Scritto da Gianni Carpini |    Aprile 2018    |    Pag. 15, 16

Giornalista, blogger e videomaker.

Laureato in Scienze della comunicazione all’Università di Siena, si occupa di contenuti per internet, strategia social e web, video produzioni e collabora con testate locali fiorentine per cui scrive approfondimenti e inchieste su temi di attualità.

Ha iniziato nel 2003 come giornalista radiofonico (syndication Cnr radio FM, Radio Cuore, Rdf 102.7) e ha lavorato per l’agenzia multimediale di RCS, per cui ha realizzato video anche per il sito Corriere.it.

Dal 2013 fa parte della redazione di Informacoop, la trasmissione tv di Unicoop Firenze.

Aromi in cucina

Vaschetta, vaso o spray?

Prezzemolo, salvia, timo, nipitella e parenti: sono loro, le piante aromatiche, le più grandi alleate in cucina. E per averle sempre a portata di mano, si può scegliere fra diversi formati. Nuove di assortimento, le erbe aromatiche fresche senza conservanti, in pratiche vaschette da venti o trenta grammi, durano fino a due settimane in frigo, mantenute in posizione verticale, nella loro confezione apri-chiudi. La novità è firmata Turci, famiglia fiorentina che da oltre cento anni si occupa di spezie. Le piante aromatiche provengono per l’ottanta per cento da agricoltori toscani, vengono colte e il giorno dopo arrivano nei banchi refrigerati. Sempre da Turci arriva una novità spray: spezie da vaporizzare direttamente sulle pietanze, durante la cottura o sul piatto finito. Si tratta di bottigliette da quaranta ml, con nebulizzatore e senza conservanti. Le materie prime, come basilico, peperoncino e aglio, vengono “spremute”, con un procedimento simile a quello dell’olio d’oliva: grazie all’estrazione a freddo se ne ottiene l’essenza e quattro spruzzi di basilico-spray, ad esempio, insaporiscono come due foglie appena colte. Chi ha il pollice verde, infine, può optare per un orto in vaso, coltivando a casa le piantine aromatiche di Coflora Toscana, una cooperativa di quindici florovivaisti principalmente versiliesi che fornisce a Unicoop Firenze salvia, rosmarino, timo, timo limonato, menta, prezzemolo, origano, melissa, maggiorana, nipitella e santoreggia, che porteranno la natura direttamente nel piatto.

 

Carni rosse

Hamburger maxi e toscano

È in arrivo una novità nella famiglia dei “rossi”: è l’hamburgerone toscano a marchio Banco del gusto, carne succosa di bovino adulto, cresciuto e macellato nella nostra regione. È in versione maxi perché ogni confezione contiene un hamburger da duecento grammi circa, quasi il doppio rispetto ai burger “convenzionali”, e sarà disponibile in tutti i punti vendita. La provenienza è garantita, gli animali sono allevati in Mugello e in Maremma, poi le carni sono lavorate nel centro freschi di Unicoop Firenze a Pontedera (Pisa). La selezione degli animali e la corretta frollatura consentono di avere un prodotto tenero e gustoso per una cottura ottimale. Di recente sono stati introdotti in assortimento l’hamburger e i mini hamburger di scottona Fior fiore Coop, preparati sempre nel centro freschi di Pontedera con carne bovina di femmine nate, allevate e macellate in Italia. La rosa dell’offerta si completa con l’hamburger di chianina, di carne piemontese, di vitellone Coop, di vitello e lo steak burger Fior fiore di scottona.

 

Prodotti del territorio

Artigiani di bottega

Dolci novità sugli scaffali con due realtà artigianali toscane che entrano nella squadra dei fornitori locali: si tratta di piccole attività d’impresa che per la prima volta sbarcano sugli scaffali di Unicoop Firenze con la loro produzione tipica e di qualità. Nel punto vendita di Figline Valdarno debuttano le “Tentazioni Cioccolato in Casentino”: dal classico cioccolato al latte a quello con miele di castagno fino al fondente al peperoncino o al gusto di vino rosso, queste barrette sono realizzate in un laboratorio artigianale di Poppi (Arezzo), nato nel 2010. Qui moglie e marito lavorano pregiate selezioni di cacao provenienti dalle migliori zone di produzione e tutto è fatto a mano, dall’impasto alla confezione finale. Il goloso assortimento conta anche creme spalmabili al gianduia, al cioccolato fondente, al fondente con miele di castagno e al pistacchio. Al superstore Coop.fi di Pistoia arrivano invece frutta sciroppata e confetture a marchio LAbetone Erbolaio, una cooperativa agricola forestale che esiste da quasi quarant’anni a Cutigliano, noto borgo medievale dell’Appennino pistoiese. Durante l’estate, stagione di punta, arriva a impiegare sei persone nel laboratorio-bottega a cui si aggiunge una decina di piccoli coltivatori locali, giovani da 24 a 40 anni che sono tornati a lavorare la terra. Abetone Erbolaio fornisce al punto vendita di viale Adua frutta sciroppata e confetture, quest’ultime con o senza zucchero, a base di mirtilli selvatici, rosa canina, sambuco, more, fragole e frutti di bosco.