Scritto da Melania Pellegrini |    Luglio-Agosto 2017    |    Pag. 14

Nata a Roma, si è laureata in Lettere moderne nel 1993. Comincia la sua attività giornalistica nel 1996 con il quotidiano on line Ultime Notizie che un anno dopo approda nelle edicole romane. Nello stesso periodo comincia a lavorare presso l’ufficio comunicazione e stampa dell’ass. di categoria Unione nazionale costruttori macchine agricole dove si occupa della rivista mensile MondoMacchina/MachineryWorld.

Nel 2001 si trasferisce a Firenze. Qui lavora come organizzatrice di congressi e eventi culturali al Convitto della Calza e comincia a scrivere per il settimanale locale Metropoli con cui collabora fino al 2011. Nel 2003 partecipa al concorso per entrare all’ipercoop di Sesto Fiorentino, passa tutte le selezioni e viene assunta come cassiera. Da questa sua esperienza lavorativa, che continua tutt’oggi, nel 2011 nasce “Diario di una cassiera”, una rubrica pubblicata sull’Informatore, la rivista mensile di Unicoop Firenze. Sempre nel 2011 scrive il volume “I nostri primi 30 anni. La sezione soci Coop di Campi Bisenzio fra impegno, solidarietà, socialità e partecipazione”. Da gennaio 2012 si occupa delle rubrica Guida alla spesa dell’Informatore.

vaschette biologiche

L’usa e getta bio

La linea di prodotti monouso in materiale compostabile

Ecologico, economico e eco-sostenibile: queste le tre “e” della linea di prodotti monouso EcoCanny® che, in estate più che mai, facilitano la vita, il picnic, il pranzo al mare e la festa in giardino.

A idearli è stata un’azienda toscana, la Bianucci snc, che da tre generazioni si occupa di salute ed ecologia, due ingredienti che si sposano dando vita a linee di prodotti green, privi di petrolio e derivati, a differenza dei tradizionali prodotti in plastica.

Quanto alla ricetta, si parte dai residui della canna da zucchero per dar vita a stoviglie usa e getta, sintesi della filosofia aziendale che guarda avanti e sceglie con un occhio alle generazioni future e all’eredità “pulita” da lasciare a chi verrà.

Quello bio è un mercato in espansione nel quale crescere secondo precise linee, come spiega Stefano Bianucci, titolare di EcoCanny®: «Il criterio base è il rispetto ambientale, con l’utilizzo di materiali compostabili, petrolio free, a salvaguardia della natura, delle imprese e dell’uomo. In secondo luogo teniamo d’occhio il risparmio, offrendo prodotti che possono essere smaltiti nell’organico con i residui alimentari, diventare anche compost per giardinaggio e agricoltura, consentendo notevoli risparmi e riducendo i costi di smaltimento. Infine, operiamo nell’ottica della sostenibilità con modelli di produzione che rispettano i diritti umani, le capacità rigenerative della Terra e il benessere delle comunità: quello che si dice uno sviluppo equo e sostenibile, sia dal punto di vista sociale sia ambientale».

Fra i prodotti a marchio EcoCanny® anche le pratiche vaschette, sempre usa e getta, per cucinare in forno tradizionale fino a 200° C per un’ora o nel forno a microonde.

Dopo l’uso questi prodotti non devono essere puliti e possono essere buttati direttamente nel bidone dell’umido assieme agli scarti alimentari. Un rifiuto in meno da smaltire e uno in più da riciclare: economia ed ecologia vanno a braccetto e il pianeta ringrazia.

www.ecocanny.it


Burle toscane

Un libro per i soci tutto da ridere


Si racconta che Leonardo da Vinci fosse riuscito ad addomesticare un ramarro. Non solo: lo aveva truccato per bene, mettendogli dei brillantini sulle scaglie e applicando delle ali posticce sul dorso. Lo scopo? Nasconderlo in una scatola e farlo uscire all’improvviso, provocando enorme spavento tra gli astanti. Lo scherzo è raccontato, assieme a un centinaio di storielle altrettanto divertenti, nel libro di Franco Ciarleglio Burle toscane, ed. Sarnus, in offerta ai soci Coop nel mese di luglio, in tutta la rete.

Ciarleglio è esperto di tradizioni toscane, come ha dimostrato nell’ormai celebre Struscio fiorentino, uscito per la prima volta nel 2003, più volte ristampato, aggiornato (Il Canto dei Bischeri) e ampliato (Lo struscio toscano). Questa nuova fatica è dedicata a quello spirito ironico e giocoso che a Firenze chiamano il “ruzzo”, e che è fonte di un’infinita serie di scherzi, beffe e prese per il... naso.


Franco Ciarleglio, Burle toscane, Sarnus, pagine 160, € 12, alla Coop € 10,20 (sconto del 15%), per i soci 300 punti premio.


I colori della tavola

Piatti e posate con la spesa



Festa a tavola con la nuova iniziativa di Unicoop Firenze. Dopo i bicchieri, i coltelli e le tazzine da caffè, ora è tempo di piatti e posate, per un'apparecchiatura a tutto colore. Dal 29 giugno al 23 luglio, ogni 20 euro di spesa è possibile acquistare un piatto colorato della linea Stone Brandani, con un contributo aggiuntivo di 1,50 euro. Piatti piani o fondi in ceramica, lavabili in lavastoviglie, di colori brillanti spruzzati a mano, a scelta fra lilla, corallo, giallo, arancio, verde e turchese.

Quanto alle posate, al via una promozione per i soci, con i set di quattro posate degli stessi colori dei piatti, acquistabili con 50 punti più un contributo di 2,90 euro. Chi non avesse punti o non è socio, può comunque comprarli al prezzo intero di 4,90 euro.