Grandi, piccoli, meccanici, viventi: una tradizione che si rinnova da secoli

Scritto da Giulia Caruso |    Dicembre 2007    |    Pag.

Giornalista Si è formata professionalmente come collaboratrice stabile della cronaca toscana de l'Unità, redazione cultura e spettacoli, dal '90 al '97, per la quale si è occupata di musica - in prevalenza rock - moda, costume e cinema. Attualmente collabora con il Corriere di Firenze per il quale è corrispondente per la cronaca locale da Empoli, e per il mensile Rockstar. Esperta di linguaggi e culture giovanili, di viaggi e turismo, è inoltre appassionata di enogastronomia.

Presepe in ogni luogo 3
Antica forma di arte intrisa di devozione, fatta di atmosfere che richiamano il calore della famiglia e la dolcezza dell'infanzia, nel corso dei secoli ha ispirato grandi artisti come umili artigiani, e ancora oggi continua ad esercitare il suo eterno fascino. La Toscana già dai primi giorni di dicembre vede fiorire centinaia di presepi grandi e piccoli, che rinnovano nel terzo millennio il mistero della Natività.

Presepe in ogni luogo 1
Toscani e del mondo

Tra capanne e pastori si snoda un vero fiume. La fontana fa sentire il suo tranquillo gorgogliare. Uno scroscio di pioggia, con tanto di fulmini, viene subito smorzato dall'arcobaleno. Si vedono angeli volare, mentre spaccalegna e falegnami lavorano a ritmo tra mulini e lanterne e fuochi che sembrano veri. Una catena di pastori si muove verso la grotta sormontata da una cometa in movimento. Il tutto scandito da una colonna sonora a base di canti gregoriani e dai tipici suoni della fattoria. Sono gli effetti speciali del presepe elettromeccanico della Chiesa di San Bartolomeo in Tuto a Scandicci (Firenze), frutto della grande passione e della certosina pazienza di un gruppo di appassionati presepisti che ben si destreggiano tra software, effetti speciali e altri marchingegni elettronici.

A San Giovanni Valdarno (Firenze), presso la Basilica di Santa Maria delle Grazie, l'8 dicembre 2007 apre i battenti la quarta edizione della mostra "Presepi dal mondo", quest'anno dedicata alle Natività provenienti dai paesi dell'Europa, in occasione dell'anniversario dei 50 anni dei trattati di Roma che hanno sancito la nascita della Comunità economica europea.

Dall'8 dicembre al 6 gennaio, Palazzuolo sul Senio (Firenze), al confine tra Toscana ed Emilia Romagna diventa "Il paese dei 1000 presepi". Già dall'inizio dell'autunno tutto il paese è direttamente coinvolto nella preparazione dei presepi che faranno bella mostra dalle vetrine dei negozi e dalle soglie delle case, regalando al paese un aspetto dolcissimo e rendendo ancora più suggestiva l'attesa del Natale.

Nel borgo di Cigoli (Pisa), nell'antica pieve di San Giovanni Battista (sede del Santuario della Madonna "Madre dei bimbi", www.madrebimbicigoli.com), trova posto il suggestivo Presepe artistico di Cigoli. Su una superficie di circa cento metri quadri, distribuita su tre stanze separate da archi in stile romanico che rendono l'ambiente veramente suggestivo, rivive il deserto roccioso attraversato da un corso d'acqua che rappresenta il fiume Giordano, e vengono riproposte le numerose attività artigiane del tempo in movimento con effetti luminosi gestiti con tecnologia computerizzata. Per i visitatori un percorso che si snoda all'interno del presepe stesso e un mercatino di solidarietà.

Anche a Santa Brigida (Pontassieve) presepe vivente per le vie del paese alle 22 della vigilia di Natale, con oltre 50 figuranti. Si replica il 26 dicembre e il 6 gennaio, alle 18.

Presepi in gara

A Tobbiana, in provincia di Pistoia, il 23 dicembre gli abitanti scendono in gara per il presepe più bello. Il concorso è bandito dall'Associazione Turistica Pro Loco Tobbiana che organizza un percorso all'interno del caratteristico borgo, tra i presepi costruiti dalle famiglie e dai bambini delle scuole, tra alberi di Natale e mercatino di prodotti tipici. Info: Pro Loco Tobbiana, via A. Vannucci 71, tel. e fax 0573595711, e-mail: info@prolocotobbiana.it
"Capannucce in città" è invece un progetto di presepe aperto a tutti i ragazzi di età compresa tra i 7 e i 14 anni il cui spirito è quello di riportare nelle case, nelle chiese, nelle scuole il vero significato del Natale. La partecipazione è gratuita, ognuno può costruire il suo presepe. Il 5 gennaio, alle 16.30, nella Chiesa di Orsanmichele a Firenze ci sarà la premiazione. A tutti sarà consegnato un attestato di partecipazione e un presepe realizzato a mano delle missioni dell'operazione Mato Grosso. La cerimonia sarà presenziata dal cardinale Antonelli. Info ed iscrizioni: www.capannucceincitta.it

Tutta la Lucchesia, il cui suggestivo paesaggio nel mese di dicembre si ammanta di un'atmosfera quasi arcana, è terra di presepe. A Natale nelle parrocchie come nelle case, nelle scuole come nelle piazze grande spazio alla fantasia e alla creatività con gare tra appassionati presepisti per la più bella rappresentazione della nascita di Gesù. Uno dei più noti è il presepe della Pia Casa di Lucca.

Nel castello di Laterina (Arezzo) il 2, 9 e 10 dicembredecima mostra concorso di presepi aperta a tutti. Durante la mostra, per le vie del paese animate da musica, presepe vivente, sagra dei bomboloni, carrozza con cavallo per bambini, casetta di Babbo Natale, si terrà il mercatino di Natale con i prodotti tipici natalizi, lavori di ricamo e di cucito e altri oggetti realizzati dalle donne del borgo.

A Vergaio (Prato), nella parrocchia di San Martino, dal 9 dicembre 2007 al 6 gennaio 2008 c'è "...i' presepe",arricchito di nuove scenografie e personaggi in movimento. Orario: il sabato e la domenica dalle 16 alle 19.30 (la domenica anche dalle 12.30 alle 16).



Presepi viventi
Tra fiaba e realtà

Presepe in ogni luogo 2
Duecento figuranti prenderanno parte al presepe vivente che si svolge a Monterchi (Arezzo) in Valtiberina, nella pittoresca frazione di Le Ville. La manifestazione, organizzata dall'associazione Adoremus, offre al visitatore un percorso fatto di tavole viventi in cui gli abitanti del borgo sono protagonisti di un presepe fatto di mille sfaccettature.
Dalle sfarzose dimore patrizie alle umili botteghe artigiane, tra falegnami e fabbri, canestrai, tessitori e tintori, venditori di stoffe e di legumi, lavandaie e pescatori e naturalmente pastori con le greggi, fino alla capanna che accoglie il bambino Gesù, la Vergine Maria e San Giuseppe. Le rappresentazioni si svolgeranno il 25, 26, 30 dicembre 2007 e il 1° e 6 gennaio 2008. Ricco di suggestione è anche il presepe vivente che si svolge a Borgo a Mozzano in provincia di Lucca, a due passi dal fiabesco Ponte della Strega.


Firenze
Installazione presepiale per la pace dell'artista Yvonne Di Palma presso l'associazione culturale Ydialegi via san Zanobi 58