Sono state 16. 500 le donazioni effettuate dai soci per la realizzazione di nuovi laboratori, chiamati Camere bianche, per la ricerca e la cura di malattie all’Ospedale pediatrico Meyer di Firenze.

Con 500 punti della raccolta sulla carta socio, ben 20 euro vanno alla Fondazione che sostiene l’ospedale. Quindi sono stati destinati 330.000 euro per questo progetto, e manca ancora (nel momento in cui scriviamo) qualche settimana alla chiusura dell’iniziativa, il 28 febbraio.

Un grande successo. Non si era mai vista prima un’adesione così massiccia ad un progetto di solidarietà legato alla raccolta punti. Questo grazie all’impegno delle sezioni soci e di tanti dipendenti.

Inoltre è stata un’adesione non solo dei soci fiorentini – a Firenze l’“ospedalino” Meyer è particolarmente amato – ma di tutte le zone nelle quali l’Unicoop Firenze opera, anche le più lontane, come Volterra, Sansepolcro e tutto il pisano.

Pubblichiamo nell’ordine i primi dieci punti vendita nei quali si è registrata la maggiore adesione all’iniziativa: Prato Ovest, Sesto Ipercoop, Firenze Gavinana, Campi Bisenzio, Firenze Ponte a Greve, Volterra, San Giovanni, Montevarchi Ipercoop, Bagno a Ripoli, Lastra a Signa.

Una “gara” d’impegno e passione che fa onore a tutti, anche ai soci di Fontanella che chiudono la classifica.


Notizie correlate

Per la fabbrica della speranza

  • 09/01/2009

Quasi 300 mila euro per il progetto Camera Bianca del Meyer


Un contributo per la "fabbrica" della speranza

  • 09/01/2009

Quasi 300 mila euro per il progetto Camera Bianca del Meyer