Miele, carne e funghi nei mini mercati della costa

Parco e bottega
Prodotti locali, naturali e biologici. Sono circa 400 in vendita nell'attrezzato minimercato di Torre del Lago, uno degli ultimi nati inCoop (inaugurato lo scorso luglio), che ha deciso di investire nella produzione locale di aziende delle provincie di Lucca e di Pisa, sui biologici con certificazione riconosciuta da Coop, e sui prodotti naturali del Parco di Migliarino-San Rossore-Massaciuccoli. Un vasto assortimento che copre tutte le tipologie merceologiche, carne compresa. Funghi secchi e freschi provenienti dalle Alpi Apuane, salami e insaccati di Bientina, biscotti e oli della Lucchesia, il farro della Garfagnana, i pinoli pisani. Sono alcuni fra i prodotti che si trovano sui banchi, evidenziati da cartellini gialli che ne spiegano la provenienza locale. Tante specialità legate alla storia e alle antiche tradizioni gastronomiche di questo territorio.
Fra queste leccornie anche il miele di spiaggia di Migliarino, prodotto naturale del Parco, che compare anche nella lista redatta dalla Regione Toscana dei prodotti tipici da tutelare. Un miele chiaro, profumato, trasparente e molto fluido, ricavato dalle piante della macchia mediterranea (tamerici, pitosforo, corbezzolo). E sempre dal parco provengono anche i mangimi naturali con cui vengono allevate nelle fattorie pisane le scottone (giovani vitelli Limousine importati dalla Francia), la cui carne, riconoscibile da un marchio di protezione, viene venduta al reparto macelleria dei supermercati inCoop del litorale tirrenico. La vendita di carne di bovino allevato sul posto con mangimi locali è un esperimento, un primo passo verso un progetto più ampio che prevede la riproduzione 'in loco' di questi vitelli. Animali che nasceranno nella zona e saranno allevati con i mangimi naturali del parco, e che avranno anche una loro precisa denominazione di 'vacche pisane'.