufficio comunicazione e stampa dell’ass. di categoria Unione nazionale costruttori macchine agricole dove si occupa della rivista mensile MondoMacchina/MachineryWorld.

Nel 2001 si trasferisce a Firenze. Qui lavora come organizzatrice di congressi e eventi culturali al Convitto della Calza e comincia a scrivere per il settimanale locale Metropoli con cui collabora fino al 2011. Nel 2003 partecipa al concorso per entrare all’ipercoop di Sesto Fiorentino, passa tutte le selezioni e viene assunta come cassiera. Da questa sua esperienza lavorativa, che continua tutt’oggi, nel 2011 nasce “Diario di una cassiera”, una rubrica pubblicata sull’Informatore, la rivista mensile di Unicoop Firenze. Sempre nel 2011 scrive il volume “I nostri primi 30 anni. La sezione soci Coop di Campi Bisenzio fra impegno, solidarietà, socialità e partecipazione”. Da gennaio 2012 si occupa delle rubrica Guida alla spesa dell’Informatore.

San Patrignano

Ci sono strade che a volte si incrociano e prendono la stessa direzione soprattutto quando si scoprono obiettivi e valori comuni. Questo è stato il caso di Unicoop Firenze e della Comunità di San Patrignano.

Da una parte ci sono i giovani di San Patrignano che cercano di ritrovare una via per rinascere dopo il vuoto che li ha tenuti prigionieri. Hanno voglia di lavorare e nel San Patrignano Design Lab hanno trovato il luogo giusto per farlo.

Dall’altra c’è la società che deve rispondere al loro bisogno di relazione, deve potergli offrire una seconda opportunità. Unicoop Firenze, con la Fondazione Il Cuore si scioglie, si è affiancata a loro in questo cammino e lo scorso anno è nata una collaborazione interessante che quest’anno è stata ripresa e ampliata.

25 gallerie dei nostri centri commerciali lo scorso Natale sono state adornate dagli alberi di Natale creati con il legno di scarto costruiti dagli artigiani di questa comunità.

Quest’anno saranno 50 le gallerie commerciali decorate con gli stessi alberi e inoltre i nostri soci potranno acquistare manufatti esclusivi in serie limitata, creati dagli artigiani di San Patrignano, su Più Scelta.

Sul sito si potranno acquistare gli stessi alberi di Natale in legno, un po’ più piccoli di dimensione 124x70cm, e i cuori Scampoli, 7 cuori che servono a decorare l’albero di natale creati con scampoli di tessuti colorati e fantasiosi, realizzati dalle ragazze del San Patrignano Design Lab.

Si potranno comperare dei regali solidali sempre scegliendo tra oggetti creati da questi ragazzi: plaid in finissima lana merinos, molto morbidi, realizzati interamente a mano con telai a licci, e sciarpe 100% cachemire, anche queste tessute a mano a telaio licci, morbide al tatto, con una leggera trama spinata, disponibili in vari colori.

Le confezioni per questi oggetti sono state fatte riciclando le carte da parati decorate a mano a San Patrignano (www.piuscelta.it).

Conclusa questa esperienza natalizia, seguiranno presto altri progetti di collaborazione per facilitare il reinserimento nella società dei ragazzi di San Patrignano.