Tortelli a chilometro zero, Tacchino, Buoni due volte, Artisti del cacao

tortelli di patate

Pastificio Valentini

Tortelli a chilometro zero

La cucina è il posto dove ritrovare le nostre origini, le tradizioni culinarie locali e i piatti che si tramandano di generazione in generazione. Spesso però non c’è tempo per mettersi a tirare una sfoglia e preparare il ripieno dei ravioli, neanche in un giorno di festa, figuriamoci in uno feriale.

Per questo viene in aiuto la pasta fresca confezionata del pastificio Valentini, con i tortelli di patate e i ravioli ricotta e spinaci.

Il pastificio ha fatto della cultura tradizionale toscana il proprio punto di forza. Pier Luigi Valentini ha fondato il pastificio nel 1958 e ha saputo trasmettere la passione e la cultura del mangiar bene e sano ai figli Patrizio, Monica e Francesco che oggi guidano l’azienda.

Il pastificio è al centro del Parco naturale delle foreste casentinesi, un angolo di Toscana verde e incontaminato. Le materie prime usate sono selezionate, tutte italiane e, quando possibile, toscane, come nel caso della ricotta, delle patate e degli spinaci. I tortelli e i ravioli Valentini sono prodotti di filiera toscana di qualità, a chilometro zero.



Tacchino

Una carne digeribile e nutriente: pochi grassi e tante proteine

Un enorme tacchino farcito al centro del tavolo, circondato da verdure e leccornie varie, tutti vestiti a festa, una breve preghiera per ringraziare la vita, i parenti, gli amici e ciò che si ha… e poi via alle danze e alla mangiata per il giorno del Ringraziamento, entrato nel nostro immaginario attraverso film, serie tv o libri provenienti dall’America. Qui infatti il tacchino è considerato una carne particolare, da preparare anche per le feste e le occasioni speciali, mentre sulle tavole italiane è un alimento poco presente e ingiustamente sottovalutato.

In realtà si tratta di una carne bianca particolarmente leggera, digeribile e molto nutriente, per questo molto apprezzata dai nutrizionisti che la consigliano nelle diete e per il consumo quotidiano di adulti, bambini e donne in stato di gravidanza. Povera di grassi e ricca di proteine nobili, minerali tra cui il ferro, il selenio e lo zinco, vitamine del gruppo B, in particolare B6 e B12, la carne di tacchino si adatta a tantissime ricette diverse in ogni stagione.

Chi non lo ha mai assaggiato, questo autunno potrà scoprire con piacere l’ottimo abbinamento con i marroni in un piatto succulento e completo. Per stare più leggeri e aggiungere un aroma fresco, ci si può sbizzarrire con un petto di tacchino all’arancia, delle delicate scaloppine al limone, una stuzzicante fesa con un ripieno di piselli, formaggio, prosciutto cotto e aromatizzata con zafferano e pepe nero.

Insomma, si sa, in cucina l’ingrediente da non dimenticare mai è quel pizzico di fantasia che fa la differenza.

Nelle macellerie di Unicoop Firenze l’assortimento offre la fesa, le cosce, le sovracosce, i fuselli e le ali di tacchino a marchio Coop preconfezionati. Come tutte le carni bianche Coop, anche il tacchino è italiano al 100 per cento, garantito da controlli su tutta la filiera, a partire dai mangimi privi di Ogm e al controllo sull’uso degli antibiotici, il cui utilizzo è ammesso solo in caso di necessità e per cure specifiche.


Nel periodo natalizio, presso i banchi serviti, è possibile acquistare anche le tacchinelle intere.



Solidarietà

Buoni due volte

Prodotti buoni per un buon fine: questo il caso di alcuni prodotti che, nel corso dell’anno, si alternano sugli scaffali di Unicoop Firenze e i quali, oltre che per la qualità, vengono proposti per sostenere un progetto, un gruppo o un’associazione attiva nell’ambito sociale e della solidarietà.

A novembre l’occasione per dare il proprio contributo a una buona causa è doppia: grazie alla collaborazione con la Fattoria Petriolo, con l’acquisto del Chianti Riserva Petriolo è possibile sostenere l’associazione Soccorso clown onlus, alla quale verrà devoluto una parte del ricavato delle vendite. Soccorso clown onlus opera nell’ambito ospedaliero infantile, dove porta spettacoli di teatro e di circo, per colorare i momenti più difficili e creare spazi di socializzazione e svago fra i piccoli ospiti dell’ospedale. Le bottiglie a sostegno dell’iniziativa saranno ben riconoscibili grazie al collarino che segnala l’iniziativa solidale.

Dall’altra parte si rinnova un sodalizio nato anni fa tra Unicoop Firenze e l’Att, Associazione tumori Toscana, con la vendita del cesto di Natale già disponibile nei punti vendita dalla fine di novembre. I cesti saranno di due tipi, entrambi realizzati con prodotti tipici di grande qualità. Per ogni confezione una parte del ricavato sarà devoluta all’Att.


Cioccolato Menichetti

Artisti del cacao

Spalmabile, fondente, al latte, pura o con aggiunta di frutta secca: con i suoi mille gusti e aromi, la cioccolata resta quel cibo irresistibile che troneggia sulla tavola della festa ma fa compagnia anche nel quotidiano, quando serve caricarsi di energia o consolarsi con una coccola.

Quanto a cioccolato, Unicoop Firenze propone uno “Speciale cioccolato” con i prodotti dell’azienda toscana Menichetti, che ha fatto del cioccolato un’arte. Nata nel 2003, questa impresa artigianale si è da subito dedicata alla ricerca di creazioni e abbinamenti fantasiosi nel mondo del cioccolato, rimanendo legata alla tradizione del territorio. “Scioglievolezza” e gusto intenso del prodotto sono garantiti da ingredienti di ottima qualità, come il burro di cacao, e dall’assenza di altri grassi vegetali, coloranti o conservanti chimici. Oltre alla qualità, la varietà e la fantasia: crema spalmabile, cucchiaini di cioccolato fondente, scorzette d’arancio ricoperte, stecche di cioccolato al latte con il cocco… Come resistere?


I prodotti Menichetti saranno presenti nei nostri punti vendita in occasione dello “Speciale cioccolato” dal 3 al 14 novembre


Notizie correlate

Gnudi con fantasia

Spinaci in tutti i modi: dal ripieno per tortelli ai gelati innovativi


Di sfoglia in sfoglia

Lasagne, tortelli, tagliatelle; i segreti dell’impasto


Con zolfini e cecino rosa

Solo ingredienti vegetali e naturali per i tortelli dell’Arte della pasta senese