Gli spunti educativi di Unicoop Firenze per l’anno scolastico che va a incominciare

Scritto da Sara Barbanera e Francesco Giannoni |    Settembre 2016    |    Pag. 4,5

Laureata in Scienze della comunicazione presso l'Università La Sapienza di Roma nel 2001, nel 2016 consegue la laurea in Sviluppo Economico e Cooperazione Internazionale presso l'Università degli studi di Firenze.

È giornalista dal 2001, dopo la collaborazione con la cronaca umbra del Messaggero e con altri periodici locali.

Dal 2004 lavora in Unicoop Firenze dove, per 5 anni, ha svolto attività in vari punti di vendita, con un percorso di formazione da addetta casse a capo reparto servizio al cliente. Dal 2009 al 2011 ha coordinato le sezioni soci Coop di Firenze.

Dal giugno 2011 è direttore responsabile dell'Informatore Unicoop Firenze, responsabile della trasmissione Informacoop e della comunicazione digitale presso gli spazi soci Coop.

Fiorentino da una vita, anche se con sangue maremmano e lombardo, laureato in lettere, è sposato con due figli. Si occupa di editoria dal 1991, prima come dipendente di una nota casa editrice della sua città, ora come fotografo e articolista free-lance. Collabora a riviste quali Informatore, Toscana Oggi, Calabria7, e a importanti case editrici.

Scuola

La prima campanella suona per i docenti: tramite numerosi incontri in varie città della Toscana, Unicoop Firenze presenta agli insegnanti alcuni spunti educativi per l’anno scolastico 2016-17; si possono dividere fra Proposte ed Esperienze e ce ne parla Simona Del Taglia, di Mèta, una delle tre cooperative che, insieme a Koinè e Arancia Blu, collabora con Unicoop Firenze per la realizzazione dei percorsi nei diversi territori: «le prime, che affrontano vari temi, si sviluppano tramite incontri in classe per coinvolgere gli alunni, con giochi di ruolo e di simulazione; fra gli argomenti trattati il cibo (un’alimentazione sana ed equilibrata per il benessere psicofisico), il lavoro minorile (piaga sociale del Terzo mondo ma non solo), l’acqua (una delle grandi emergenze ecologiche). Le seconde li portano a confrontarsi attraverso intense occasioni formative vissute sul territorio».

Con “Frammenti di memoria”, per esempio, contribuiscono a creare una mappa dei luoghi della Resistenza nel loro territorio, sempre più ricca e precisa per il lavoro degli alunni negli anni precedenti.

Un altro esempio, valido per i bambini della primaria, “L’altra lingua degli italiani”: «questa “lingua” altro non è che l’arte, letta in chiave civile: l’arte come bene comune che conosco, ammiro, di cui posso godere e di cui poi diventa spontaneo prendermi cura».

Fra le Esperienze, un nuovo percorso intitolato “Rifugiati. Una storia dietro ogni numero”: «con questo progetto - continua Simona - si vuole far riflettere i giovani su un tema che ci appartiene, ma di cui riceviamo informazioni a volte distorte dai media; per questo cerchiamo di capire come nasce una notizia, come può accadere che ci facciamo incantare da immagini a effetto».

Il percorso prevede anche incontri fra i rifugiati e i ragazzi, perché questi abbiano la possibilità di formarsi un’opinione diretta, di fare domande e capire meglio le esperienze e le storie collettive e individuali di tante persone costrette a migrare.

Nelle parole di Elisabetta Bruni, responsabile Proposte educative di Unicoop Firenze, «questi spunti possono essere l’occasione per trattare temi attuali invitando i ragazzi a ricercare sempre nuove soluzioni, a mettersi in gioco con consapevolezza, sollecitando la responsabilità di far parte di una comunità. Unicoop Firenze vuole contribuire a raccogliere dalla scuola molteplici suggestioni così da offrire nuove narrazioni che hanno al fondo valori comuni: il rispetto profondo dell’ambiente e della terra, il forte legame comunitario, la reciprocità e la complementarietà delle relazioni, la centralità della persona, l’accoglienza e l’inclusione».

Un po’ di storia…

Come ogni anno, settembre è il mese di lancio che vede impegnate Unicoop Firenze e le cooperative sociali nel calendario di presentazioni delle proposte alle scuole toscane che potranno poi fare richiesta di partecipare ai percorsi.

Gli incontri di settembre sono un appuntamento fisso a cui partecipano molti insegnanti che, in questa occasione, hanno modo di farsi una prima idea sulle proposte e di scoprire le novità in catalogo.

Un catalogo in costante evoluzione che il più possibile cerca di essere in linea con i temi forti del momento, le priorità locali e globali e le questioni più delicate che mettono i giovani di fronte alle grandi domande.

Dalle origini ad oggi le proposte sono molto cambiate e si sono arricchite di nuove dimensioni sociali, collettive e culturali: se nel lontano 1982 ci si occupava del consumo e dell’educazione alimentare con le prime “Giornate dei giovani consumatori”, oggi le proposte comprendono anche temi come globalizzazione, migrazione e integrazione, sostenibilità e nuove tecnologie.

Anche grazie alla sensibilità delle tre cooperative sociali coinvolte e al loro contributo in termini di informazione e consulenza per insegnanti, studenti e operatori del settore, le proposte sono lo specchio di un presente complesso, in cui guidare i giovani a porsi le domande giuste e a costruire insieme le risposte, attraverso strumenti di conoscenza reciproca e di cittadinanza attiva.

Insegnanti in prima fila

Ecco il calendario degli incontri con gli insegnanti nei quali verranno presentati i progetti educativi dell’Unicoop Firenze.

Lucca, mercoledì 7, ore 16, Real Collegio, piazza del Collegio 15.

Firenze, venerdì 9, ore 15.30, Istituto degli Innocenti, piazza SS. Annunziata 12.

San Casciano, lunedì 12, ore 16, Villa Montepaldi, via Montepaldi 12.

Montecatini, lunedì 12, ore 16, Hotel Belvedere, viale Fedeli 10.

Empoli, martedì 13, ore 16, Chiostro degli Agostiniani, via dei Neri 15.

Siena, martedì 13, ore 16, Santa Maria della Scala, piazza Duomo 1.

Arezzo, mercoledì 14, ore 16, Bibliocoop, c/o Centro Arezzo, viale Amendola 13/15.

Pisa, mercoledì 14, ore 16, Opera della primaziale pisana, piazza Arcivescovado 1.

Pistoia, venerdì 16, ore 16, Aula magna, Seminario vescovile, via Puccini 36.

Sansepolcro, venerdì 16, ore 16, Saletta soci Coop, viale Osimo 541.

Pontedera, lunedì 19, ore 16, Tenuta Riccardi Toscanelli, località Treggiaia, via della Cava 1.

Volterra, lunedì 19, ore 16, Cantine di palazzo Viti, via dei Sarti 39.

Fucecchio, martedì 20, ore 16, Auditorium La Tinaia, parco Corsini.

Figline Valdarno, mercoledì 21, ore 16, Villa Casagrande, via Giovanni Battista del Puglia 61.

Poggibonsi, giovedì 22, ore 15.30, Fortezza di Poggio Imperiale il Cassero.

Prato, venerdì 23, ore 16, Museo del Tessuto, via Puccetti 3.


Notizie correlate

Cultura e strumenti

Appuntamento dopo la pausa estiva per il nuovo progetto di Unicoop Firenze a favore delle scuole del territorio


Grazie alle suffragette

Dalla Toscana il progetto “Suffragette 2.0” nelle scuole italiane

Video

Affetti speciali

A Firenze, al cinema Odeon, proiezioni per le scuole, in collaborazione con Unicoop Firenze, protagonista Alice nel paese delle meraviglie


Sport elementare

Firmato il protocollo per lo sport nelle scuole primarie


Le proposte didattiche per le scuole 2014 2015

La rete sono loro

Le proposte didattiche per le scuole 2014-2015

Video