Inaugurato a gennaio il panificio-pizzeria all'orfanotrofio di Loumbila, in Burkina Faso

Scritto da Letizia Coppetti |    Marzo 2003    |    Pag.

Giornalista Fiorentina, laureata in lingue e letterature straniere, ha lavorato per tredici anni alla redazione di Firenze dell'Agenzia Ansa, occupandosi sia di cronaca nera che di bianca. Collabora dal 1990 con l'Informatore e dal giugno 2001 a dicembre 2002 si è occupata dei contenuti del sito di Unicoop Firenze. E' stata anche direttore del periodico Celiachia Notizie, house organ dell'Associazione Italiana Celiachia. E' stata coordinatore redazionale dell'Informatore fino al giugno 2006, la rivista dedicata ai soci.

Pizza nel deserto 2
E' tonda o rettangolare, cosparsa di pomodoro e di formaggio, rifinita con olio e basilico, fumante e saporita: da queste parti non la conosceva quasi nessuno, la pizza, ma è piaciuta a tutti, tant'è che si sono presentati in mille all'inaugurazione della pizzeria dell'orfanotrofio di Loumbila, che si trova a venti chilometri a nord-est di Ouagadougou (la capitale del Burkina Faso), dove sono ospitati 250 bambini. La pizzeria è stata inaugurata a gennaio e il suo scopo è quello di migliorare le condizioni di vita di tutta la popolazione, ed in particolare quelle dei bambini più poveri.
Pizza nel deserto 3
Il panificio, con la sua produzione, garantirà infatti il cibo per tutti i giorni ai bambini dell'orfanotrofio e di altri istituti di accoglienza della zona, mentre pane e pizza saranno venduti sul posto, nei villaggi limitrofi e nella capitale, in modo da dare anche uno sbocco professionale a 18 giovani.

Il progetto è nato grazie alla collaborazione tra Movimento Shalom e Unicoop Firenze, che lo ha finanziato con 50 mila euro. Tre dipendenti della cooperativa, la responsabile della comunicazione commerciale Manola Manini e i
Pizza nel deserto 6
caporeparto delle fornerie degli iper di Arezzo e Montecatini, Marco Ponticelli e Stefania Cecchi, sono andati personalmente in Burkina Faso per seguire le ultime fasi di realizzazione del panificio-pizzeria. Quando i nostri tre eroi sono arrivati sul posto, si sono resi conto che, a distanza di pochi giorni dall'inaugurazione, erano ancora tanti i lavori da fare! Sotto la guida dell'indomita Manola, che ha preso le redini dell'intero gruppo, sono stati fatti miracoli e il giorno dell'inaugurazione
Pizza nel deserto
tutto è filato liscio. Addirittura le persone - sia i poveri dei villaggi vicini, ma pure macchine di lusso provenienti da Ouagadougou - sono continuate ad arrivare anche il giorno dopo, attratte... dall'invitante odore della pizza, la cui bontà aveva già fatto il giro del paese. Marco e Stefania, esperti in panificazione, hanno spiegato ai giovani burkinabè come fare pane e pizza, mentre due suore dell'Immacolata Concezione, che dirigono l'orfanotrofio, saranno presto in Italia per apprendere dagli
Pizza nel deserto 7
esperti di Unicoop Firenze i principi basilari di gestione di una impresa commerciale.

A dicembre, insieme alle altre iniziative di 'Un cuore si scioglie e libera un bimbo' - il progetto di solidarietà realizzato da Unicoop Firenze, Centri missionari della Toscana e Arci verso i paesi non sviluppati del mondo - tra le varie proposte rivolte a soci e consumatori c'era anche quella di sottoscrivere un'adozione a distanza di bambini del Burkina Faso. L'iniziativa, sempre in collaborazione con il Movimento Shalom, ha dato grandi frutti: a fine gennaio le adozioni erano già oltre 350, e il numero è in continuo aumento.

Pizza nel deserto 4
Il Movimento Shalom da anni promuove le adozioni a distanza, per garantire ai bambini il diritto allo studio, alle spese alimentari e sanitarie. Tra i bambini adottati si è riscontrata infatti una drastica riduzione della mortalità infantile. A chi adotta un bambino a distanza viene consegnata una scheda con la foto, una breve storia della situazione familiare ed i dati del bambino, con il quale sarà possibile mantenere un contatto epistolare. Si potrà controllare personalmente l'andamento del progetto partecipando ai viaggi umanitari che le delegazioni Shalom organizzano in Burkina Faso.

Info: Movimento Shalom, tel. 0571400462, www.movimento-shalom.org