Scritto da Melania Pellegrini |    Luglio-Agosto 2017    |    Pag. 14

Nata a Roma, si è laureata in Lettere moderne nel 1993. Comincia la sua attività giornalistica nel 1996 con il quotidiano on line Ultime Notizie che un anno dopo approda nelle edicole romane. Nello stesso periodo comincia a lavorare presso l’ufficio comunicazione e stampa dell’ass. di categoria Unione nazionale costruttori macchine agricole dove si occupa della rivista mensile MondoMacchina/MachineryWorld.

Nel 2001 si trasferisce a Firenze. Qui lavora come organizzatrice di congressi e eventi culturali al Convitto della Calza e comincia a scrivere per il settimanale locale Metropoli con cui collabora fino al 2011. Nel 2003 partecipa al concorso per entrare all’ipercoop di Sesto Fiorentino, passa tutte le selezioni e viene assunta come cassiera. Da questa sua esperienza lavorativa, che continua tutt’oggi, nel 2011 nasce “Diario di una cassiera”, una rubrica pubblicata sull’Informatore, la rivista mensile di Unicoop Firenze. Sempre nel 2011 scrive il volume “I nostri primi 30 anni. La sezione soci Coop di Campi Bisenzio fra impegno, solidarietà, socialità e partecipazione”. Da gennaio 2012 si occupa delle rubrica Guida alla spesa dell’Informatore.

succhi bio coop

Bio da bere

Succhi di frutta gustosi e dissetanti per l’estate


Dissetanti, gustosi, ricchi di sali minerali e vitamine. Sono i succhi a base di frutta e verdura, un concentrato di energie buone che idratano e rinfrescano dalla colazione all’aperitivo. Occhio però a scegliere quelli giusti, fatti con ingredienti freschi e senza zuccheri aggiunti che appesantiscono non di poco la bilancia.

Fra i più naturali e innovativi, quelli Benebio, un’azienda specializzata in prodotti biologici che ha creato originali mix di frutta e verdura dal giusto equilibrio fra i vari sapori: fra le specialità, i succhi di mela, cetriolo e lattuga, pomodoro e sedano o mela, zucca e carota, preparati con materie prime biologiche controllate e certificate.

Una scelta, quella del biologico, che per Benebio significa anche promuovere pratiche agricole con il minimo impatto ambientale per salvaguardare il territorio e la sua biodiversità.

Il biologico, infatti, è un settore disciplinato da regolamenti rigidi che vietano l'impiego di antiparassitari, concimi chimici di sintesi, organismi geneticamente modificati (Ogm) e loro derivati: se tutti i criteri sono rispettati, il prodotto ottiene la certificazione garantita, riconoscibile dal logo europeo presente in etichetta.

Chiarezza e trasparenza, questi i principi che l’azienda Benebio applica in ogni fase della produzione. Oltre che nella preparazione dei prodotti, molta cura viene posta anche alle confezioni: succhi in bottiglietta singola di vetro con un’etichetta chiara e puntuale e una lista ingredienti molto breve, in cui spicca l'assenza dello zucchero saccarosio aggiunto. Succhi veri, di frutta pura, pronti da bere con tutta la semplicità della terra da cui nascono.



Pesche

Ipocaloriche e digeribili



Chi liscia, chi vellutata, chi gialla e chi bianca, basta che sia pesca! È lei, profumata e succosa, fra le delizie più versatili dell’estate, da gustare al naturale, in macedonia, frullata o sciroppata, o utilizzare per il succo, la confettura e le tante torte di cui è protagonista.

In Toscana la raccolta va da luglio a settembre, in diverse zone fra le quali la Val di Chiana: qui il microclima, con la forte escursione termica tra il giorno e la notte, permette al frutto di rimanere più a lungo sull'albero e di diventare più dolce e ricca di succo. I frutti vengono raccolti via via che maturano, con 4 o 5 passaggi a distanza di 10-15 giorni nello stesso campo.

Nel Mugello si trova l’unica pesca tardiva a polpa bianca, la Regina di Londa, riconoscibile per la sua buccia bianca con punte di rosso e verde e la polpa soda e chiara. Sebbene l’origine di questo frutto non sia del tutto chiara, le prime testimonianze la fanno risalire alla seconda metà del XX secolo grazie all’opera di un coltivatore, Alfredo Leoni. Le caratteristiche della zona sono ideali per la coltivazione di questa pesca, che intorno agli anni ’70 era quasi scomparsa dalle tavole perché molto delicata e da consumare in breve tempo. Oggi la Regina è rinata e, sebbene la produzione sia limitata a circa 1000 quintali l’anno, talvolta è possibile trovarla nei punti vendita di Unicoop Firenze. L’occasione per assaggiarla appena colta dall’albero è fare tappa alla Festa della Pesca Regina che si tiene a Londa dall’8 al 10 settembre: eventi, degustazioni, laboratori e l’incoronazione “Pesca d’argento” alla migliore cassetta di “Regine”.

Info: Facebook: “Regina di Londa”, tel 055835251.



Melone

Gusto a fette



Dolce e succoso, bentornato al melone della Val di Cornia, pronto in pratiche vaschette. da gustare in un morso e via!

Con una filiera davvero corta, nei mesi estivi i poponi toscani arrivano nei laboratori di Fruttital Firenze: qui vengono lavati, sbucciati, tagliati, impacchettati e spediti in tempi rapidi nei punti vendita di Unicoop Firenze. Nessun conservante o additivo aggiunto, per questo il prodotto richiede una conservazione in frigorifero con temperatura non superiore a 8 °C e va consumato entro 5 giorni dalla data di confezionamento.


Melanzane

Fresche di giornata

Dalla provincia di Livorno e specialmente dalla Val di Cornia, colta e mangiata: è la melanzana toscana che, ogni giorno, arriva fresca dal campo sui banchi dell'ortofrutta di Unicoop Firenze.

La coltivazione di questo ortaggio gustoso e colorato avviene in campo aperto con il clima ideale per la maturazione. La brezza marina, infatti, stempera le giornate troppo calde facendo maturare frutti di buona qualità, dolci, sodi e con pochi semi. Il loro bel colore viola scuro è dovuto allo sbalzo termico tra giorno e notte mentre le microrigature sulla buccia denotano un prodotto di qualità.

Il lavoro dei raccoglitori comincia la mattina presto; la pianta è urticante e i frutti delicati, per questo servono molta attenzione e la giusta attrezzatura: guanti, forbici leggere, e si parte con il raccolto del giorno. Nella stessa mattinata il raccolto viene selezionato, diviso per calibro, preparato per la spedizione in cassette o vaschette. Dalla pianta al punto vendita in circa 24 ore. Un tempo record per un gusto estivo tutto nostrano.