Scritto da Laura D'Ettole |    Maggio 1999    |    Pag.

Giornalista. Specializzata in argomenti di carattere socioeconomico, dal 1997 al 2015 ha collaborato anche con l'ufficio stampa di Unicoop Firenze. Ha lavorato per il settimanale economico ToscanAffari, Il Sole 24Ore Centro Nord e il Corriere Fiorentino.
La sua carriera come giornalista è iniziata nell'89 sulle pagine del Sole 24 Ore, ed ha al suo attivo numerose collaborazioni con quotidiani ed emittenti televisive, per le quali ha realizzato trasmissioni di carattere divulgativo legate ai Centri per l'impiego, su temi come la formazione e l'orientamento professionale.
Laureata in filosofia, ha un lungo percorso come ricercatrice nel campo della sociologia applicata, che l'ha portata nel '92 a collaborare per quattro anni al progetto Unicef "Il bambino urbano".

Pane e salumi.
Prezzi, occasioni, prodotti
Per qualcuno rimane pur sempre un'accoppiata volgare, ma dietro una banale pagnotta (o filone o rosetta che sia) si nasconde in realtà un'infinita cultura. Nel bovolo veneto, che sembra il guscio di una lumaca, o nel bussolà tutto strano e ritorto; per non parlare del biove, piemontese, grosso, lievitato e duro; oppure della struzza friulana, allungata e appuntita; e senza contare l'ormai famosa michetta, la ciriola o il panino ferrarese. Il nostro paese, insomma, quanto a pane è indiscutibilmente diviso. E quanto a salumi pure. In questo periodo la gastronomia e la forneria dei supermercati Coop saranno vivacizzate dall'inserimento di alcuni prodotti nuovi, con particolare attenzione alla tradizione locale italiana. Accanto ai tradizionali affettati si potranno trovare il salame "mariola" dalla Lombardia, insieme a quello "cotto" di origine piemontese e così via. Senza dimenticare l'Europa, che ormai è già qui. In questa promozione sarà la volta della Germania, con le sue salsicce e i suoi wurstel.
Per l'iniziativa "pane e salumi" saranno allestiti speciali banchi vendita, dal 20 maggio al 2 giugno.

Carni alla griglia. Purtroppo questo metodo di cottura, pur essendo eccezionale dal punto di vista gastronomico perché esalta le qualità delle carni, va scomparendo per l'inarrestabile declino del camino a legna, un dì centro della casa e oggi sostituito, comunemente, dalla televisione. Si può comunque ottenere un effetto simile con il moderno "grill", o con i forni delle cucine domestiche. Certo che la buona riuscita dei piatti dipende pur sempre da un buon dosaggio degli ingredienti, dal tempo di esposizione al calore e, perché no, da un certo talento personale. Ma qualche segreto ce lo rivela Pellegrino Artusi. La bistecca alla fiorentina, ad esempio, vuole in primo luogo carni di bestie che "non siano più fanciulle", che abbiano avuto cioè marito e anche qualche figliolo, "ma che non siano vecchie e da lavoro". Deve poi essere messa su fuoco ardente al naturale, salata e pepata solo a fine cottura. In tavola si può servire con un pezzetto di burro sopra. Accanto a quella che rimane pur sempre la star, alla griglia si può cuocere di tutto. Carne di vitellone, suino, pollo, tacchino; ma anche verdure, pesce e formaggi.
In questo periodo nei supermercati Coop "carni alla griglia" è un'offerta "trasversale", che riguarda la macelleria, la gastronomia, la pescheria e l'ortofrutta.

Pic-nic. Maggio, grigliate e pic-nic. E il settore extralimentare di Coop tira fuori tutto il necessario per gite fuori porta e oltre. C'è il barbecue, il tavolino con le sedie, materassini, ombrelloni, brandine eccetera eccetera. Tutti questi prodotti sono fatti con materiali continuamente aggiornati e di qualità controllata. Un caso fra tutti la borsa termica. Viene prodotta in Cina per Coop Italia in oltre 100 mila esemplari. I materiali e i criteri di fabbricazione sono spesso superiori alle marche leader del settore, ma i prezzi sono indiscutibilmente inferiori. In realtà tutti i produttori ormai si riforniscono in Estremo Oriente per questi tipi di articoli senza un "plus" tecnologico. Il differenziale di prezzo è dato in questi casi esclusivamente dal marchio di fabbrica, dalla griffe. Orientarsi in questo mondo di simboli, insomma, per il consumatore non è facile. E qualche notizia in più a volte aiuta.
In questo periodo in tutti i supermercati Coop la borsa termica per pic-nic è in promozione.

In guardia sui transgenici
E' dal gennaio del 1998 che Coop è impegnata, per rispondere alla sempre maggiore richiesta di informazione e difesa della salute del consumatore, a garantire l'assenza di sostanze geneticamente modificate nei prodotti a proprio marchio, attivando controlli analitici e verifiche del rispetto degli impegni presi verso i fornitori.
Dall'aprile dello stesso anno sono stati avviati contatti con i produttori agricoli, al fine di garantire per il futuro il mantenimento di coltivazioni di mais e soia non manipolate geneticamente.
La materia ha raggiunto un livello di tale attenzione e sviluppo che si rende necessaria una verifica di tutti i suoi aspetti. Coop ritiene che sia indispensabile approfondire gli studi in merito ai rischi potenziali per l'uomo e l'ambiente, derivanti dall'utilizzo di tali tecnologie.
Coop, quindi, vede con piacere la scesa in campo di altre catene della distribuzione, a livello sia nazionale che europeo, che dichiarano di volersi attivare nella stessa direzione che Coop ha già intrapreso dallo scorso anno.