Scritto da Edi Ferrari |    Maggio 2010    |    Pag.

Giornalista. Dal 1988 nel magico mondo della comunicazione (uffici stampa, pubbliche relazioni, editoria, eccetera), e con una quasi (senza rimpianti) laurea in Lettere, collabora con Unicoop Firenze anche per l'aggiornamento dei contenuti del sito internet, per le pagine del tempo libero. Ha lavorato anche nella redazione di Aida (attuale Sicrea), dove si è occupata principalmente della realizzazione di trasmissioni televisive, fra le quali anche InformaCoop. Per l'Informatore si occupa delle pagine degli "Eventi".

Visite guidate al Museo di San Casciano (Firenze) seguite da degustazioni in alcune cantine della zona: è la proposta di fine primavera (le date sono 30 maggio e 6, 13 e 20 giugno) riservata ai soci (e ai loro figli minorenni accompagnati).

Il Museo di San Casciano ha origine nella raccolta d'arte allestita fin dal 1989 nella chiesa di Santa Maria del Gesù e si è arricchito nel tempo di una sezione archeologica e di una dedicata alle abitazioni primitive. La scelta di adibire a museo un luogo di culto si deve a diverse ragioni, compresa la centralità nel tessuto urbano e il mantenimento sugli altari delle opere pensate per la chiesa.

Il percorso inizia dalla sagrestia dove è custodito, tra le altre opere, il fusto scolpito del Maestro di Cabestany. Poi si prosegue nella sala dei dipinti e nella sezione dei parati sacri. Nella prima sala si trovano le opere più preziose del museo, prime fra tutte il dossale raffigurante San Michele Arcangelo e storie, attribuito a Coppo di Marcovaldo e la Madonna col Bambino di Ambrogio Lorenzetti. Nella stessa sala sono riunite tutte le tavole a fondo oro, la più antica delle quali è una Madonna col Bambino che risale al secondo decennio del XIV secolo ed è attribuita al Maestro del trittico Horne.

Di particolare interesse è la Madonna col Bambino di Cenni di Francesco. Al primo piano si trovano la sezione archeologica e l'inizio di quella dedicata alle abitazioni primitive, che prosegue al secondo piano.

Il ritrovo è al Museo di San Casciano, in via Lucardesi. Sono previsti quattro gruppi per ognuna delle date: alle ore 10, 10.30, 16.30 e 17. Il costo è di 5 €; info e prenotazioni: Willis Travel, via Turri 12, Scandicci, 0552591744.