Il meglio per qualità e tradizione della gastronomia italiana e internazionale

Scritto da Anna Somenzi |    Gennaio 2011    |    Pag.

Giornalista. Nata a Cremona, cresciuta a Bologna della quale ha assorbito, e goduto, l'emilianità. E' diventata giornalista professionista "da grande", ma lavora nell'editoria da molto tempo in giornali aziendali del movimento cooperativo, prima Comma di Conad e poi Consumatori di Coop. Si occupa soprattutto di prodotti e produzioni, consumi e consumatori. Da qualche anno, sempre per Coop, lavora anche come coordinatrice editoriale per la collana dei Quaderni dei consumatori dell'Editrice Consumatori.

Il 24% degli italiani consuma fuori casa un pasto su quattro tutti i giorni, di solito il pranzo, (dati Nielsen pubblicati da Il Sole 24 ore), il 29% di questi pasti si consuma in piedi. Non sono notizie confortanti rispetto ad uno stile di vita corretto, e forse nemmeno nei confronti di una sana alimentazione, ma sono senz'altro lo specchio di una quotidianità per molti che devono però tentare un recupero negli altri tre pasti quotidiani. Un recupero verso un sereno rapporto con la buona tavola. Un rapporto tradizionale in Italia, in questa terra ricca di produzioni eccellenti e patria della sana dieta mediterranea.

 

Specialità italiane ed estere

Coop ha creato il marchio fior fiore, ovvero 200 prodotti circa, dall'eccellenza della cultura gastronomica, una selezione di specialità italiane ed estere, per portare in tavola il legame con il territorio, con la tradizione, attraverso prodotti originali. Tutti offrono una grande qualità organolettica grazie al rigoroso vaglio delle materie prime, alla accurata ricerca dei migliori fornitori che possono vantare una produzione di qualità e una forte cultura e tradizione del prodotto, di quel prodotto. C'è una accurata ricerca da parte di Coop perchè i processi di produzione associno tecnologia che garantisca sicurezza e attenzione alla tradizione. Si spazia dalle carni all'ortofrutta, dai salumi ai dolci, all'olio. Dalla tradizione italiana della pasta di Gragnano ai cappelletti emiliani o del prosciutto di Parma al riso Long & Wild, dal sorbetto al limone di Sicilia al salmone selvaggio dell'Alaska. Fra le carni diverse le razze tipiche: chianina per delle fiorentine fuoriserie, marchigiana, romagnola, piemontese se decidete per un lesso o un brasato.

Molti i salumi dal prosciutto di San Daniele Dop stagionato 20 mesi, al prosciutto cotto nostrano, passando per il culatello e il salame felino, senza tralasciare parmigiano reggiano Dop 30 mesi e mozzarella di bufala Dop. Fra la frutta le mele renette della Val di Non, le siciliane arance navel di Ribera, la pesca percoca, le noci di Sorrento. Tante sono anche le preparazioni dai sottoli e sottaceti, ai pesci affumicati. Per i dolci si è pescato nella rinomata pasticceria siciliana, senza rinunciare a classici come la saint honoré o il tiramisù, tutti già pronti da servire.

 

Cantuccini ghiotti

I cantuccini, o cantucci, fanno parte della storia gastronomica della Toscana: sembra che risalgano addirittura al Rinascimento. Paesi e città della nostra Regione, con toscano puntiglio, si disputano il diritto e l'onore della primogenitura di questi celebri biscotti. Coop ha cercato di mettere d'accordo le varie tradizioni, e per la linea fior fiore ha "inventato" una propria ricetta che affianca il sapore deciso delle mandorle a quello rotondo dei pinoli.

Questa particolare interpretazione dei cantucci fior fiore Coop nasce dalla collaborazione con Ghiotti, storica ditta dolciaria di Tavarnelle Val di Pesa, in provincia di Firenze, dopo un lavoro di ricerca sulle ricette più tradizionali e storiche volto a individuare la tipicità del prodotto.

La sessantennale esperienza di questa azienda, unisce tradizione e tecnologia, ingredienti e processo produttivo. Quest'ultimo è sottoposto ai più rigidi controlli durante le varie fasi della produzione e del confezionamento, secondo i criteri delle certificazioni internazionali Ifs e Brc: ciò garantisce elevato standard qualitativo e sicurezza alimentare.

Vanno da sé la cura e l'attenzione che Coop mette nella selezione degli ingredienti, in modo da assicurare la miglior qualità possibile: mandorle intere, pinoli italiani, miele millefiori, burro e uova freschi, come il latte maremmano. Questi, insieme all'accurata lavorazione, conferiscono ai cantuccini fior fiore una bella alveolatura, una fragranza di biscotto appena sfornato e un gusto tipico dal carattere inconfondibile.

Com'è noto, la "morte" dei cantucci è nel Vin Santo, oppure nella Vernaccia o nel Passito; abbinamenti più moderni, da provare, sono con thè, caffè e anche con il gelato. (F.G.)


Notizie correlate

Con la Coop dentro

Impegno costante per la sicurezza, l'ambiente e la certificazione etica


Dal campo al campo

Piatti e bicchieri monouso Coop: fatti con il mais e non con il petrolio. Sono riciclabili e la materia prima è rinnovabile


Dalla stalla al banco

Filiera corta e controlli per garantire sicurezza e qualità


Gusti da serie A

Per gli amanti di novità e di gusti particolari: dalla pasta al dolce, gli oli tipici e i caffè più esclusivi


La pagella la danno i soci

In sette anni 1.240 test per mettere a confronto il prodotto Coop con i leader di mercato. Nel solo 2007 coinvolte 41 mila persone